logo top

 

 
 

TOP cherubini

 
 

 
       
 
 
 
Esito esami Previgente Ordinamento e CFP

ALTA FORMAZIONE: IDONEI E IMMATRICOLABILI A.A. 2018-19

ALTA FORMAZIONE

Graduatoria dei Candidati IDONEI e dei Candidati IMMATRICOLABILI

A.A. 2018/2019

Arpa (biennio)

Cognome

Nome

Voto

Idoneità

IMMATRICOLABILE

Classe del Prof./ssa

1

Ierardi

Matteo

30/30

PINTO

2

Dezaire

Floriandre

30/30

PINTO

Arpa (triennio)

Cognome

Nome

Voto

Idoneità

IMMATRICOLABILE

Classe del Prof./ssa

1

Stanghellini

Elisabetta

30/30

PINTO

Basso Tuba (biennio)

Cognome

Nome

Voto

Idoneità

IMMATRICOLABILE

Classe del Prof./ssa

1

Pelli

Nicola

26/30

GAZZOLDI

Batteria e Percussioni Jazz (triennio)

Cognome

Nome

Voto

Idoneità

IMMATRICOLABILE

Classe del Prof./ssa

1

Gallitelli

Giuseppe

24/30

PAOLI

2

Dolce

Riccardo

23/30

NO

3

Anifantakis

Athanasios Andrea

21/30

NO

4

Guidi

Gabriele

19/30

NO

Canto (biennio)

Cognome

Nome

Voto

Idoneità

IMMATRICOLABILE

Classe del Prof./ssa

1

Bellocci

Eleonora

30/30

DEBOLINI

2

Park

Youngjun

30/30

DEBOLINI

3

Venuti

Francesco Samuele

29/30

TADDEI

4

Chen

Hai

29/30

DEBOLINI

5

Ariza Garcia

Francisco Javier

29/30

FABBRINI

6

Surace

Giuseppe

28/30

TADDEI

7

Stella

Beatrice

28/30

DI GENNARO

8

Casai

Ilaria

27/30

TADDEI

9

Avakyan

Oganes

27/30

DEBOLINI

10

Sullivan

Kyle Patrick

26/30

FABBRINI

11

Dozio Pinchuk

Mira

25/30

FABBRINI

12

Cepparolli

Omar

25/30

FABBRINI

13

Mercuriali

Francesca

24/30

TADDEI

14

Storcevaja

Anastasija

24/30

DI GENNARO

15

Fulignati

Maila

24/30

DI GENNARO

16

Zhang

Xinrui

23/30

DI GENNARO

17

Gao

Ruizi

20/30

(posto riservato progetto Turandot)

CASTRIOTA

18

Abdikarimova

Ulpan

23/30

NO

19

Liu

Hongyi

22/30

NO

20

Myung

Sungeun

22/30

NO

21

Chen

Rui

22/30

NO

22

Doto

Francesco Domenico

21/30

NO

Canto (triennio)

Cognome

Nome

Voto

Idoneità

IMMATRICOLABILE

Classe del Prof./ssa

1

Hertsak

Nikoletta

30/30

FABBRINI

2

Kokareva

Mariia

29/30

DEBOLINI

3

Ronconi

Eleonora

28/30

TADDEI

4

Cid Tarrio

Rosalia Manuela

27/30

DEBOLINI

5

Cucinotta

Federico

27/30

FABBRINI

6

Spessot

Silvia

26/30

DEBOLINI

7

Costa Garcia

David

24/30

DI GENNARO

8

Ramos Priego

Domingo

24/30

NO

9

Peruzzi

Viola

23/30

NO

10

Lin

Jade

23/30

NO

11

Choi

Haeun

22/30

NO

12

Roberts

Edward

21/30

NO

13

Fan

Jiacheng

20/30

NO

14

         Murshudli Lala 19/30

SÌ 

NO  

Canto Rinascimentale e Barocco (biennio)

Cognome

Nome

Voto

Idoneità

IMMATRICOLABILE

Classe del Prof./ssa

1

Blanda

Alice Elettra

30/30

VACCARI

2

Oyarzabal Pinan

Beatriz

29/30

VACCARI

3

Hu

Jiayi

25/30

NO

4

Li

Chen Jie

24/30

NO

5

Huang

Huan

23/30

NO

6

Weng

Shumei

21/30

NO

Canto Rinascimentale e Barocco (triennio)

Cognome

Nome

Voto

Idoneità

IMMATRICOLABILE

Classe del Prof./ssa

1

Haziraj

Shkurta

28/30

VACCARI

2

Mariani

Cora

27/30

VACCARI

3

Tasato

Tomonori

26/30

NO

4

Weng

Shumei

24/30

NO

5

Anton

Emma Andreea

22/30

NO

6

Bahraei

Farazmehr

20/30

NO

7

Li

Yufeng

19/30

NO

8

Musliu

Arbios

18/30

 NO

Chitarra (biennio)

Cognome

Nome

Voto

Idoneità

IMMATRICOLABILE

Classe del Prof./ssa

1

Scofano

Luca

29/30

CUOGHI

2

Solano Ramos

Johnny Leonardo

29/30

ROMANO

3

Tellini Florenzano

Maria

28/30

ROMANO

4

Pugliese

Simone

22/30

ROMANO

Chitarra (triennio)

Cognome

Nome

Voto

Idoneità

IMMATRICOLABILE

Classe del Prof./ssa

1

Zarak

Aleksandar

30/30

CUOGHI

2

Brizzi

Matteo

29/30

ROMANO

3

Turri

Alessio

24/30

CUOGHI

Chitarra Jazz (biennio)

Cognome

Nome

Voto

Idoneità

IMMATRICOLABILE

Classe del Prof./ssa

1

Sturlini

Vieri

30/30

IASEVOLI

2

Ferrari

Iacopo

29/30

IASEVOLI

3

Cresci

Filippo

26/30

NO

Chitarra Jazz (triennio)

Cognome

Nome

Voto

Idoneità

IMMATRICOLABILE

Classe del Prof./ssa

1

Zocchi

Federica

30/30

IASEVOLI

2

Barone

Lorenzo

27/30

NO

3

Cocci

Pablo

27/30

NO

4

Mauro

Elio

26/30

NO

5

Anichini

Andrea

26/30

NO

6

Carpentieri

Niccolò

25/30

NO

7

Moggi

Alessandro

25/30

NO

8

Frosini

Guido

25/30

NO

9

Carbone

Marco

25/30

NO

10

Cennini

Andrea

25/30

NO

11

Salerno

Simone

24/30

NO

12

Pizzolli

Michele

24/30

NO

13

Giovannini

Niccolo

19/30

NO

Clarinetto (biennio)

Cognome

Nome

Voto

Idoneità

IMMATRICOLABILE

Classe del Prof./ssa

1

Cokic

Aleksandar

29/30

BATTISTELLI

Clarinetto (triennio)

Cognome

Nome

Voto

Idoneità

IMMATRICOLABILE

Classe del Prof./ssa

1

Kostic

Uros

30/30

BATTISTELLI

2

Nocentini

Matteo

30/30

BATTISTELLI

3

Colic

Teodora

27/30

BATTISTELLI

4

Galli

Giulio

26/30

BATTISTELLI

5

Luan

Jingjing

24/30

BATTISTELLI

6

Camilleri

Karl

20/30

NO

Clavicembalo e Tastiere Storiche (biennio)

Cognome

Nome

Voto

Idoneità

IMMATRICOLABILE

Classe del Prof./ssa

1

Giunchi

Gabriele

26/30

FEDI

Composizione (triennio)

Cognome

Nome

Voto

Idoneità

IMMATRICOLABILE

Classe del Prof./ssa

1

Landi

Filippo

29/30

FURLANI

1

Puca

Massimo

28/30

BECHERI

Composizione Jazz (biennio)

Cognome

Nome

Voto

Idoneità

IMMATRICOLABILE

Classe del Prof./ssa

1

Nesi

Marcello

27/30

FASSI

Contrabbasso (triennio)

Cognome

Nome

Voto

Idoneità

IMMATRICOLABILE

Classe del Prof./ssa

1

Niba

Alessandro

27/30

CAPANNI

Corno (triennio)

Cognome

Nome

Voto

Idoneità

IMMATRICOLABILE

Classe del Prof./ssa

1

Stojko

Juri

28/30

CORTI

 

Didattica della Musica (biennio)

Cognome

Nome

Voto

Idoneità

IMMATRICOLABILE

Classe del Prof./ssa

1

D'aurizio

Iris Eleonora

27/30

2

Fedi

Elena

21/30

Didattica della Musica (strumento) (triennio)

Cognome

Nome

Voto

Idoneità

IMMATRICOLABILE

Classe del Prof./ssa

1

Deininger

Angelika Maria

27/30

2

Gatto

Giulia

25/30

3

Tinti

Silvia

20/30

Direzione d'orchestra (triennio)

