logo top

 

 
 

TOP cherubini

 
 

 
       
 
 
 
Esito esami Previgente Ordinamento e CFP

Produzione Johannes-Passion ottobre 2019 AUDIZIONI

AUDIZIONI PER LE VOCI SOLISTE

Produzione Johannes-Passion ottobre 2019

 

Sono indette le audizioni per le quattro voci soliste della produzione "Johannes-Passion" di J.S.Bach prevista dal 1 al 11 ottobre 2019 (concerto a Pistoia l'11 ottobre), riservate a studenti iscritti al Conservatorio Luigi Cherubini, che si svolgeranno il giorno 27 giugno 2019 in Villa Favard dalle ore 12,00.

I brani d'audizione sono le arie dei solisti soprano, contralto, tenore e basso.

L'edizione di riferimento è la Baerenreiter, l'esecuzione dei brani sarà a 415Hz.

Sarà presente un clavicembalista accompagnatore.

I candidati devono inviare una mail di richiesta di candidatura indicando chiaramente nome, cognome, contatto email, contatto cellulare, registro vocale indirizzandola alla prof.ssa Vaccari: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. entro e non oltre il 15 maggio 2019

CONCERTO CORALE - 24 Maggio 2019

Venerdì 24 maggio 2019

Sala del Buonumore

CONCERTO CORALE


con la partecipazione delle classi di "Formazione Corale”, di "Musica D’insieme vocale e repertorio corale” e del “Coro da Camera" del Conservatorio Cherubini di Firenze

Musiche di F. Schubert, R. Schumann, J.S. Bach, J. Brahms, G. Fauré

Direttore: Francesco Rizzi

Pianoforte: Pietro Paolo Gurrera

Organo: Dimitri Betti

Assistenti al Coro: Ivan Caselli e Giovanni Montiani

 


Programma:

Franz Schubert: “Coronach” D.836 per coro femminile e pianoforte

Robert Schumann: "Drei Gedichte” Op.29
n°1 - Ländliches Lied per coro femminile
n°2 - Lied per coro femminile
n°3 - Zigeunerleben per coro a 4 voci miste

Johann Sebastian Bach: dalla Cantata BWV 131: “Ich harre des Herrn" 
Johann Sebastian Bach: dalla “Johannes Passion”: Corale “Wer hat dich so geschlagen”
Johann Sebastian Bach: dalla Cantata BWV 106: “Glorie, Lob, Ehr und Herrlichkeit"

Johannes Brahms: “Geistliches Lied” Op. 30 per coro a 4 voci miste e pianoforte

Gabriel Fauré: “Cantique de Jean Racine” Op. 11 per coro a 4 voci miste e pianoforte

WEST WIND - MUSICA TRANSATLANTICA: 21 Maggio Teatro della Pergola

Martedì 21 maggio al Teatro della Pergola di Firenze ore 21 (ingresso libero)

West Wind - Musica Transatlantica

La Gonzaga University in Florence, il Conservatorio Cherubini e l'Università di Firenze inaugurano un'inedita partnership musicale che vedrà in scena musicisti americani e fiorentini

