logo top

 

 
 

TOP cherubini

 
 

 
       
 
 
 
Esito esami Previgente Ordinamento e CFP

DALLAPICCOLA DAYS: 4-5-6 MAGGIO 2019

 

Il Conservatorio Cherubini per i Dallapiccola Days

TRE GIORNI CON LUIGI DALLAPICCOLA E I COMPOSITORI DEL NOVECENTO FIORENTINO

60 ore, 12 diverse istituzioni, 22 compositori, 81 composizioni, 3 film d’arte, un concerto jazz e una lectio magistralis, 200 esecutori coinvolti. Questi i numeri dei Dallapiccola Days, tre giorni con Luigi Dallapiccola e i compositori del Novecento fiorentino, dal 4 al 6 maggio 2019. Un evento, commissionato dal Maggio Musicale Fiorentino al Centro Studi Luigi Dallapiccola e al Conservatorio di Musica “Luigi Cherubini”, ideato da Mario Ruffini per l’LXXXII Festival del Maggio Musicale.
La tre giorni si apre emblematicamente nel mattino di sabato 4 maggio (alle 10:30), con il concerto jazz America. Vent’anni di jazz nel cuore del Novecento (1937-1959), realizzato per i detenuti dall’Ensemble Jazz del Conservatorio “Luigi Cherubini” nel teatro della Casa Circondariale di Sollicciano (50 posti riservati al pubblico, entrata libera. Sarà richiesta un’offerta finalizzata all’acquisto di arredi per il nido d’infanzia del carcere). Sabato 4 maggio prosegue alle 16 alla Sala Brunelleschi dell’Istituto degli Innocenti con il concerto Brunelleschi e l’architettura dodecafonica su musiche di Carlo Prosperi, Sylvano Bussotti, Luigi Dallapiccola e Cathy Berberian (ingresso libero fino a esaurimento posti) e poi la sera alle 21 con un concerto alla Sala del Buonumore “Pietro Grossi” del Conservatorio “Luigi Cherubini” dal titolo La Schola del Buonumore su musiche di Carlo Prosperi, Claudio Josè Boncompagni, Alvaro Company, Luigi Dallapiccola e Bruno Rigacci (ingresso libero).

A mezzanotte di sabato 4, spazio a Novecento a confronto: Firenze e America, performance al Circolo dei Canottieri e sui barchini dei Renaioli, sotto Ponte Vecchio e sotto gli Uffizi: dal cuore della città antica il celebre flautista Roberto Fabbriciani dona il suo talento alla città, in occasione dei suoi 70 anni, contrappuntato dall’Ensemble jazz del Conservatorio in un dialogo contrastante fra modernità (Firenze) e Nuovo Mondo (America); dall’acqua faranno rivivere la musica dei compositori fiorentini del Novecento e le coeve musiche in arrivo da Oltreoceano. Un’occasione per mostrare anche l’eccellenza del Dipartimento di Nuove Tecnologie e Linguaggi Musicali del Conservatorio “Cherubini” di Alfonso Belfiore e Roberto Neri nella notte sull’Arno.
Domenica 5 maggio alle 11 l’evento toccherà varie istituzioni: dall’Accademia delle Arti del Disegno dove - commentati da Cristina Acidini e Giorgio Bonsanti - saranno proiettati i film sull’arte di fine anni Quaranta e inizi anni Cinquanta con le musiche di Dallapiccola (ore 11 - ingresso libero), alla nuova sede del Lyceum, dove si terrà il concerto Al Lyceum, con Laura Dallapiccola su musiche di Mario Castelnuovo-Tedesco, Carlo Prosperi, Alvaro Company, Luigi Dallapiccola, Bruno Bartolozzi, Arrigo Benvenuti e Luciano Berio (ore 18 - ingresso libero) per finire all’Institut français Firenze alle 21 con Cultura greca e cultura francese. Dialoghi tra Michela Landi e Mario Ruffini con accompagnamento musicale su brani tratti dal repertorio di Luigi Dallapiccola e Carlo Prosperi (ingresso libero).