Cognome

Nome

Voto

Idoneità

IMMATRICOLABILE

Classe del Prof./ssa

1

Tinacci

Andrea

27/30

PINZAUTI

2

Stojkovic

Miljana

24/30

PINZAUTI

Direzione di coro (Triennio)

Cognome

Nome

Voto

Idoneità

IMMATRICOLABILE

Classe del Prof./ssa

1

Kandelaki

Sopiko

27/30

ANASTASI

Fisarmonica (biennio)

Cognome

Nome

Voto

Idoneità

IMMATRICOLABILE

Classe del Prof./ssa

1

Ardizzone

Carlo

30/30

BATTISTON

Flauto (biennio)

Cognome

Nome

Voto

Idoneità

IMMATRICOLABILE

Classe del Prof./ssa

1

Petrognani

Agata Smeralda

28/30

DESIDERI

Flauto (triennio)

Cognome

Nome

Voto

Idoneità

IMMATRICOLABILE

Classe del Prof./ssa

1

Belardi

Maria Chiara

28/30

PELLI

2

Valente

Roberta

27/30

BALZANI

3

Mannucci

Filippo

26/30

PELLI

4

Butricchi

Annalisa

25/30

BALZANI

5

Maffei

Altea

24/30

DESIDERI

6

Pestelli

Daria

21/30

DESIDERI

7

Lagana'

Andrea

20/30

DESIDERI

8

Xu

Lumeng

20/30

DESIDERI

9

Aliquo' Mazzei

Valeria

19/30

DESIDERI

10

La Bella

Alessandro Gaetano

18/30

DESIDERI

Maestro Collaboratore (biennio)

Cognome

Nome

Voto

Idoneità

IMMATRICOLABILE

Classe del Prof./ssa

1

Vorobieva

Irina

28/30

SEVERI

2

Masoni

Lorenzo

27/30

BARGAGNA

3

Zarbo

Angelo

25/30

SEVERI

4

Kim

Hyunji

24/30

SEVERI

Musica da Camera (biennio)

Cognome

Nome

Voto

Idoneità

IMMATRICOLABILE

Classe del Prof./ssa

1

Cotton

Michael

30/30

DE SANTIS

2

Brusoni

Simone

30/30

MEALLI

3

Manuguerra

Alice

29/30

MEALLI

4

Mascilli Migliorini

Lorenzo

28/30

DE SANTIS

5

Tomei

Sara

28/30

MEALLI

6

Chen

Jiahui

27/30

DE SANTIS

7

Pratesi

Guido

27/30

DE SANTIS

8

Miozza

Vincenzo Francesco

27/30

MEALLI

9

Maestri

Marco

26/30

CALDINI

10

Di Costanzo

Marianna

26/30

CALDINI

11

Berti

Daniele

25/30

CALDINI

12

Innocenti

Luca

25/30

MEALLI

13

Fedi

Elena

24/30

RUSSO

14

Colella

Massimo

24/30

MEALLI

Musica e Nuove Tecnologie (biennio)

Cognome

Nome

Voto

Idoneità

IMMATRICOLABILE

Classe del Prof./ssa

1

Paolini

Jacopo

30/30

2

Alberghini

Marco

30/30

3

Del Fante

Luca

29/30

4

Levantesi

Alessandro

29/30

5

Qin

Yujia

28/30

6

Matteucci

Gian Maria

28/30

7

Useche González

AndrÉs Leonardo

28/30

Musica Elettronica (triennio)

Cognome

Nome

Voto

Idoneità

IMMATRICOLABILE

Classe del Prof./ssa

1

Bruschi

Francesco

30/30

2

Gori

Niccolò

30/30

3

Salvadori

Leonardo

30/30

4

Materassi

Marta

30/30

5

Di Biagio

Gabriele

30/30

6

Fibucchi

Luca

30/30

7

Maccari

Flavio

30/30

8

Valleggi

Marco

30/30

9

Ghiribelli

Matteo

30/30

10

Python

Yannic

30/30

11

Orlandini

Valerio

30/30

12

Viciani

Riccardo

29/30

13

Agnelli

Francesco

29/30

14

Luciotto

Viola

29/30

15

Romiti

Viola

29/30

16

Furriku

Donald

29/30

17

Tenti

Marco

29/30

18

Carimando

Gabriele

28/30

19

Milani

Lorenzo

28/30

20

Fazilatkhah

Mohsen

28/30

21

Bartolacci

Davide

27/30

22

Azzurri

Thomas

27/30

23

Simsek

Mikail

27/30

Musica Vocale da Camera (biennio)

Cognome

Nome

Voto

Idoneità

IMMATRICOLABILE

Classe del Prof./ssa

Blessano

Alfredo

30/30

DE LISI

1

Camponovo

Paola

30/30

DE LISI

2

Cheng

Hsiang-yuan

28/30

DE LISI

Galli

Daniele

28/30

DE LISI

3

Fedeli

Francesca

28/30

DE LISI

4

Lin

Jade

27/30

DE LISI

Zhang

Chaoying

27/30

DE LISI

5

Lee

Boram

26/30

DE LISI

6

Xu

Jiakang

25/30

DE LISI

7

Ryu

Howon

24/30

DE LISI

8

Terranova

Deborha

24/30

DE LISI

9

Wang

Yize

21/30

DE LISI

10

Yi

Tao

20/30

DE LISI

11

Gao

Ruizi

20/30

DE LISI

12

Marenych

Bohodar

20/30

NO

13

Huang

Huan

18/30

NO

Musica Vocale da Camera - pianisti (triennio)

Cognome

Nome

Voto

Idoneità

IMMATRICOLABILE

Classe del Prof./ssa

Wu

Shangze

26/30

DE LISI

Musica Vocale da Camera - cantanti (triennio)

Cognome

Nome

Voto

Idoneità

IMMATRICOLABILE

Classe del Prof./ssa

1

Ortiz

Rodrigo

30/30

DE LISI

2

Wu

Yingying

24/30

DE LISI

3

Xu

Jiakang

22/30

NO

4

Li

Yufeng

18/30

NO

Organo (triennio)

Cognome

Nome

Voto

Idoneità

IMMATRICOLABILE

Classe del Prof./ssa

1

Tovar

Teresa

26/30

CLAVORA’

Pianoforte (biennio)

Cognome

Nome

Voto

Idoneità

IMMATRICOLABILE

Classe del Prof./ssa

1

Guasconi

Matteo

28/30

GIUNTOLI

2

Rao

Yingzhe

27/30

D’ATRI

3

Kim

Hannah

27/30

GIUNTOLI

4

Yang

Wenning

23/30

D’ATRI

5

Zalesova

Elena

22/30

RANIERI

6

Frigenti

Martina

21/30

BIGONGIARI

7

Guo

Yi Meng

20/30

RANIERI

8

Colella

Massimo

18/30

MASINI

Pianoforte (triennio)

Cognome

Nome

Voto

Idoneità

IMMATRICOLABILE

Classe del Prof./ssa

1

Fiorella

Ruggiero

28/30

GIORGETTI

2

Kim

Hannah

28/30

GIUNTOLI

3

Redigonda

Andrea

27/30

D’ATRI

4

Scalzo

Andrea

26/30

CARUNCHIO

5

Salvietti

Sara

24/30

BIGONGIARI

6

Melani

Alexandr

23/30

GIUNTOLI

7

Dell'aversano

Sara

20/30

BIGONGIARI

8

Dai

Weisi

19/30

GIUNTOLI

9

Ye

Tong

18/30

RANIERI

Pianoforte Jazz (triennio)

Cognome

Nome

Voto

Idoneità

IMMATRICOLABILE

Classe del Prof./ssa

1

Panerai

Thomas Liam

24/30

FASSI

Saxofono (biennio)

Cognome

Nome

Voto

Idoneità

IMMATRICOLABILE

Classe del Prof./ssa

1

Marzà

Ruben

28/30

FRATI

2

Principe

Christian

27/30

FRATI

3

Cortopassi

Fabrizio

26/30

FRATI

Saxofono (triennio)

Cognome

Nome

Voto

Idoneità

IMMATRICOLABILE

Classe del Prof./ssa

1

Proietti

Eleonora

25/30

FRATI

Strumentazione per Orchestra di Fiati (biennio)

Cognome

Nome

Voto

Idoneità

IMMATRICOLABILE

Classe del Prof./ssa

1

Centorbi

Gabriele

28/30

GRAZIOSI

2

Salvaggio-

Marco

30/30

GRAZIOSI

Strumenti a Percussione (biennio)

Cognome

Nome

Voto

Idoneità

IMMATRICOLABILE

Classe del Prof./ssa

1

Crulli

Niccolò

30/30

FONTANA

Strumenti a Percussione (triennio)