Firenze, 15 aprile 2019 - Il vento dell'Ovest soffia su Firenze. Martedì 21 maggio al Teatro della Pergola si inaugura un nuovo ed entusiasmante progetto che vedrà protagoniste tre importanti istituzioni fiorentine: la Gonzaga University in Florence, il Conservatorio Luigi Cherubini, l'Università di Firenze (inizio concerto ore 21 – ingresso libero fino ad esaurimento posti).
Una partnership musicale che prenderà la forma di un concerto annuale in grado di inserire musicisti americani e fiorentini in un'unica iniziativa dal titolo "West Wind - Musica Transatlantica".
La prima edizione vedrà sul palco della Pergola il Coro della Gonzaga University in Florence diretto dal Maestro Timothy Westerhaus e l'Orchestra Sinfonietta del Conservatorio Cherubini diretta dal Maestro Paolo Ponziano Ciardi, a cui si aggiungeranno elementi dell'Orchestra dell'Università di Firenze.
Anello di congiunzione fra gli Stati Uniti e Europa - in questo caso Firenze - sarà il compositore britannico Alec Roth: Orchestra e Coro eseguiranno infatti “A Time to Dance", una sua cantata sinfonica contemporanea, mentre il Gonzaga University Ballet eseguirà un balletto ispirato alla sinfonia, e coreografato da Suzanne Oestersmith.
Il fatto che i professionisti e gli studenti coinvolti su entrambe le sponde dell'Atlantico debbano prepararsi separatamente rende solo la sfida più interessante. Nella settimana precedente l’evento tutti gli artisti coinvolti si incontreranno per provare e studiare, per condividere le loro passioni e conoscere la città di Firenze. Da questo incontro artistico e umano nasceranno il corpo e l’anima dello spettacolo finale.
Alec Roth stesso, l'autore della sinfonia, sarà ospite della Gonzaga University già nei giorni precedenti il concerto, prendendo parte alle prove ed ai preparativi.

 

Tuesday 21 May at the Teatro della Pergola in Florence, 9.00 pm (free admission)

West Wind - Transatlantic Music

Gonzaga University in Florence, the Cherubini Conservatory and the University of Florence inaugurate an unprecedented musical partnership that sees American and Florentine musicians on stage.

Florence, 15 April 2019 - The West Wind blows over Florence. Tuesday 21 May at the Teatro della Pergola a new and exciting project begins, that sees three important Florentine institutions as protagonists: the Gonzaga University in Florence, the Luigi Cherubini Conservatory, and the University of Florence, (Concert starts at 9pm – Free admission).
A musical partnership that will take the form of an annual concert that will bring together American and Florentine musicians in a single initiative entitled "West Wind - Transatlantic Music".
The first edition will see on the stage of the Pergola the Gonzaga University Choir and the Choreos Ensemble, conducted by the Timothy Westerhaus, and the Orchestra Sinfonietta of the Cherubini Conservatory with members of the Orchestra of the University of Florence directed by Paolo Ponziano Ciardi, and the Gonzaga University Ballet, choreographed by Suzanne Oestersmith.
The link between the United States and Europe - in this case Florence - will be the British composer Alec Roth: Orchestra and Chorus will perform "A Time to Dance", one of his contemporary symphonic cantata, while the Gonzaga University Ballet will perform a ballet inspired by the symphony.
The fact that the professionals and students involved on both sides of the Atlantic have to prepare separately makes only the challenge more interesting. In the week preceding the event all the artists involved will meet to rehearse and study, to share their passions and learn about the city of Florence. From this artistic and human encounter the body and soul of the final show will be born.
Alec Roth, the author of the symphony, will be a guest of Gonzaga University already in the days preceding the concert, participating in the rehearsals and preparations.

Domande di ammissione a.a. 2019/20.

banner ammissioni

DOMANDE di AMMISSIONE

Corsi Propedeutici,  Triennio e  Biennio (Alta Formazione) devono essere presentate

dal 2 maggio a27 giugno 2019 

fino alle ore 22:00 

 

Corsi Propedeutici

DOMANDA CP

LEGGI IL REGOLAMENTO DIDATTICO

 

 
Corsi di Triennio e Corsi di Biennio (Alta Formazione)
 
Diploma Accademico di I  e di II Livello.

DOMANDA AF 

VISUALIZZA I CORSI

ADMISSION EXAMS PROGRAMS

 

 

 

SI RACCOMANDA L'ATTENTA LETTURA DEL

MANIFESTO DEGLI STUDI 2019-2020:

SCARICA IL DOCUMENTO

 

Per maggiori informazioni rivolgersi alla  Segreteria Didattica.