Lunedì 6 maggio alle 11 appuntamento con la Lectio magistralis di Luciano Alberti nll’Aula Magna dell’Università degli Studi di Firenze dal titolo Dallapiccola e la Firenze dei compositori, per proseguire alle 16 Biblioteca Nazionale Centrale (il regno di Laura Dallapiccola, moglie del compositore) con il concerto In biblioteca, nel nome di Laura su musiche di Romano Pezzati, Carlo Prosperi, Mario Castelnuovo-Tedesco, Riccardo A. Luciani, Luigi Dallapiccola e Rosario Mirigliano (ingresso libero). La tre giorni si concluderà la sera di lunedì 6 maggio alle 20 con un Concerto dei Solisti e dell’Orchestra del Conservatorio di Musica “Luigi Cherubini” diretto da Paolo Ponziano Ciardi al Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, nel quale saranno presentati quattro giovanissimi solisti che eseguiranno brani per soli e orchestra di Luigi Dallapiccola, Carlo Prosperi e Richard Strauss (ingresso 5 euro).
Ultimo appuntamento, a un mese di distanza, sabato 8 giugno alle 18 nella Sala del Buonumore “Pietro Grossi” del Conservatorio di Musica Luigi Cherubini quando si terrà il Concerto dei giovani direttori d’orchestra del Cherubini con l’Ensemble Luigi Dallapiccola su musiche di Luigi Dallapiccola, Carlo Prosperi e Romano Pezzati (ingresso libero) .

Tutti i diversi appuntamenti dei Dallapiccola Days saranno legati da un racconto di Mario Ruffini, che farà rivivere – attraverso la città – i paradigmatici 6.000 passi di Luigi Dallapiccola alla scoperta, con Dante, di Firenze.
Il compositore istriano-fiorentino Luigi Dallapiccola ha segnato la storia musicale del Novecento, riassumendo in emblema sia le conquiste tecniche della dodecafonia, sia le tragiche vicende dell’intero secolo, vissute in prima persona e trasformate in una significativa e irripetibile traversata artistica. Ecco perché Dallapiccola è Firenze: perché Dallapiccola è la nostra storia. Dallapiccola siamo noi. Arrivato a Firenze dall’Istria nel 1922, quando aveva 18 anni, Luigi Dallapiccola è stato in Conservatorio, ininterrottamente dal 1923 al 1967, prima da studente (1923-1931), poi da docente (1931-1967); è stato eseguito al Maggio Musicale Fiorentino ininterrottamente per dieci anni dalla prima edizione del 1933, e poi regolarmente fino agli anni Novanta del Novecento; nel 1974 è stato insignito della Medaglia d’oro dalla Città di Firenze, proprio per aver portato a Firenze, con la sua persona, il baricentro di tutta la musica italiana. Dallapiccola, un Ulisse del Novecento capace di solcare i tumultuosi mari del secolo scorso e trasformare in arte i drammi affrontati nel corso della sua esistenza.
Da sottolineare la partecipazione istituzionale della Casa Circondariale di Sollicciano, dell’Istituto degli Innocenti, della Società Canottieri e dell’Associazione dei Renaioli, dell’Accademia delle Arti del Disegno, del Lyceum Club Internazionale di Firenze, dell’Institut français, della Biblioteca Nazionale Centrale e dell’Università degli Studi di Firenze.

Il tutto con il fondamentale contributo dalla Fondazione CR Firenze. Si aggiunga altresì il supporto della Treccani e delle Edizioni Suvini Zerboni.

FIRENZE DEI BAMBINI 2019

FIRENZE DEI BAMBINI 2019

Evento di Apertura

 

LEONARDO E LE MACCHINE SONORE 

Venerdì 12 aprile 2019 h. 17.00

SALONE DEI CINQUECENTO - PALAZZO VECCHIO, FIRENZE

 

ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili

 

Guido Corti, direttore

Marlene Fuochi, pianoforte

Wind Band del Conservatorio Cherubini di Firenze

Con la collaborazione di Natacha Fabbri

MAGGIORI INFORMAZIONI

Il progetto, specificatamente dedicato a bambini e famiglie, racconterà attraverso esempi musicali e racconti l’evoluzione degli strumenti musicali presentati come vere e proprie “macchine” sonore, tematica questa sviluppata da Leonardo sia per utilizzo militare che per intrattenimento (ne fanno fede i molti articolati progetti di strumenti musicali del genio toscano). 