Cognome

Nome

Voto

Idoneità

IMMATRICOLABILE

Classe del Prof./ssa

1

Giacomoni

Filippo

30/30

FONTANA

2

Mercuriali

Lorenzo

30/30

FONTANA

Tromba (triennio)

Cognome

Nome

Voto

Idoneità

IMMATRICOLABILE

Classe del Prof./ssa

1

Sbenghe

Mihai

27/30

PIERACCINI

Trombone (biennio)

Cognome

Nome

Voto

Idoneità

IMMATRICOLABILE

Classe del Prof./ssa

1

Dubovci

Fatbardh

26/30

PUCCIARMATI

Viola (biennio)

Cognome

Nome

Voto

Idoneità

IMMATRICOLABILE

Classe del Prof./ssa

1

Kovacaj

Mateos

28/30

IN ATTESA DI NOMINA

2

Morano

Tommaso

26/30

IN ATTESA DI NOMINA

3

Ganzorig

Khulan

26/30

IN ATTESA DI NOMINA

4

Mori

Elisa

26/30

IN ATTESA DI NOMINA

5

Tagliabue

Giacomo

25/30

IN ATTESA DI NOMINA

Violino (biennio)

Cognome

Nome

Voto

Idoneità

IMMATRICOLABILE

Classe del Prof./ssa

1

Filippini

Anastasia

30/30

IN ATTESA DI NOMINA

2

Capozzi

Virginia

27/30

NESI

3

Wu

Siqi

24/30

ANEDDA

4

Liu

Zhiyuan

23/30

MAFFEI

5

Gaci Scaletti

Diana

22/30

MAFFEI

6

Longarini

Amanda

22/30

MAFFEI

7

Corrado

Francesco

21/30

MAFFEI

8

Ma

Xiao

20/30

IN ATTESA DI NOMINA

Violino (triennio)

Cognome

Nome

Voto

Idoneità

IMMATRICOLABILE

Classe del Prof./ssa

1

Iadanza

Livia

30/30

ANEDDA

2

Mura

Chiara

30/30

MOTZO

3

Sammartano

Irene

28/30

ANEDDA

4

Pancini

Emma

28/30

ANEDDA

5

Cokic

Jana

28/30

MAFFEI

6

Procacci

Niccolò

27/30

NESI

7

Bianchi

Edoardo

26/30

ANEDDA

8

Ferracci

Giacomo Heita

26/30

NESI

9

Fubiani

Matilde

24/30

IN ATTESA DI NOMINA

10

Fattori

Greta

23/30

NESI

11

Lobo Maradiaga

Maria Jacaranda

23/30

MAFFEI

12

Celestini

Noemi

22/30

IN ATTESA DI NOMINA

13

Landi

Neri

20/30

IN ATTESA DI NOMINA

14

Misirlis

Pavlos

19/30

IN ATTESA DI NOMINA

15

Chu

Jingyu

18/30

MOTZO

Violoncello (biennio)

Cognome

Nome

Voto

Idoneità

IMMATRICOLABILE

Classe del Prof./ssa

1

Sharp

Amelia

30/30

LABELLA

2

Ascione

Leonardo

30/30

NANNONI

3

Gaddi

Mariachiara

29/30

NANNONI

4

Stewart

Tyler James

29/30

LABELLA

5

Volcan

Andrea

29/30

LABELLA

6

Italiani

Erika

28/30

NANNONI

7

Petrucci

Giacomo

28/30

LABELLA

8

Belli

Corinna

27/30

LABELLA

9

Mena

Ignacio

27/30

SCARSELLI

Violoncello (triennio)

Cognome

Nome

Voto

Idoneità

IMMATRICOLABILE

Classe del Prof./ssa

1

Tazzari

Martino

30/30

SCARSELLI

2

Ferri

Francesca

29/30

LABELLA

3

Mondati

Teresa

28/30

LABELLA

4

Pasquini

Silvia, Camille

21/30

LABELLA

5

Frullani

Giulia

20/30

SCARSELLI

6

Bartoli

Sofia

18/30

LABELLA

7

Hao

Danni

18/30

SCARSELLI

Notte dei Ricercatori - "Bright 2018"

NOTTE DEI RICERCATORI
Venerdì 28 settembre ore 21
La Notte in musica
Teatro del Maggio Musicale Fiorentino (Piazzale Vittorio Gui, 1 – Firenze)

Torna venerdì 28 settembre 2018 la Notte dei ricercatori, l’iniziativa della Commissione Europea nata per promuovere la diffusione della cultura scientifica, lanciata in Toscana con il titolo “Bright 2018”.

Il Conservatorio aderisce anche quest'anno alla Notte dei Ricercatori, iniziativa promossa dalla Commissione Europea fin dal 2005 coinvolge ogni anno migliaia di ricercatori e istituzioni di ricerca in tutti i paesi europei. Firenze, e in particolare l’Università degli studi di Firenze, aderisce a questo progetto europeo e ha chiesto la collaborazione dei Conservatori toscani per la realizzazione di una conferenza-concerto-spettacolo il 28 settembre. L’iniziativa sarà ospitata presso il Teatro dell’Opera di Firenze, e gode quindi della collaborazione della Fondazione Maggio Musicale Fiorentino. Come filo conduttore il testo scritto dal Rettore Prof. Luigi Dei intitolato “L’origine della specie musicale. Una notte di evoluzioni sinfoniche”.
Ai conservatori toscani, nell’ambito del progetto OTC, è affidata l’intera gestione musicale del progetto. Capofila del progetto è il Conservatorio di Firenze, nella persona del M. Paolo Ponziano Ciardi.



Lo spettacolo mette in scena una crociera guidata da Charles Darwin, che farà scoprire agli spettatori l’incredibile evoluzione della musica sinfonica, da Vivaldi a Nino Rota, attraverso i protagonisti di 300 anni di storia musicale e civile. Il testo è di Luigi Dei, rettore dell’Ateneo fiorentino, che lo reciterà insieme a Giovanni Vitali. Paolo Ponziano Ciardi dirige l'Orchestra Toscana dei Conservatori con elementi aggiunti dell’Orchestra dell’Università degli studi di Firenze (direttore Gabriele Centorbi).
Musiche di Antonio Vivaldi, Johann Sebastian Bach, Wolfgang Amadeus Mozart, Ludwig van Beethoven, Hector Berlioz, Richard Wagner, Johannes Brahms, Gustav Mahler, Igor’ Fëdorovič Stravinskij, George Gershwin, The Beatles, Nino Rota (arr. Francesco Oliveto)

Ingresso libero. Prenotazione obbligatoria.
Prenotazioni su https://www.eventbrite.it/e/biglietti-lorigine-della-specie-musicale-una-notte-di-evoluzioni-sinfoniche-50112574058

Cherubini: boom di eventi e domande d'iscrizione

Calendario 2018/2019 al via sabato 22 settembre con il convegno

“Firenze e la musica strumentale del secondo Ottocento: Abramo Basevi, Giulio Briccialdi, Cesare Ciardi” Cherubini: boom di eventi e domande d'iscrizione

Rispetto al precedente anno accademico l'incremento sulle richieste d'ammissione è del 17%. Numerose iniziative in programma che vedranno protagonisti studenti, professori e prestigiosi ospiti. Intensa l'attività di apertura al contesto internazionale che vede il Conservatorio attivo in Europa, Usa, Cina, Iran ed Emirati Arabi Uniti

Firenze - 21 settembre 2018 - Oltre 100 corsi accademici nella offerta formativa, un aumento delle domande d'iscrizione del 17% rispetto al precedente anno accademico e centinaia di concerti ed eventi che vedono impegnati studenti e professori del Cherubini in un fitto calendario che prenderà il via questo sabato 22 settembre in occasione del convegno “Firenze e la musica strumentale del secondo Ottocento: Abramo Basevi, Giulio Briccialdi, Cesare Ciardi”.
Oltre all'intensa attività di apertura al contesto internazionale, sono queste le novità più importanti che emergono dall'analisi dei dati sulle domande d'ammissione e dalla consultazione del calendario delle attività di produzione del Conservatorio Cherubini. In aumento le richieste per i corsi di alta formazione, dato che conferma la vocazione dell'Istituto come scuola di perfezionamento. Dei 574 richiedenti dell'anno accademico 2018/2019, tutti con un elevato livello di preparazione, soltanto il 45% potrà accedere ai corsi.