1. Corsi Propedeutici
    Mariagrazia Bonapace 
    Tel. +39 055.2989323     E-mail: didattica.vod@consfi.it

2. Triennio
    Giuseppina Ballerini 
 
   Tel. +39 055.2989328     E-mail: triennio@consfi.it

3. Biennio
    Giovanni Falorni
    Tel. +39 055.2989325     E-mail: biennio@consfi.it

 
 
Le telefonate si ricevono esclusivamente nelle ore riservate: lunedì - mercoledì - venerdì dalle ore 10,00 alle ore 11,30


Apertura al pubblico:

Lunedì Mercoledì Venerdì dalle 12:00 alle 13.30
Martedì dalle 14.15 alle 16.15


La Segreteria Didattica resterà chiusa dal 5 al 24 agosto 2019

Dal 26 al 31 agosto apertura al pubblico:

Lunedì - Mercoledì - Venerdì   dalle 12:00 alle 13.30

 

DOMENICHE PER LE FAMIGLIE AL MAGGIO FIORENTINO

"I Concerti della domenica mattina per le famiglie: l’opera raccontata ai bambini”

Foyer di Galleria - Teatro del Maggio Musicale Fiorentino

 

5 maggio 2019 h. 10.30 | W. A. Mozart: Il flauto magico
12 maggio 2019 h. 10.30 | G. Rossini: Il barbiere di Siviglia
19 maggio 2019 h. 10.30 | W. A. Mozart: Don Giovanni
26 maggio 2019 h. 10.30 | L’opera a Firenze: da Cherubini a Berio

Cherubini Harmonie, ensemble strumentale e solisti del Conservatorio Cherubini
Direzione musicale Guido Corti
Ingresso libero fino ad esaurimento posti disponibili

 

La proficua collaborazione con il Festival del Maggio Musicale Fiorentino porta con sé un altro appuntamento, stavolta dedicato ai bambini.
In programma le suggestive trascrizioni per fiati, con cantanti e narratore, di opere conservate nella Biblioteca storica del Cherubini. Si inizia il 5 maggio con Il flauto magico di Mozart per proseguire il 12 con Il barbiere di Siviglia di Rossini, il 19 ancora Mozart con il Don Giovanni e infine, il 26 maggio, un concerto per i bambini che racconterà L’opera a Firenze: da Cherubini a Berio.

DALLAPICCOLA DAYS: 4-5-6 MAGGIO 2019

 

Il Conservatorio Cherubini per i Dallapiccola Days

TRE GIORNI CON LUIGI DALLAPICCOLA E I COMPOSITORI DEL NOVECENTO FIORENTINO

60 ore, 12 diverse istituzioni, 22 compositori, 81 composizioni, 3 film d’arte, un concerto jazz e una lectio magistralis, 200 esecutori coinvolti. Questi i numeri dei Dallapiccola Days, tre giorni con Luigi Dallapiccola e i compositori del Novecento fiorentino, dal 4 al 6 maggio 2019. Un evento, commissionato dal Maggio Musicale Fiorentino al Centro Studi Luigi Dallapiccola e al Conservatorio di Musica “Luigi Cherubini”, ideato da Mario Ruffini per l’LXXXII Festival del Maggio Musicale.
La tre giorni si apre emblematicamente nel mattino di sabato 4 maggio (alle 10:30), con il concerto jazz America. Vent’anni di jazz nel cuore del Novecento (1937-1959), realizzato per i detenuti dall’Ensemble Jazz del Conservatorio “Luigi Cherubini” nel teatro della Casa Circondariale di Sollicciano (50 posti riservati al pubblico, entrata libera. Sarà richiesta un’offerta finalizzata all’acquisto di arredi per il nido d’infanzia del carcere). Sabato 4 maggio prosegue alle 16 alla Sala Brunelleschi dell’Istituto degli Innocenti con il concerto Brunelleschi e l’architettura dodecafonica su musiche di Carlo Prosperi, Sylvano Bussotti, Luigi Dallapiccola e Cathy Berberian (ingresso libero fino a esaurimento posti) e poi la sera alle 21 con un concerto alla Sala del Buonumore “Pietro Grossi” del Conservatorio “Luigi Cherubini” dal titolo La Schola del Buonumore su musiche di Carlo Prosperi, Claudio Josè Boncompagni, Alvaro Company, Luigi Dallapiccola e Bruno Rigacci (ingresso libero).