Spiegheremo quindi la trasformazione che questi strumenti hanno avuto negli oltre quattro secoli di storia e quanto il visionario ingegnere-inventore fosse anche profondo conoscitore dell’arte musicale. Il tentativo di progettare, inventare e realizzare strumenti completamente inediti testimonia come Leonardo intendesse contribuire in maniera fondamentale, con il suo genio, alla Musica.

I più semplici riguardano appunto strumenti per lo più con impiego militare: tamburi meccanici di vario tipo, trainati da animali o azionati da leve mosse da suonatori. In questi progetti semplici Leonardo cerca di automatizzare il funzionamento dello strumento rendendone più semplice ed efficace l'utilizzo. Il più celebre tra questi è sicuramente il tamburo meccanico disegnato sul Codice Atlantico.

La Lira a forma di teschio è un altro celebre strumento disegnato da Leonardo, così come la viola organista e la clavi-viola, oltre a decine di progetti di strumenti musicali estremamente complessi progettati da Leonardo e  mai realizzati.  

L'incontro terminerà poi con una esecuzione di musiche con gli strumenti evoluti dei nostri giorni nostri, musiche nate per concerti o per accompagnare le feste di oggi come quelli Leonardeschi fecero ai tempi dell'artista. In programma musiche di Gershwin.

SEMINARIO DI INTERPRETAZIONE ORGANISTICA

 

Conservatorio “Luigi Cherubini” – Firenze 

XI SEMINARIO DI INTERPRETAZIONE 

La musica organistica di J. S. Bach 

Larciano - Chiesa di S. Rocco dal 24 al 26 Aprile 2019 

Docente: prof. Giovanni Clavorà Braulin 

 

Il seminario è dedicato all’interpretazione delle opere per organo di J. S. Bach alla luce delle testimonianze coeve, della trattatistica dell’epoca e dei compositori che – prossimi a J. S. Bach sia dal punto di vista temporale che culturale – hanno lasciato nelle loro opere preziose indicazioni di registrazione. 

Durante il seminario sarà usato il pregevole strumento costruito da G. Ghilardi nel 2005 per la chiesa di S. Rocco, realizzato secondo i canoni dell’organaria classica e ispirato idealmente ad una concezione fonica riconducibile al barocco tedesco. Ripartito in Rückpositiv, Hauptwerk, Brustwerk, Pedal, esso permette con un alto grado di approssimazione l’esecuzione di musiche del periodo di riferimento. 

Il seminario è riservato agli studenti del Conservatorio di Musica “Luigi Cherubini” di Firenze. Potranno comunque frequentare quanti ne faranno richiesta. 

 

CALENDARIO DEI LAVORI 

Mercoledì 24 aprile 2019 

ore 10.30 – 11.30 Conferenza introduttiva: "J. S. Bach - Compositore e virtuoso" 

ore 11.30 - 18.00 lezioni e studio individuale 

Giovedì 25 aprile 2019 

ore 9.00 - 10.30 lezioni e studio individuale 

ore 10.30 – 11.30 Conferenza: "Il Pedale in Bach - Notazione e prassi esecutiva" 

ore 11.30 - 18.00 lezioni e studio individuale 

Venerdì 26 aprile 2019 

ore 9.00 - 18.00 lezioni e studio individuale 

Venerdì 26 aprile 2019 – ore 21.00 

CONCERTO D’ORGANO dei partecipanti 

SALOTTO JAZZ con Gegé Telesforo RINVIATO

L'appuntamento di Salotto Jazz con Gegè Telesforo, previsto lunedì 8 Aprile è RINVIATO a nuova data

A causa di sopraggiunti impedimenti indipendenti dall'artista l’appuntamento con Salotto Jazz e Gegè Telesforo in programma Lunedì 08/04/2019 presso la Sala del Buonumore del Conservatorio L. Cherubini di Firenze è rinviato a data da destinarsi.