Nella lunga lista di appuntamenti che vedono protagonista il Conservatorio spicca sicuramente il sopracitato convegno dedicato a Basevi, Briccialdi e Ciardi. L'appuntamento prende spunto dalla fortunata coincidenza nella celebrazione del bicentenario dalla nascita (1818) di questi tre importantissimi musicisti e si terrà il 22, 23 e 24 settembre presso il Conservatorio, la Biblioteca Marucelliana, la Biblioteca Riccardiana e il Lyceum Club Internazionale. L'iniziativa vedrà la presenza di musicisti e studiosi di fama internazionale e sarà ricco di eventi correlati: concerti, mostre, donazioni, pubblicazioni.
Abramo Basevi, tra i fondatori del Regio Istituto, poi Conservatorio, operò a livello europeo dando un impulso fondamentale alla ricerca e alle innovazioni in campo musicale e musicologico. Tutta la sua famiglia era accomunata da una passione bibliofila di alto livello, e contribuì, con lasciti di documenti e libri di ogni genere, ad arricchire le biblioteche fiorentine. Nel nostro caso, i quasi 4.000 libri musicali donati da Basevi alla Biblioteca del Conservatorio, rappresentano un unicum e ancora oggi sono oggetto di studi continui da parte di musicologi di tutto il mondo.
Giulio Briccialdi e Cesare Ciardi, entrambi straordinari flautisti, sono tutt'ora conosciuti per le loro importanti opere. Il primo, amico intimo di Liszt, fu docente al Cherubini e anche ideatore di un rivoluzionario modello di flauto. Il secondo, nato a Prato, svolse gran parte della sua carriera a San Pietroburgo, come docente e musico di Corte.
Il Convegno prenderà il via sabato 22 settembre alle ore 10 presso la Sala del Buonumore “Pietro Grossi” e vedrà la presenza fra gli altri del Sindaco di Firenze Dario Nardella, del Presidente Consiglio Regionale della Toscana Eugenio Giani, del Capo della Segreteria Culturale del Comune di Firenze Tommaso Sacchi, dell'Assessore alla Cultura del Comune di Prato Simone Mangani, oltre al Presidente del Conservatorio Pasquale Maiorano e del Direttore Paolo Zampini.
L'evento è realizzato con il contributo dell'Istituto Internazionale "Lorenzo de' Medici" – Firenze, Polistampa – Firenze, Fondazione Enzo Hruby – Milano, Fondazione Ente Cassa di Risparmio di Firenze, FUP Firenze University Press, Consiglio Regionale Toscano, Onerati Strumenti Musicali – Firenze Zanobini Vinattieri in Firenze. Con il patrocinio di Anno europeo patrimonio culturale, Consiglio Regionale Toscano, Comune di Firenze, Comunità ebraica di Firenze, MIUR, MIBACT, Università di Firenze. 

La vitalità e l'eterogeneità della musica classica declinata al futuro è affidata alla seconda edizione di fff Fortissimissimo Firenze Festival, organizzata dagli Amici della Musica Firenze su progetto artistico di Andrea Lucchesini. La rassegna, che è partita lo scorso 20 settembre e che si protrarrà fino al 7 ottobre presso la Sala del Buonumore Pietro Grossi del Conservatorio Cherubini, è inserita nel calendario dell'Estate Fiorentina 2018 (ingresso 5 €).

Il Conservatorio aderisce anche quest'anno alla Notte dei Ricercatori, iniziativa promossa dalla Commissione Europea fin dal 2005 coinvolge ogni anno migliaia di ricercatori e istituzioni di ricerca in tutti i paesi europei. Firenze, e in particolare l’Università degli studi di Firenze, aderisce a questo progetto europeo e ha chiesto la collaborazione dei Conservatori toscani per la realizzazione di una conferenza-concerto-spettacolo il 28 settembre. L’iniziativa sarà ospitata presso il Teatro dell’Opera di Firenze, e gode quindi della collaborazione della Fondazione Maggio Musicale Fiorentino. Come filo conduttore il testo scritto dal Rettore Prof. Luigi Dei intitolato Conversando con Darwin. Dei generi musicali e di tanto alto. Ai conservatori toscani, nell’ambito del progetto OTC, è affidata l’intera gestione musicale del progetto. Capofila del progetto è il Conservatorio di Firenze, nella persona del M. Paolo Ponziano Ciardi.

Numerose classi del Cherubini saranno protagoniste nei concerti finali dell'anno accademico appena concluso che si terranno il 26 settembre, il 2 e l'8 ottobre presso la Sala del Buonumore Pietro Grossi (Ingresso libero), mentre sabato 6 ottobre alle 20:30 (con replica lunedì 8 ottobre nello stesso orario) il Conservatorio presenterà presso il Teatro dell'Affratellamento il proprio omaggio alla figura del compositore fiorentino Mario Castelnuovo-Tedesco (Firenze, 3 aprile 1895 – Beverly Hills, 16 marzo 1968) nel cinquantenario della sua scomparsa.
Sarà eseguita in forma semi-scenica l'opera da camera L'importanza di esser Franco, un vero e proprio unicum nella produzione operistica di tutti i tempi essendo scritta per 8 cantanti, 2 pianoforti e strumenti a percussione. Un puro e totale divertissement musicale, scritto senza esser stato commissionato e senza scadenze temporali all'insegna del motto “e lasciatemi divertire”, mutuato sì dal Futurismo, ma senza le sue connotazioni ideologiche, essendo Castelnuovo-Tedesco vittima del fascismo e delle leggi razziali, che lo costrinsero all'esilio negli Stati Uniti dal 1938. Il motto è messo in bella vista nel manoscritto sulla prima pagina di ciascuno dei 3 atti dell'opera, che fu scritta a Beverly Hills (dove il compositore fiorentino abitava ormai da decenni) tra il Settembre 1961 ed il Febbraio 1962. Il progetto gode del Patrocinio del Lyceum Club Internazionale di Firenze (Ingresso 10 € - ridotto studenti e professori 5 € prenotazioni 055 681 4309).

Nato su iniziativa del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca è invece l'importante Premio Nazionale delle Arti per la promozione artistica delle istituzioni italiane, dedicate alle arti figurative, alle arti dello spettacolo, al design e all’interpretazione musicale, che quest'anno nella sua sezione fiorentina costituirà un’occasione di incontro, di studio intorno al mondo della chitarra, dell’arpa e del mandolino. Attraverso la loro audizioni, le istituzioni musicali designano e sostengono i propri studenti alla partecipazione al Premio Nazionale delle Arti, esaltando la vocazione all’arte e alla cultura del settore dell’Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica.
Nell'iniziativa, al Conservatorio Cherubini il 3, il 4 e il 5 ottobre, si segnala il conferimento del Premio alla Carriera a Angelo Gilardino “per la sua opera a favore del repertorio della chitarra come compositore, storico, ricercatore e didatta”. Fra gli ospiti Diana Castelnuovo-Tedesco, nipote del compositore fiorentino Mario Castelnuovo-Tedesco, Sergio Givone, filosofo e scrittore, ordinario emerito di estetica all’Università di Firenze, Marco Tullio Giordana, regista cinematografico e teatrale e Luigi Attademo, concertista e docente di chitarra.
Tra gli altri appuntamenti in evidenza l’omaggio all’opera del mandolinista Carlo Munier (1859-1911) attivo a Firenze nella seconda metà del XIX secolo. Carlo Munier verrà ricordato da Ugo Orlandi, nella doppia veste di musicologo – Il Poeta del Mandolino - e mandolinista, con l’esecuzione delle sue opere insieme al Trio a Pizzico, composto da Francesco Cuoghi (chitarra), Nazarena Recchia (arpa) e Sonia Maurer (mandolino), in un percorso sulla musica del Novecento.
La serata inaugurale del 3 ottobre sarà dedicata a Mario Castelnuovo-Tedesco: un filo diretto con il Conservatorio di Firenze – Castelnuovo Tedesco è stato allievo del Conservatorio fiorentino - e un filo diretto con il repertorio dell’arpa e soprattutto chitarra, dove spicca la produzione del maestro fiorentino. Interpreti i giovani studenti del Conservatorio - chitarrista Tommaso Tarsi e l’arpista Letizia Lazzerini, insieme ai clarinettisti Iacopo Carosella e Francesco Darmanin – e docenti di Conservatorio Quartetto Michelangelo, Fabio Battistelli.
La proficua collaborazione con la Biblioteca Marucelliana è riconfermata grazie alla rassegna Note tra i libri rassegna organizzata dal Conservatorio al via venerdì 12 ottobre. Scenario della manifestazione sarà il suggestivo salone di lettura della Marucelliana, biblioteca aperta al pubblico nel 1752 e dotata di importanti collezioni sia antiche che moderne. Tra i protagonisti di questa seconda edizione di Note tra i libri i migliori allievi delle classi del Cherubini.
In partenariato con il Museo Galileo di Firenze Il 10 novembre si terrà un'importante convegno su Vincenzo Galilei. Una giornata di studio con momenti musicali in occasione della ricorrenza dei 450 anni dalla pubblicazione dell’opera "Fronimo. Dialogo nel quale si contengono le vere e necessarie regole di intavolare la musica per liuto" (Venezia 1568) di Vincenzo Galilei, padre dello scienziato Galileo Galilei. Tra i partecipanti studiosi ed interpreti tra i più accreditati del mondo liutistico italiano e contemporaneo: Philippe Canguilhelm, Dinko Fabris, Andrea Damiani. Non ultimo un momento importante per ricordare la recente apertura della prima cattedra di liuto del Cherubini tenuta dal M° Francesco Romano.
Riconfermata anche quest'anno la partecipazione a Strings City, festival diffuso dedicato alla musica degli strumenti a corda nei luoghi della cultura più suggestivi della città che si terrà nel mese di dicembre.
Tra le novità anche una convenzione con l'Accademia della Crusca finalizzata alla promozione di progetti culturali ed eventi musicali. Prossimo appuntamento il 6 ottobre in occasione delle manifestazioni per la XIII edizione del Premio Nazionale delle Arti.
Calendario eventi in continuo aggiornamento sul sito www.conservatorio.firenze.it