A mezzanotte di sabato 4, spazio a Novecento a confronto: Firenze e America, performance al Circolo dei Canottieri e sui barchini dei Renaioli, sotto Ponte Vecchio e sotto gli Uffizi: dal cuore della città antica il celebre flautista Roberto Fabbriciani dona il suo talento alla città, in occasione dei suoi 70 anni, contrappuntato dall’Ensemble jazz del Conservatorio in un dialogo contrastante fra modernità (Firenze) e Nuovo Mondo (America); dall’acqua faranno rivivere la musica dei compositori fiorentini del Novecento e le coeve musiche in arrivo da Oltreoceano. Un’occasione per mostrare anche l’eccellenza del Dipartimento di Nuove Tecnologie e Linguaggi Musicali del Conservatorio “Cherubini” di Alfonso Belfiore e Roberto Neri nella notte sull’Arno.
Domenica 5 maggio alle 11 l’evento toccherà varie istituzioni: dall’Accademia delle Arti del Disegno dove - commentati da Cristina Acidini e Giorgio Bonsanti - saranno proiettati i film sull’arte di fine anni Quaranta e inizi anni Cinquanta con le musiche di Dallapiccola (ore 11 - ingresso libero), alla nuova sede del Lyceum, dove si terrà il concerto Al Lyceum, con Laura Dallapiccola su musiche di Mario Castelnuovo-Tedesco, Carlo Prosperi, Alvaro Company, Luigi Dallapiccola, Bruno Bartolozzi, Arrigo Benvenuti e Luciano Berio (ore 18 - ingresso libero) per finire all’Institut français Firenze alle 21 con Cultura greca e cultura francese. Dialoghi tra Michela Landi e Mario Ruffini con accompagnamento musicale su brani tratti dal repertorio di Luigi Dallapiccola e Carlo Prosperi (ingresso libero).

Lunedì 6 maggio alle 11 appuntamento con la Lectio magistralis di Luciano Alberti nll’Aula Magna dell’Università degli Studi di Firenze dal titolo Dallapiccola e la Firenze dei compositori, per proseguire alle 16 Biblioteca Nazionale Centrale (il regno di Laura Dallapiccola, moglie del compositore) con il concerto In biblioteca, nel nome di Laura su musiche di Romano Pezzati, Carlo Prosperi, Mario Castelnuovo-Tedesco, Riccardo A. Luciani, Luigi Dallapiccola e Rosario Mirigliano (ingresso libero). La tre giorni si concluderà la sera di lunedì 6 maggio alle 20 con un Concerto dei Solisti e dell’Orchestra del Conservatorio di Musica “Luigi Cherubini” diretto da Paolo Ponziano Ciardi al Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, nel quale saranno presentati quattro giovanissimi solisti che eseguiranno brani per soli e orchestra di Luigi Dallapiccola, Carlo Prosperi e Richard Strauss (ingresso 5 euro).
Ultimo appuntamento, a un mese di distanza, sabato 8 giugno alle 18 nella Sala del Buonumore “Pietro Grossi” del Conservatorio di Musica Luigi Cherubini quando si terrà il Concerto dei giovani direttori d’orchestra del Cherubini con l’Ensemble Luigi Dallapiccola su musiche di Luigi Dallapiccola, Carlo Prosperi e Romano Pezzati (ingresso libero) .