I biglietti acquistati sono comunque rimborsabili entro il 30 aprile nel punto vendita dove è stato effettuato l'acquisto. Per gli acquisti on line è possibile effettuare il rimborso direttamente su www.ticketone.it
.
Per rimanere aggiornato su tutti gli eventi in programma visita il nostro sito eventimusicpool.it

 

Info: Music Pool 055 240397 This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
Prevendite: info 055 240397 – 055 210804 www.eventimusicpool.it - www.ticketone.it – www.boxofficetoscana.it
Ufficio Stampa 055 240397

Concerto al NICCOLINI di San Casciano in Val di Pesa

Martedì 9 aprile al Teatro comunale Niccolini di San Casciano in Val di Pesa

L'Orchestra del Conservatorio Cherubini diretta dal Maestro Alessandro Pinzauti 

dà il via alla prima edizione della Settimana della Musica 

In programma il Concerto Brandeburghese n. 3 e il n. 5 di Johann Sebastian Bach e la Sinfonia n. 4 di Franz Schubert 

“Sono considerate tra le composizioni più complesse in ambito cameristico, solistico e di ensemble. Sia il concerto n. 3, sia il concerto n. 5 richiedono una preparazione estremamente accurata e una capacità di comunicazione fra i vari componenti dell'Orchestra che non trovano uguali nella musica classica”. 

Con queste parole il Direttore dell'Orchestra del Conservatorio Cherubini Alessandro Pinzauti introduce il concerto di martedì 9 aprile al Teatro Comunale Niccolinidi San Casciano Val di Pesa, organizzato nell'ambito della prima “Settimana della Musica” (inizio ore 21 - ingresso libero). 

Direttore d'orchestra e docente della classe di Direzione d'orchestra del Conservatorio Cherubini di Firenze, unica cattedra in Toscana dedicata a questa pratica, Pinzauti aggiunge: “Per quanto riguarda invece la Sinfonia n. 4 posso dire che si tratta di una composizione determinante nella poetica di Shubert. Realizzata quando aveva soltanto 19 anni, in essa emerge l'inconfondibile tempra del musicista, che poi ritroveremo anche nelle sue composizioni cameristiche”. 

Alle parole di Pinzauti si aggiungono quelle del Direttore del Conservatorio Paolo Zampini, che sottolinea l'importanza di questa iniziativa: “Su graditissimo invito del Comune di San Casciano, con il quale è ormai consolidato il rapporto di collaborazione, sono lieto di poter condividere questo bel momento con il sindaco e amico Massimiliano Pescini. L’idea della Settimana della Musica, con un concerto d’apertura che vedrà la partecipazione dell’Orchestra del Cherubini, rappresenta per tutti noi un’opportunità che ci riempie di soddisfazione.

Il nostro istituto, ormai da molti anni, è impegnato nella valorizzazione della formazione orchestrale attraverso la classe del Prof. Paolo Ciardi e in quella, unica in Toscana, della classe di direzione d’orchestra.

Titolare di quest’ultima disciplina è il Prof. Alessandro Pinzauti che avrà, in questo frangente, il compito e l’onore di dirigere una compagine formata da studenti, docenti ed ex studenti del Cherubini. Spero che  questa esperienza possa essere il nostro speciale numero zero e rappresentare un momento di riflessione per tutti coloro che hanno a cuore i valori legati all’insegnamento, all’apprendimento, alla diffusione della cultura. Il mio profondo ringraziamento va a tutti coloro che, superando problemi personali e professionali, hanno aderito all’iniziativa con professionalità, gioia e spirito di collaborazione”. 

 

Programma 

Johann Sebastian Bach (1685-1750)

Concerto brandeburghese n. 3 in Sol magg. BWV 1048 

  1. (Allegro) - II. Adagio - III. Allegro

Concerto brandeburghese n. 5 in Re magg. BWV 1050

  1. Allegro - II. Affettuoso - III. Allegro

Solisti: 

Renzo Pelli, flauto 

Massimo Nesi, violino 

Giulia Ricci, clavicembalo

Franz Schubert  (1797 - 1828)

Sinfonia n. 4 in Do minore, D. 417 "Die Tragische"

Adagio molto. Allegro vivace - Andante - Menuetto. Allegro vivace - Allegro

 

Alessandro Pinzauti, direttore

Organico dell’Orchestra del Conservatorio Cherubini

 

Flauti: Lorenzo Sanna, Cristina Pastore 

Oboi: Simone Bensi, Federica Pirrò 

Clarinetti: Francesco Darmanin, Robin Ditifeci

Fagotti: Corrado Dabbene, Leonardo Percival Paoli 

Corni: Daniel Rotari, Massimiliano Pavan, Andrea Marchionne, Alberto Occhialini

Trombe: Luca Pieraccini, Marco Maestri 

Timpani: Domenico Fontana 

Primi Violini: Marco Lorenzini, Adamo Rossi, Benedetta Servino, Lucia Maggi, Giacomo Nesi, 