Le relazioni internazionali del Conservatorio

Molto intensa l'attività di apertura al contesto internazionale, con il fine di realizzare collaborazioni con importanti partner europei e non solo. L’idea di portare avanti un percorso di questo genere nasce dalla volontà del Maestro Paolo Ponziano Ciardi, docente di esercitazioni orchestrali presso il Conservatorio Cherubini di Firenze, con delega alle attività dell’Ufficio Relazioni Internazionali.
Il Conservatorio Cherubini conta circa il 47% di studenti stranieri, molti dei quali si spostano dalle più disparate parti del mondo (più di 32 paesi tra cui Russia, Cina, Sud America) per studiare in Firenze. L’interesse dell’istituzione allo stesso tempo è di intensificare il numero di relazioni con l’estero mediante la stipula di convenzioni didattiche, finalizzate a facilitare lo scambio di studenti per periodi di studio all’estero da e verso l’Italia.
Le principali collaborazioni in essere si realizzano in diverse parti del mondo. In Europa si concretizzano con la partecipazione ai programmi ERASMUS ed ERASMUS +. Oltre a ciò il Conservatorio partecipa al programma ERASMUS + KA102, categoria speciale dedicata agli studenti di età inferiore ai 18 anni. Infine per l’anno 2018/2019 ha in programma una co-produzione delle opere del trittico di Puccini, con i Conservatori di Porto, Helsinki e Budapest (oltre che Shangai).
Nel continente asiatico il Cherubini partecipa al programma ministeriale TURANDOT, riservato agli studenti cinesi che intendono studiare in Italia, collaborando con alcuni Conservatori della Cina.
Con il Conservatorio di musica di Shangai è stata firmata lo scorso maggio una convenzione didattica che permetterà lo scambio di studenti provenienti dalle due istituzioni, con il riconoscimento dei crediti e dei titoli. Sono inoltre previsti scambi di docenze e masterclass organizzate in collaborazione con i due istituti.
Con la KOSH UNAR Music Academy di Teheran (Iran), il Conservatorio di Firenze ha stipulato una convenzione per ospitare un gruppo di studenti in scambio, per il mese di Gennaio 2019, con conseguente invio di docenti durante l’anno didattico 2018/2019, che terranno delle masterclass nella capitale iraniana, con il fine di istituire una duratura collaborazione didattica con scambio di studenti ed insegnanti.
Negli Usa con la Central Michigan Università, il Conservatorio Cherubini ha recentemente stabilito un’importante collaborazione per lo scambio di studenti dei corsi di formazione superiore, con relativa attribuzione dei crediti accademici. Sono previsti scambi di docenze e collaborazioni artistiche.
A partire dall’anno accademico 2018/2019 il Cherubini ha programmato una stipula di convenzione con il dipartimento di musica della nascente Fujairah Fine Arts Academy, nell’emirato di Fujairah (Emirati Arabi Uniti).
La firma della convenzione è prevista, con cerimonia ufficiale, il prossimo 8 Novembre in Fujairah, alla presenza delle autorità e del Presidente del Conservatorio di Firenze Pasquale Maiorano.
La convenzione prevede la consulenza del Conservatorio di Firenze per quanto concerne la programmazione dei percorsi di formazione. Il Conservatorio sarà modello di riferimento per quanto concerne programmazione dei corsi e degli esami. Saranno effettuati scambi di docenze e masterclass. Agli iscritti della Fujairah Fine Arts Academy verrà concessa l’opportunità di certificare il proprio livello di preparazione per i percorsi pre-accademici (prima dell’accesso al triennio) mediante valutazione di una commissione che verrà di volta in volta inviata dal Conservatorio di Firenze.

CONCERTI FINALI 2018

Concerti finali 2018
26 settembre, 2 ottobre, 8 ottobre
Ore 21:00
Sala del Buonumore Pietro Grossi 
Ingresso libero

 

Mercoledì 26 settembre

Franz Schubert
Auf dem Strom, per soprano corno e pianoforte
Paola Leggeri soprano – Massimiliano Pavan corno - Lorenzo Fiorentini pianoforte
Der Hirt auf dem Felsen, per soprano clarinetto e pianoforte
Paola Leggeri soprano – Iacopo Carosella clarinetto - Lorenzo Fiorentini pianoforte
Classe di Musica da Camera Prof. Tiziano Mealli

Gioacchino Rossini
Duetto per violoncello e contrabbasso
Michael Cotton, violoncello - Eugenia Barone, contrabbasso
Classe di Musica da Camera Prof.ssa Daniela De Santis

Da Album de Château: "Un regret- un Espoir "
Lorenzo Mascilli Migliorini, pianoforte
Classe di pianoforte della Prof.ssa Maria Teresa Carunchio

Andrew Beall
Rose of Sharon da “Song of Almah” (a dieci anni dalla seconda versione del 2008)
Mira Dozio, soprano - Alberto Marcantonio, marimba
Classe di Musica da Camera Prof.ssa Daniela De Santis

Gioacchino Rossini
"Une larme"
Giacomo Petrucci con Cello Ensemble
Classe di Violoncello del Prof. Lucio Labella


Martedì 2 ottobre

Claude Debussy
da "Preludes" Livre 1
Ce qu'a vu le vent d'Ouest - La fille aux cheveux de lin - La serenade interrompue
Santiago Fernandez, pianoforte
Classe di Pianoforte Prof.ssa Susanna Bigongiari

Six Épigraphes Antiques, per pianoforte a quattro mani
Silvia Morosi, Massimiliano Cuseri, pianoforte
Classe di Pianoforte Prof.ssa Maria Teresa Carunchio

Mario Castelnuovo-Tedesco
da “The Divan of Moses-Ibn-Ezra”
Traduzioni a cura di Doriana Tavano
1-When the morning on wandering; 2-The young dove that nests in the tree-top
3-Fate has blocked the way; 15-I have seen upon the earth
Francesca Scarfi, Doriana Tavano soprani - Silvia Di Folco voce recitante
Ilaria Pratesi chitarra
Classe di Chitarra Prof. Francesco Romano - Classe di Canto Prof.ssa Ester Castriota

Le Danze di Re David
Marcello De Vita pianoforte
Classe di Pianoforte Prof.ssa Giovanna Prestia

Claude Debussy
Simphonie in Si minore per pianoforte a quattro mani
Sofia Tapinassi* - Debora Tempestini ** pianoforte
Classe di Pianoforte Prof.ssa Susanna Bigongiari *
Classe di Pianoforte Prof.ssa Maria Teresa Carunchio **

L'Isle Joyeuse
Debora Tempestini, pianoforte
Classe di pianoforte Prof.ssa Maria Teresa Carunchio


Lunedì 8 ottobre

Claude Debussy
Pour le piano
Matteo Guasconi, pianoforte
Classe di Pianoforte Prof.ssa Cecilia Giuntoli

Images II libro

Rebecca Ceccatelli, pianoforte
Classe di pianoforte Prof. ssa Giovanna Prestia

Ildebrando Pizzetti
Tre canti
Justyna Orchezowska, violoncello - Raffaele Puccianti, pianoforte
Classe di violoncello Prof. Andrea Nannoni

Mario Castelnuovo-Tedesco
Sonatina op. 205 per flauto e chitarra
Feyza Nur Sagliksever, flauto - Tommaso Tarsi, chitarra

Claude Debussy
Sonata per flauto viola e arpa
Agata Petrognani, flauto - Khulan Ganzorig, viola - Floriandre Dezaire, arpa
Classe di Musica da Camera Prof.ssa Daniela De Santis

Piotr Iliich Tchaikovsky 
dal Concerto in Re magg. op. 35: I movimento
Yin Baoyi, violino - Daria Aleshina, pianoforte 
Classe di violino del Prof. Claudio Maffei 

AVVISO SULLE MODALITA’ DI ACQUISIZIONE DEI 24 CFA

AVVISO SULLE MODALITA’ DI ACQUISIZIONE DEI 24 CFA

 

In ottemperanza al DM 616/17  il Conservatorio “L. Cherubini”, nell’ambito della propria offerta formativa, ha individuato un gruppo di discipline valide per l’acquisizione dei 24 crediti necessari per l’ammissione al Concorso ordinario a cattedre.