Tutti i diversi appuntamenti dei Dallapiccola Days saranno legati da un racconto di Mario Ruffini, che farà rivivere – attraverso la città – i paradigmatici 6.000 passi di Luigi Dallapiccola alla scoperta, con Dante, di Firenze.
Il compositore istriano-fiorentino Luigi Dallapiccola ha segnato la storia musicale del Novecento, riassumendo in emblema sia le conquiste tecniche della dodecafonia, sia le tragiche vicende dell’intero secolo, vissute in prima persona e trasformate in una significativa e irripetibile traversata artistica. Ecco perché Dallapiccola è Firenze: perché Dallapiccola è la nostra storia. Dallapiccola siamo noi. Arrivato a Firenze dall’Istria nel 1922, quando aveva 18 anni, Luigi Dallapiccola è stato in Conservatorio, ininterrottamente dal 1923 al 1967, prima da studente (1923-1931), poi da docente (1931-1967); è stato eseguito al Maggio Musicale Fiorentino ininterrottamente per dieci anni dalla prima edizione del 1933, e poi regolarmente fino agli anni Novanta del Novecento; nel 1974 è stato insignito della Medaglia d’oro dalla Città di Firenze, proprio per aver portato a Firenze, con la sua persona, il baricentro di tutta la musica italiana. Dallapiccola, un Ulisse del Novecento capace di solcare i tumultuosi mari del secolo scorso e trasformare in arte i drammi affrontati nel corso della sua esistenza.
Da sottolineare la partecipazione istituzionale della Casa Circondariale di Sollicciano, dell’Istituto degli Innocenti, della Società Canottieri e dell’Associazione dei Renaioli, dell’Accademia delle Arti del Disegno, del Lyceum Club Internazionale di Firenze, dell’Institut français, della Biblioteca Nazionale Centrale e dell’Università degli Studi di Firenze.

Il tutto con il fondamentale contributo dalla Fondazione CR Firenze. Si aggiunga altresì il supporto della Treccani e delle Edizioni Suvini Zerboni.

FIRENZE DEI BAMBINI 2019

FIRENZE DEI BAMBINI 2019

Evento di Apertura

 

LEONARDO E LE MACCHINE SONORE 

Venerdì 12 aprile 2019 h. 17.00

SALONE DEI CINQUECENTO - PALAZZO VECCHIO, FIRENZE

 

ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili

 

Guido Corti, direttore

Marlene Fuochi, pianoforte

Wind Band del Conservatorio Cherubini di Firenze

Con la collaborazione di Natacha Fabbri

MAGGIORI INFORMAZIONI

Il progetto, specificatamente dedicato a bambini e famiglie, racconterà attraverso esempi musicali e racconti l’evoluzione degli strumenti musicali presentati come vere e proprie “macchine” sonore, tematica questa sviluppata da Leonardo sia per utilizzo militare che per intrattenimento (ne fanno fede i molti articolati progetti di strumenti musicali del genio toscano). 

Spiegheremo quindi la trasformazione che questi strumenti hanno avuto negli oltre quattro secoli di storia e quanto il visionario ingegnere-inventore fosse anche profondo conoscitore dell’arte musicale. Il tentativo di progettare, inventare e realizzare strumenti completamente inediti testimonia come Leonardo intendesse contribuire in maniera fondamentale, con il suo genio, alla Musica.

I più semplici riguardano appunto strumenti per lo più con impiego militare: tamburi meccanici di vario tipo, trainati da animali o azionati da leve mosse da suonatori. In questi progetti semplici Leonardo cerca di automatizzare il funzionamento dello strumento rendendone più semplice ed efficace l'utilizzo. Il più celebre tra questi è sicuramente il tamburo meccanico disegnato sul Codice Atlantico.

La Lira a forma di teschio è un altro celebre strumento disegnato da Leonardo, così come la viola organista e la clavi-viola, oltre a decine di progetti di strumenti musicali estremamente complessi progettati da Leonardo e  mai realizzati.  