Massimo Nesi, Ginevra Tavani, Claudio Maffei

Secondi Violini: Alina Company, Livia Iadanza, Emma Pancini, Massimo Coco, Andrea Pistelli, Lyu Liu

Viole: Fabrizio Merlini, Tommaso Morano, Giacomo Tagliabue, Ernesto Biagi, Mateo Kovacaj

Violoncelli: Giacomo Petrucci, Tyler Stewart, Amelia Sharp, Andrea Volcan

Contrabbassi: Andrea Capanni, Camilla Badessi

Clavicembalo: Giulia Ricci

 

BIOGRAFIA ALESSANDRO PINZAUTI  

Alessandro Pinzauti (Roma, 19 settembre 1958) è un direttore d'orchestra e docente italiano, di ruolo presso il Conservatorio Luigi Cherubini di Firenze della classe di Direzione d'orchestra, unica cattedra in Toscana nell'ambito dell'Alta formazione artistica, musicale e coreutica.

Nato a Roma da una famiglia di musicisti fiorentini, compie a Firenze gli studi umanistici e musicali, laureandosi in Lettere moderne con Giorgio Luti e diplomandosi in violino sotto la guida di Sandro Materassi. Pubblica nel 1977 e 1979 due libri di poesia, vincendo nel 1979 il Fiorino d’Oro al premio letterario Vallombrosa. Studia direzione d’orchestra con Franco Ferrara all’Accademia Musicale Chigiana nel 1979 e nel 1980, e contemporaneamente alla Scuola di Musica di Fiesole con Piero Bellugi ai corsi di Qualificazione Professionale per Orchestra.

Giovanissimo frequenta le lezioni di analisi della partitura con Luigi Dallapiccola e successivamente con Romano Pezzati e Luciano Berio che nel 1981 lo fa debuttare come direttore d’orchestra a Radicondoli.

In Italia dirige più volte l’orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, l’Orchestra sinfonica nazionale della RAI e quelle degli enti lirici di Trieste, Bologna, Genova e Verona, con solisti di fama internazionale fra i quali Aldo Bennici, Daniele Damiano, Aldo Ciccolini, Pietro De Maria, Alexander Lonquich, Louis Lortie, Andrea Lucchesini, Misha Maisky, Antonio Meneses, Mario Brunello, David Geringas, Jian Wang, Boris Belkin, Kolja Blacher, Herbert Schuch, Maria Tipo, Lilya Zilberstein e Krystian Zimerman, e attori quali Paolo Poli e Fabrizio Gifuni.

Nel 1985 è assistente musicale di Riccardo Muti nella produzione di Macbeth al Teatro San Carlo di Napoli. Nel 1987 porta in tournée a Dresda l’Orchestra della Toscana, della quale è uno dei direttori ospiti più assidui; nel 1988 esordisce a Londra con la London Philharmonic Orchestra e l’anno successivo al Lyric Opera House di Chicago con Il Barbiere di Siviglia di Rossini. Nel 1991 dirige a Livorno L'amico Fritz di Mascagni in occasione del centenario della prima rappresentazione dell'opera. Partecipa inoltre alla Biennale di Venezia, al Ravenna Festival, al Maggio Musicale Fiorentino e al Cantiere Internazionale d'Arte di Montepulciano.

Dal 1985 è titolare della cattedra di direzione d’orchestra presso il Conservatorio di Musica "L. Cherubini" di Firenze e dal 1994 al 1997 è direttore stabile dell’Orchestra Giovanile Italiana, con la quale debutta a Vienna nel 1995.

Nel 1998 ha fondato con l'aiuto e il sostegno di Riccardo Muti la Camerata Strumentale "Città di Prato" con la quale progetta insieme ad Aldo Bennici, vicepresidente e direttore artistico del CIDIM due tournée in Sudamerica nel 2001 con un ciclo di dieci concerti in Brasile, Cile e Argentina e di nuovo nel 2003 con un programma interamente rossiniano. Nel 2008 sempre con il CIDIM progetta e dirige una serie di concerti in Italia con la Camerata Strumentale "Città di Prato" con la partecipazione del violinista Boris Belkin.