Tali discipline sono parte integrante dei Piani di studio del Triennio e del Biennio di Didattica della musica, quindi gli studenti immatricolati a tali corsi conseguono i 24 crediti nell’ambito del proprio Piano di studi.

Le seguenti discipline valide per l’acquisizione dei 24 crediti sono aperte alla frequenza di studenti degli altri Trienni / Bienni e di esterni:

Triennio

Metodologia dell’educazione musicale 1
5 CFA
30h E
Ambito 4
Pedagogia musicale
4 CFA
28h E
Ambito 1
Direzione e concertazione di coro 1
5 CFA
32h ID
Ambito 4
Tecniche di espressione e consapevolezza corporea
5CFA
25h ID
Ambito 4

Biennio

Direzione e concertazione di coro 1
5 CFA
30h E
Ambito 4
Metodologia dell’educazione musicale 1
5 CFA
30h E
Ambito 4
Pedagogia musicale (con Fondamenti di Pedagogia generale)
3 CFA
22h E
Ambito 1
Psicologia musicale (con Fondamenti di Psic. Gen. e dell’ed.)
3CFA
22h E
Ambito 2
Fondamenti di sociologia musicale (con Fond. di Antropologia cult. e di Antrop. della musica)
3CFA
22h E
Ambito 3
Metod. gen. dell’ins. strumentale
3CFA
22h E
Ambito 4
Psicologia musicale (con Fondamenti di Psic. dello sviluppo)
3CFA
22h E
Ambito 2
Didattica della musica (con Fond. di Did gen.)
3CFA
22h E
Ambito 1
Metodologia di indagine storico-musicale
3CFA
22h E
Ambito 3
Tecniche di espressione e consapevolezza corporea
5CFA
25h E
Ambito 4

Gli studenti immatricolati ad altri Trienni / Bienni possono:

  • - inserirle come materie a scelta nel proprio Piano di studi (nei limiti previsti dal Consiglio Accademico); in tal caso le votazioni conseguite in queste discipline vengono trascritte nel libretto e partecipano alla media per la votazione finale;
  • - aggiungere tali discipline al proprio Piano di studi in sovrannumero rispetto ai 120/180 CFA previsti; in tal caso le votazioni conseguite in queste discipline non vengono trascritte nel libretto e non partecipano alla media per la votazione finale.

Gli esterni possono presentare domanda di immatricolazione al percorso formativo dei 24 crediti scegliendo un pacchetto di discipline atte al completamento del numero e della tipologia di crediti necessari (almeno 6 in almeno 3 degli ambiti previsti dal DM 616/17).

I crediti validi come requisito di accesso al Concorso possono essere acquisiti solo attraverso un esame. Nei casi in cui:

  • - per una disciplina sia prevista nel Piano di studi del Triennio/Biennio di Didattica della musica una verifica attraverso idoneità;
  • - uno studente ottenga il riconoscimento di crediti pregressi in discipline per le quali è prevista una idoneità;

saranno convocate una o più sessioni di esame finalizzate al conseguimento dei crediti validi come requisito per il Concorso.

Premio Nazionale delle Arti 2017-2018: CHITARRA, ARPA E MANDOLINO

PREMIO NAZIONALE DELLE ARTI
3, 4 e 5 ottobre 2018
Conservatorio di Musica L.Cherubini di Firenze

Nel 2003, su iniziativa del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, prendeva vita il “Premio Nazionale delle Arti” per la promozione artistica delle istituzioni italiane, dedicate alle arti figurative, alle arti dello spettacolo, al design e all’interpretazione musicale.
Da allora, attraverso una preziosa attività di studio e di ricerca, ogni anno le istituzioni musicali hanno designato e sostenuto i propri studenti alla partecipazione al Premio Nazionale delle Arti, esaltando la vocazione all’arte e alla cultura del settore dell’Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica.
Il Conservatorio di Musica L.Cherubini di Firenze si inserisce proficuamente nel segnalare i propri studenti nel Premio Nazionale delle Arti con importanti risultati, come il prestigioso Premio Abbado del 2015 vinto dal pianista Antonio Fiumara. E oggi è lo stesso Conservatorio che accoglierà nella propria sede di Firenze, gli studenti per le sezioni di chitarra, arpa e mandolino, unitamente alla programmazione artistica dedicata al settore degli “strumenti a pizzico”.
Le tre giornate dedicate al Premio Nazionale delle Arti, 3, 4 e 5 ottobre 2018, saranno un’occasione di incontro, di studio intorno al mondo della chitarra, dell’arpa e del mandolino. Da segnalare il conferimento del Premio alla Carriera a Angelo Gilardino “per la sua opera a favore del repertorio della chitarra come compositore, storico, ricercatore e didatta”, l’omaggio all’opera del mandolinista Carlo Munier (1859-1911) attivo a Firenze nella seconda metà del XIX secolo. Carlo Munier verrà ricordato da Ugo Orlandi, nella doppia veste di musicologo – Il Poeta del Mandolino - e mandolinista, con l’esecuzione delle sue opere insieme al Trio a Pizzico, composto da Francesco Cuoghi (chitarra), Nazarena Recchia (arpa) e Sonia Maurer (mandolino), in un percorso sulla musica del Novecento.
La serata inaugurale del 3 ottobre sarà inoltre dedicata a Mario Castelnuovo-Tedesco: un filo diretto con il Conservatorio L.Cherubini di Firenze – Castelnuovo Tedesco è stato allievo del Conservatorio fiorentino - e un filo diretto con il repertorio dell’arpa e soprattutto chitarra, dove spicca la produzione del maestro fiorentino.
Interpreti nel concerto i giovani studenti del Conservatorio - il chitarrista Tommaso Tarsi e l’arpista Letizia Lazzerini, insieme ai clarinettisti Jacopo Carosella e Francesco Darmanin - i docenti del Conservatorio attivi nel Quartetto Michelangelo e il Prof. Fabio Battistelli.

Attraverso la fitta rete di scambio tra Conservatori, Istituti Superiori di Studi Musicali italiani viene offerta un’ulteriore opportunità di incontro e di confronto, nell’intento comune dell’approfondimento delle discipline musicali, insieme alla promozione delle aspettative professionali di giovani studenti, valorizzando e
incentivando la consapevolezza del proprio talento musicale.

 

PROGRAMMA PREMIO DELLE ARTI 2018

3 ottobre 2018
10.00 – 13.00 Sala del Buonumore “Pietro Grossi”
Prove Selezione Premio delle Arti
14.00 – 18.00 Sala del Buonumore “Pietro Grossi”
Prove selezione Premio delle Arti

21. 00 Concerto Sala del Buonumore “Pietro Grossi”
Omaggio a Mario Castelnuovo Tedesco nel cinquantesimo della scomparsa 1968-2018
Quintetto per chitarra e archi op.143
chitarra: Tommaso Tarsi
Quartetto Michelangelo: Marco Lorenzini, Riccardo Capanni (violini), Leonardo Bartali (viola), Jacopo Luciani (violoncello)
Concertino per arpa e orchestra da camera op. 93
arpa: Letizia Lazzerini
Quartetto Michelangelo: Marco Lorenzini, Riccardo Capanni (violini), Leonardo Bartali (viola), Jacopo Luciani (violoncello)
Clarinetti: Jacopo Carosella, Francesco Darmanin, prof. Fabio Battistelli
Classe di chitarra prof.: Francesco Romano; classe arpa prof.ssa Patrizia Pinto; classe di clarinetto prof. Fabio Battistelli

 

4 ottobre 2018
10.00 - 11.30 Sala del Buonumore “Pietro Grossi”
Conferimento del “Premio alla carriera” ad Angelo Gilardino (1941)
“Per la sua opera a favore del repertorio della chitarra
come compositore, storico, ricercatore e didatta”
Interventi di:
Diana Castelnuovo-Tedesco, nipote del compositore fiorentino Mario Castelnuovo-Tedesco
Sergio Givone, filosofo e scrittore, ordinario emerito di estetica all’Università di Firenze
Marco Tullio Giordana, regista cinematografico e teatrale
Luigi Attademo, concertista e docente di chitarra (con alcune esecuzioni)

11.30 – 13.00 Sala del Buonumore “Pietro Grossi”
Prove Selezione Premio delle Arti
14.00 – 18.00 Sala del Buonumore “Pietro Grossi”
Prove Selezione Premio delle Arti

21. 00 Concerto Sala del Buonumore “Pietro Grossi”
Intorno al Novecento con strumenti a pizzico
Ugo Orlandi, Sonia Maurer, mandolini
Nazarena Recchia, arpa
Francesco Cuoghi, chitarra
Musiche di: H.W. Henze (Carillon, Recitatif et Masque),
G. Petrassi (Seconda Serenata-Trio), D. Zanettovich (Aire de Nocturno)
Omaggio a Carlo Munier (Napoli 1859 – Firenze 1911) Il Poeta del mandolino
(a cura di Ugo Orlandi ed. CMI)
Duetto concertante n.1, op.9 (due mandolini), Rossiniana op.131 (mandolino e chitarra), Tre melodie romantiche op.217-19 (mandolino e arpa)

 

5 ottobre 2018
10.00 – 13.00 Sala del Buonumore “Pietro Grossi”
13.30 - 16.00 Sala del Buonumore “Pietro Grossi”
Prove Selezione Premio delle Arti
18.00 Sala del Buonumore “Pietro Grossi”
PREMIAZIONE
Conferimento del “PREMIO DELLE ARTI ” da parte della Commissione
del Conservatorio L.Cherubini di Firenze, presieduta dal Direttore e composta dai proff.
Francesco Romano, Ugo Orlandi, Patrizia Pinto, Roberto Becheri
Premio delle Arti sezione di Chitarra
Premio delle Arti sezione di Arpa
Premio delle Arti per Interprete più giovane

Concerto finale dei vincitori.