L'incontro terminerà poi con una esecuzione di musiche con gli strumenti evoluti dei nostri giorni nostri, musiche nate per concerti o per accompagnare le feste di oggi come quelli Leonardeschi fecero ai tempi dell'artista. In programma musiche di Gershwin.

SEMINARIO DI INTERPRETAZIONE ORGANISTICA

 

Conservatorio “Luigi Cherubini” – Firenze 

XI SEMINARIO DI INTERPRETAZIONE 

La musica organistica di J. S. Bach 

Larciano - Chiesa di S. Rocco dal 24 al 26 Aprile 2019 

Docente: prof. Giovanni Clavorà Braulin 

 

Il seminario è dedicato all’interpretazione delle opere per organo di J. S. Bach alla luce delle testimonianze coeve, della trattatistica dell’epoca e dei compositori che – prossimi a J. S. Bach sia dal punto di vista temporale che culturale – hanno lasciato nelle loro opere preziose indicazioni di registrazione. 

Durante il seminario sarà usato il pregevole strumento costruito da G. Ghilardi nel 2005 per la chiesa di S. Rocco, realizzato secondo i canoni dell’organaria classica e ispirato idealmente ad una concezione fonica riconducibile al barocco tedesco. Ripartito in Rückpositiv, Hauptwerk, Brustwerk, Pedal, esso permette con un alto grado di approssimazione l’esecuzione di musiche del periodo di riferimento. 

Il seminario è riservato agli studenti del Conservatorio di Musica “Luigi Cherubini” di Firenze. Potranno comunque frequentare quanti ne faranno richiesta. 

 

CALENDARIO DEI LAVORI 

Mercoledì 24 aprile 2019 

ore 10.30 – 11.30 Conferenza introduttiva: "J. S. Bach - Compositore e virtuoso" 

ore 11.30 - 18.00 lezioni e studio individuale 

Giovedì 25 aprile 2019 

ore 9.00 - 10.30 lezioni e studio individuale 

ore 10.30 – 11.30 Conferenza: "Il Pedale in Bach - Notazione e prassi esecutiva" 

ore 11.30 - 18.00 lezioni e studio individuale 

Venerdì 26 aprile 2019 

ore 9.00 - 18.00 lezioni e studio individuale 

Venerdì 26 aprile 2019 – ore 21.00 

CONCERTO D’ORGANO dei partecipanti 

SALOTTO JAZZ con Gegé Telesforo RINVIATO

L'appuntamento di Salotto Jazz con Gegè Telesforo, previsto lunedì 8 Aprile è RINVIATO a nuova data

A causa di sopraggiunti impedimenti indipendenti dall'artista l’appuntamento con Salotto Jazz e Gegè Telesforo in programma Lunedì 08/04/2019 presso la Sala del Buonumore del Conservatorio L. Cherubini di Firenze è rinviato a data da destinarsi.

I biglietti acquistati sono comunque rimborsabili entro il 30 aprile nel punto vendita dove è stato effettuato l'acquisto. Per gli acquisti on line è possibile effettuare il rimborso direttamente su www.ticketone.it
.
Per rimanere aggiornato su tutti gli eventi in programma visita il nostro sito eventimusicpool.it

 

Info: Music Pool 055 240397 This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
Prevendite: info 055 240397 – 055 210804 www.eventimusicpool.it - www.ticketone.it – www.boxofficetoscana.it
Ufficio Stampa 055 240397

Page 1 of 83
 
     

DIDATTICA DIGITALE

AEC Logo transparent

banner_2_sito.jpg

 
   
         
   
   
Conservatorio di Musica
Luigi Cherubini

Piazza delle Belle Arti 2
50122 Firenze
Tel. +39 055 298 9311
Fax +39 055 239 6785
Posta certificata (PEC): protocollo.consfi@pec.it
Codice Fiscale 80025210487
© 2014

Area Riservata
Docenti
Referenti
Amministrativi
Coadiutori