Ha collaborato regolarmente con il Teatro Verdi di Pisa dal 1997 al 2010, dove ha diretto Il barbiere di Siviglia di Paisiello e di Rossini, Norma di Bellini, Il turco in Italia, L'Italiana in Algeri, con la regia di Toni Servillo, e La Cenerentola di Rossini.

Nella stagione lirica invernale del 2000 ha diretto al Teatro del Maggio Musicale Fiorentino La sonnambula di Vincenzo Bellini con la regia di Federico Tiezzi[1], e nell’ottobre dello stesso anno ha debuttato con Norma al Teatro dell'Opera di Roma.

Nel novembre del 2002 ha diretto al Teatro di Pisa, Prato e Siena con la Camerata Strumentale "Città di Prato" una nuova produzione de Le nozze di Figaro, seguita nel 2005 dal Don Giovanni e nel 2006 con l’Orchestra della Toscana, Così fan tutte a completamento della trilogia di Mozart e Da Ponte.

È stato interprete di prime esecuzioni assolute di Vacchi, Pezzati, Pennisi, Luciani, Tutino, Dall'Ongaro. Nella stagione 2004 della Camerata Strumentale di Prato ha diretto La Nona Sinfonia di Beethoven e Phaedra di Britten con Monica Bacelli.

Con l'Orchestra della Toscana e il Coro da Camera di Praga dirige nel 2007 La Creazione di Haydn a Perugia e Siena. Nell’ottobre 2009 ha ripreso Norma al Teatro Verdi di Pisa e a Trento con l'Orchestra della Toscana. Nell’ottobre 2013 sempre a Trento dirige Il Barbiere di Siviglia di Rossini con l’Orchestra Haydn di Bolzano.

Ha registrato in CD, L'Amico Fritz di Mascagni, Pierino e il lupo di Prokof'ev e Histoire de Babar di Poulenc (Orchestra della Toscana, voce recitante Paolo Poli)[2].

Con la Camerata Strumentale Città di Prato e l'Athesis Chorus ha registrato la Missa in tempore belli e il Te Deum di Haydn.

Inoltre, Il Turco in Italia di Rossini, registrato dal vivo al Teatro Verdi di Pisa, e con la Camerata Strumentale “Città di Prato” La Creazione di Haydn, un’antologia di ouvertures, un CD dedicato ai lavori di Luigi Cherubini, Il concerto K466 di Mozart (solista Pietro De Maria) insieme alla Suite per Orchestra n. 4 "Mozartiana" di Cajkovskij, e Le sette ultime parole del nostro Redentore in croce di Haydn.

 

Il Cherubini a Casa Martelli - 4 Aprile

IL CHERUBINI A CASA MARTELLI

I Concerti 2019 del Conservatorio ogni primo giovedì del mese alle ore 17.00

In collaborazione con Museo del Bargello e Museo di Casa Martelli

Ingresso libero fino a esaurimento posti disponibili

 

 

Giovedi 4 aprile 2019 ore 17.00

Terzo concerto

IL PATHOS ROMANTICO

La musica da camera di Glinka e Brahms

 

Pianisti
Marco Maggi, Enis Bajrami, Santiago Fernandez

Violoncellisti
Michael Cotton, Leonardo Ascione

Clarinettisti
Silvia Caccialupi, Ezio Ferrusi

Fagottista
Federico Alma

 

Musica e arti figurative si riuniscono ancora una volta nella nella Sala da Ballo di Casa Martelli per il terzo concerto del Conservatorio Cherubini nella storica abitazione sette-ottocentesca. Giovedì 4 aprile alle ore 17.00 protagonisti tre gruppi cameristici del Conservatorio Cherubini che comprendono i pianisti Marco Maggi, Enis Bajrami e Santiago Fernandez; i violoncellisti Michael Cotton e Leonardo Ascione; i clarinettisti Silvia Caccialupi e Ezio Ferrusi; il fagottista Federico Alma. 