____

Info
Ufficio Stampa Conservatorio, Dott. Lorenzo Migno
Ufficio Produzione del Conservatorio, Dott.ssa Ludovica Punzi
email: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
web: http://www.conservatorio.firenze.it/it/news/item/1489-premio-nazionale-delle-arti-2017-2018-chitarra-arpa-e-mandolino).

Sedi:

Sala del Buonumore “Pietro Grossi”
Conservatorio L.Cherubini di Firenze
50122 Firenze - Tel. +39 055 298 9311
Il Premio Nazionale delle Arti è realizzato grazie al sostegno del Miur - Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca.

Indicatore di tempestività dei pagamenti Art. 33 D.Lgs. n. 33/2013 Esercizio Finanziario 2018 II trimestre

VII edizione del Premio Giovanni Nencioni - 11 settembre 2018

Giovanni Nencioni a dieci anni dalla scomparsa
VII edizione del Premio Giovanni Nencioni 

Firenze, Villa medicea di Castello, via di Castello 46
martedì 11 settembre 2018, ore 14,30

Alle ore 18 chiuderà la giornata un Concerto, a cura del Conservatorio di Musica Luigi Cherubini di Firenze, del Quintetto di fiati composto da Paolo Zampini (docente di flauto e Direttore del Conservatorio), Simone Bensi (Docente di oboe), Fabio Battistelli (Docente di Clarinetto), Corrado Dabbene (Docente di fagotto), Guido Corti (Docente di corno e musica d’insieme per fiati).

 
Martedì 11 settembre 2018 alle ore 14,30, nella sede dell’Accademia della Crusca, in via di Castello 46 a Firenze, si terrà la giornata di studio “Giovanni Nencioni a dieci anni dalla scomparsa”.

Giovanni Nencioni (Firenze, 11 settembre 1911 - 3 maggio 2008), laureato in legge con Piero Calamandrei, linguista e lessicografo, è stato uno dei maggiori storici della lingua italiana, accademico dei Lincei, ha insegnato nelle Università di Roma, Bari, Firenze e presso la Scuola Normale Superiore di Pisa ed è stato presidente dell'Accademia della Crusca dal 1972 al 2000.
L’accademia vuole così rendere omaggio allo studioso a dieci anni dalla sua scomparsa e metterne in luce le molteplici linee di ricerca, oltre al ruolo fondamentale che ha avuto nella direzione dell’Accademia per quasi trent’anni.

Partecipano ai lavori: Claudio Marazzini (Presidente dell’Accademia della Crusca), Nicoletta Maraschio (Presidente Onoraria dell’Accademia della Crusca), Gianluigi Beccaria (Università di Torino e Accademico della Crusca), Pier Marco Bertinetto (Scuola Normale Superiore di Pisa), Salvatore Claudio Sgroi (Università di Catania), Francesco Sabatini (Presidente Onorario dell’Accademia della Crusca), Salvatore Settis (Scuola Normale Superiore di Pisa), Elisabetta Benucci e Rita Romanelli (Ricercatrici dell’Archivio dell’Accademia della Crusca).

Alle ore 17,30 si terrà la cerimonia di consegna del “Premio Giovanni Nencioni per una tesi di dottorato in linguistica italiana discussa all’estero”, giunto quest’anno alla VII edizione, con la partecipazione del Presidente dell’Accademia della Crusca Claudio Marazzini, del Presidente dell’Associazione Amici dell’Accademia della Crusca Aureliano Benedetti e di Paolo D’Achille, membro della Commissione giudicatrice.
Il “Premio Giovanni Nencioni”, istituito nel 2012 grazie al sostegno dell’Associazione Amici dell’Accademia della Crusca - Onlus, intende rendere omaggio a Giovanni Nencioni e sottolinearne la costante attenzione ai giovani e alla diffusione della lingua italiana e degli studi di linguistica italiana all’estero. Il premio consiste in un assegno di 2.000 euro, finanziato dall’Associazione Amici dell’Accademia della Crusca, e in un soggiorno di studio gratuito di un mese presso l’Accademia.
Per l’edizione 2018 sono risultate vincitrici ex aequo le giovani studiose italiane Francesca De Blasi e Daniela D’eugenio. Daniela D’Eugenio per la tesi di dottorato intitolata “Transferring Paremias. Cultural, Linguistics, and Literary Transitions of Proverbs and Proverbial Phrases by Vincenzo Brusantino, Pompeo Sarnelli, and John Florio”, discussa presso la City University of New York il 5 dicembre 2017 (relatore Hermann W. Haller).

Francesca De Blasi per la tesi di dottorato intitolata “Per un lessico dei poeti della Scuola Siciliana (LPSs)”, discussa in cotutela presso l’Università del Salento e l’Université de Lorraine nell’anno accademico 2016/2017, (relatori Marcello Aprile e Yan Greub).

Daniela D’Eugenio ha presentato la sua tesi di dottorato (Graduate Centre, CUNY) dedicata allo studio dei proverbi (ma anche delle frasi proverbiali e dei wellerismi, complessivamente definiti paremie) utilizzati da tre autori (Vincenzo Brusantino, John Florio e Pompeo Sarnelli). La tesi, che si inserisce nel filone di ricerca paremiologica già seguito dalla D’Eugenio (nella tesi di laurea aveva curato l’edizione e il commento della inedita raccolta di proverbi di Lionardo Salviati, cod. Cl. I 394 della Biblioteca Ariostea di Ferrara, ora entrata nella banca dati sui proverbi dell’Accademia della Crusca), risponde a un obiettivo preciso e originale: dimostrare la polimorfia e la polisemia, la mutabilità formale e semantica e l’adattabilità testuale di espressioni linguistiche come le paremie, di solito percepite come strutture rigide, poco soggette al cambiamento e tipicamente legate a una determinata cultura. La commissione ha particolarmente apprezzato l’originalità del lavoro, la sensibilità linguistica e letteraria dell’autrice, e la prospettiva culturalmente ampia da lei adottata, caratteristiche particolarmente rispondenti allo spirito nencioniano.

La tesi di dottorato di Francesca De Blasi discussa in cotutela presso l’Università del Salento e l’Université de Lorraine prende avvio dall’edizione dei componimenti dei siciliani e dei siculo-toscani uscita nel 2008. La De Blasi progetta un repertorio lessicografico concepito con metodologia nuova. L’autrice mostra in tale lavoro una sicura preparazione in campo storico-linguistico e più specificamente lessicografico che ha potuto maturare anche attraverso la collaborazione con importanti istituzioni e imprese quali il LEI, il TLIO e il DERom. Parallelamente mette a frutto esperienze di indagine lessicografica concepite in modo dinamico, con analoga apertura alla variantistica, prima in ambito provenzale e poi italiano (si pensi al Vocabolario dantesco in via di realizzazione presso l’Accademia della Crusca e l’OVI): esperienze che si pongono proprio nel solco dell’insegnamento di Giovanni Nencioni. La commissione ha particolarmente apprezzato la solida base teorica della studiosa, nutrita da studi di lessicografia italiana ed europea, lo scrupolo e l’acribia dell’indagine da cui deriva un contributo significativo suscettibile di proficui e vari ampliamenti.

Alle ore 18 chiuderà la giornata un Concerto, a cura del Conservatorio di Musica Luigi Cherubini di Firenze, del Quintetto di fiati composto da Paolo Zampini (docente di flauto e Direttore del Conservatorio), Simone Bensi (Docente di oboe), Fabio Battistelli (Docente di Clarinetto), Corrado Dabbene (Docente di fagotto), Guido Corti (Docente di corno e musica d’insieme per fiati).
Musiche di Giuseppe Maria Gioacchino Cambini (1746-1825): Quintetto n. 1 op. 45 in si maggiore: allegro maestoso, largo cantabile, allegro grazioso e di Giulio Baldassarre Briccialdi (1818-1881): Pot-pourri fantastico sul Barbiere di Siviglia del M° Rossini per quintetto a fiati op. 4.
Il concerto rientra nella manifestazione “Incontra la Crusca” realizzata con il contributo della Città Metropolitana di Firenze.


L'IMPORTANZA DI ESSERE FRANCO

L'IMPORTANZA DI ESSER FRANCO
omaggio alla figura del compositore fiorentino Mario Castelnuovo-Tedesco nel cinquantenario della sua scomparsa

Sabato 6 ottobre e lunedì 8 ottobre 2018 ore 20:30
Teatro dell'Affratellamento - Via Giampaolo Orsini, 73 – Firenze
Ingresso 10 € - ridotto studenti e professori 5 €
Prenotazioni 055 681 4309

Il progetto gode del Patrocinio del Lyceum Club Internazionale di Firenze 

Mercoledì 19 settembre ore 11:00
lezione-conferenza sui contenuti musicali dell'Opera a cura del Prof. Giovanni Del Vecchio
Sala del Buonumore del Conservatorio Cherubini - Piazza delle Belle Arti 1, Firenze
Ingresso libero

 

Sabato 6 ottobre alle 20:30 (con replica lunedì 8 ottobre nello stesso orario) il Conservatorio Cherubini di Firenze presenterà presso il Teatro dell'Affratellamento il proprio omaggio alla figura del compositore fiorentino Mario Castelnuovo-Tedesco (Firenze, 3 aprile 1895 – Beverly Hills, 16 marzo 1968) nel cinquantenario della sua scomparsa. Sarà eseguita in forma semi-scenica l'opera da camera L'importanza di esser Franco, un vero e proprio unicum nella produzione operistica di tutti i tempi essendo scritta per 8 cantanti, 2 pianoforti e strumenti a percussione. L'importanza di esser Franco è un puro e totale divertissement musicale, scritto senza esser stato commissionato e senza scadenze temporali all'insegna del motto “e lasciatemi divertire”, mutuato sì dal Futurismo, ma senza le sue connotazioni ideologiche, essendo Castelnuovo-Tedesco vittima del fascismo e delle leggi razziali, che lo costrinsero all'esilio negli Stati Uniti dal 1938. Il motto è messo in bella vista nel manoscritto sulla prima pagina di ciascuno dei 3 atti dell'opera, che fu scritta a Beverly Hills (dove il compositore fiorentino abitava ormai da decenni) tra il Settembre 1961 ed il Febbraio 1962.

L'opera, a tutt'oggi inedita ma in corso di pubblicazione da parte dell'Editore Curci, è raramente eseguita: si tratta della trasposizione della commedia di Oscar Wilde, che Castelnuovo-Tedesco mette in musica in due lingue: italiano (sua madrelingua) ed inglese (sua lingua d'adozione); per entrambe le versioni il libretto è dell'Autore, e sarà in italiano quella eseguita dagli studenti e dagli insegnanti del Conservatorio. Lo spirito di quest'opera è quello di rendere appieno l'humor della commedia di Wilde, che si cela in mille dettagli, battute e sentenze, ma con una propria personale connotazione, riuscitissima fin dal titolo, dove Franco sostituisce Ernest ed ancor meglio esplicita il gioco tra il nome e l'aggettivo.

La messa in scena è la fase finale di un lungo progetto del Conservatorio Cherubini coordinato dal Prof. Giovanni Del Vecchio, docente di Lettura della Partitura, il quale, contattati gli eredi dell'illustre compositore fiorentino, ha curato insieme agli studenti ed ai colleghi prima la stesura di una versione a stampa della partitura e poi la messa in scena vera e propria.

Oltre all'organico particolare, altra fondamentale peculiarità dell'opera è l'uso che l'Autore fa del materiale tematico: infatti Castelnuovo-Tedesco usa per tutta la sua opera sia temi propri che numerosissime citazioni di Autori quali Chopin, Mozart, Verdi, Wagner, Rimsky-Korsakov, il Dies Irae gregoriano, Schubert, Mendelssohn, Rossini, Bach, Gounod, Debussy, Dvorak, Bizet, Schumann, Sullivan, Donizetti (e anche stilemi a la maniere de Stravinsky, Puccini e Poulenc), di ciascun autore talvolta più di un brano, per un totale di oltre una trentina di citazioni più o meno letterali, estese, ripetute, spesso con variazioni. Castelnuovo-Tedesco usa sia le melodie proprie che quelle prese in prestito, come veri e propri motivi conduttori, associandoli (in maniera wagneriana, per citare una frase di Oscar Wilde ripresa nel libretto) alle varie situazioni drammaturgiche e trasformandoli di volta in volta in maniera plastica e divertente, talvolta deformandoli e persino sovrapponendoli uno all'altro con la sapienza contrappuntistica che tutti gli hanno sempre riconosciuto, con leggerezza ed umorismo sopraffini. Per l'ascoltatore la sorpresa si trasforma in vero e proprio divertimento nel momento in cui si coglie il nesso, più o meno profondo ma quasi sempre altamente raffinato e colto, tra la citazione musicale e la situazione drammaturgica che si va a descrivere.

Proprio al fine di rendere maggiormente fruibili i contenuti musicali dell'opera, il Prof. Del Vecchio terrà una lezione-conferenza aperta a tutti il giorno 19 settembre alle ore 11:00 presso la sala del Buonumore del Conservatorio Cherubini in Piazza delle Belle Arti 1.
L'allestimento del Conservatorio “Cherubini” che andrà in scena sabato 6 ottobre alle ore 20:30 ed in replica lunedì 8 Ottobre alle 20:30 vedrà impegnati vari studenti dei corsi avanzati di Canto e Percussioni, Gabriele Centorbi alla Direzione, lo stesso Prof. Giovanni Del Vecchio e la Prof.ssa Antonella Bellettini ai pianoforti per la regia del Prof. Francesco Torrigiani.

VIOLINO: CALENDARIO ESAMI DI AMMISSIONE 2018-19

ESAMI D’AMMISSIONE

VIOLINO a. a. 2018-19

Lunedì 10 SETTEMBRE VILLA FAVARD SALA GIOCHI
AMMMISSIONI PER IL TRIENNIO
Ore 9 Biagioni Maria,
ore 9,30 Bianchi Edoardo,
ore 10 Celestini Noemi,
ore10,30 Chu Jingyu,
ore 11 Cokic Jana,
ore 11,30 Ferracci Giacomo Heita,
ore12 Fattori Greta,
ore 12,30 Fubiani Matilde,
ore 13 Giannini Beatrice

Pausa

Ore 14,30 Serafini Andrea,
ore 15 Landi Neri,
ore 15,30 Lobo Maradiaga Maria Jacaranda,
ore 16 Misirlis Pavlos,
ore 16,30 Mura Chiara,
ore 17 Napolitano Giada,
ore 17,30 Pancini Emma,
ore 18 Procacci Niccolò,
ore 18,30 Sammartano Irene,
ore 19 Ladanza Livia
 
Martedì 11 SETTEMBRE VILLA FAVARD SALA GIOCHI 
AMMISSIONI PER IL BIENNIO
Ore 9 Liu Zhiyuan,
ore 9,30 Longarini Amanda,
ore 10 Capozzi Virginia,
ore 10,30 Chu Jingyu,
ore 11 Corrado Francesco,
ore 11,30 Filippini Anastasia,
ore 12 Gaci Scaletti Diana,
ore 12,30 Guo Yu,
ore 13 Ma Xiao,
ore 13,30 Wu Siqi
 
Martedì 11 SETTEMBRE VILLA FAVARD AULA 11
AMMISSIONI C.F.P.
Ore 14,30 Bianchi Edoardo,
ore 14,45 Curatella Clara,
ore 15 Faorzi Diana Yurika,
ore 15,15 Fichera Chiara,
ore15,30 Ioanes Andra Larisa,
ore 15,45 Panichi Astrid,
ore 16, Silvestri Andrea,
ore 16,15 Torrini Francesca,
ore 16,30 Zheng Massimiliano

Si chiede a tutti di essere presenti almeno mezz'ora prima della convocazione del proprio gruppo, perché la commissione possa, in caso di assenti, scorrere la lista e non perdere tempo in attesa dei candidati. In ogni caso i ritardatari potranno essere ascoltati solo in fondo alla giornata d'esami.

Page 10 of 83
 
     

AEC Logo transparent

banner_2_sito.jpg

 
   
         
   
   
Conservatorio di Musica
Luigi Cherubini

Piazza delle Belle Arti 2
50122 Firenze
Tel. +39 055 298 9311
Fax +39 055 239 6785
Posta certificata (PEC): protocollo.consfi@pec.it
Codice Fiscale 80025210487
© 2014

Area Riservata
Docenti
Referenti
Amministrativi
Coadiutori