Il concerto è dedicato alla musica da camera di un autore sommo quale fu Brahms affiancato da Michail Glinka, più noto quale iniziatore dell'opera nazionale russa che non per la sua ulteriore importante produzione vocale e appunto cameristica.
Gli allievi delle classi di musica da camera di Daniela De Santis e Fulvio Caldini eseguiranno la Sonata n. 2 op. 99 di Brahms per violoncello e pianoforte, il Trio Pathétique di Glinka (1832) e il Trio op. 114 di Brahms (1891). Due composizioni quest'ultime che hanno in comune il rarissimo impiego del clarinetto in trio col pianoforte, anziché del violino. Evento atipico che nel trio di Glinka è affiancato anche da un'altra particolarità: l'utilizzo del fagotto al posto del violoncello.
Per l’intero 2019, ogni primo giovedì del mese, alle 17.00, la musica risuonerà nella Sala da Ballo del Museo di Casa Martelli, in un ballo congiunto fra bellezza musicale e bellezza artistica. Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Una produzione del Conservatorio Cherubini, curata da Mario Ruffini in collaborazione con il Centro Studi Luigi Dallapiccola e con il Museo di Casa Martelli.

Ufficio stampa Conservatorio Cherubini di Firenze
Lorenzo Migno
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
3394736584

AMMISSIONI A.A. 2019-20

In allegato Decreto del Direttore prot. 2299/2019 del 02.05.2019 relativo alla tempistica delle ammissioni e ai rinnovi delle iscrizioni per l'a.a. 2019-20.

SEMINARIO GRATUITO ROBERTO FABBRICIANI

CONTEMPORANEITÀ E RICERCA NELLA MUSICA

SEMINARIO GRATUITO

Roberto Fabbriciani, flauto

 

Il seminario è rivolto a tutti gli interessati, in particolar modo ai musicisti, compositori, ricercatori, professionisti e studenti.

La partecipazione è gratuita ma è necessario prenotarsi attraverso il form di iscrizione

28 marzo 2019: Termine ultimo per l'invio delle domande di iscrizione al seminario.

 

PROGRAMMA DEL WORKSHOP

Sabato 30 Marzo, 
11:00 - 13:00 - Sala Concerto, Le Murate.Progetti Arte Contemporanea, Piazza delle Murate, Firenze
18:30 - 19:30 - Concert Hall, Le Murate.Progetti Arte Contemporanea, Piazza delle Murate, Firenze

SERVIZIO NAVETTA SAN MINIATO AL MONTE
MULTIMEDIA CONCERTS
Per raggiungere agevolmente i concerti presso l’Abbazia di San Miniato al Monte è previsto un servizio navetta su prenotazione, disponibile fino ad esaurimento posti. 
Per prenotare: 347 5237014.
S.ILK O.N S.KIN

27 MARZO 2019/ ORE 21:30
Andata: partenza ore 21.00 da Viale Giovine Italia (angolo via dell’Agnolo)
Ritorno: partenza ore 23.00 dall’Abbazia di San Miniato al Monte

THE WASTE LAND
29 MARZO 2019/ ORE 21:30
Andata: partenza ore 21.00 da Viale Giovine Italia (angolo via dell’Agnolo)
Ritorno: partenza ore 23.00 dall’Abbazia di San Miniato al Monte

È un’immersione nelle profondità della voce del flauto, in tutte le sue declinazioni, un’esplorazione del suo mondo sonoro e delle fantastiche interazioni con la tecnologia e il mondo elettronico. Un approccio nuovo e ispirato verso la ricerca nel suono e nel senso più profondo di fare e condividere la musica, quando la musica diventa il respiro dell’uomo.
È un’occasione importantissima per conoscere attraverso l’esperienza del maestro Roberto Fabbriciani, l’evoluzione del linguaggio musicale e strumentale del nostro tempo. La sua personale ricerca, ricca delle intense collaborazioni con i più grandi compositori contemporanei che hanno lavorato con lui e composto espressamente per lui, costituisce un patrimonio culturale e artistico di enorme valore.
In questa giornata di studio dedicata ai temi della contemporaneità e della ricerca nella musica, il maestro offrirà ai partecipanti l’opportunità di conoscere i segreti della sua arte ripercorrendo anche alcune tappe fondamentali della sua attività. Il seminario è rivolto a tutti gli interessati, in particolar modo ai musicisti, compositori, ricercatori, professionisti e studenti.

CHI TERRA' IL CORSO
ROBERTO FABBRICIANI flautista e compositore, è nato ad Arezzo. E’ internazionalmente riconosciuto tra i migliori interpreti. Ha innovato la tecnica flautistica moltiplicando con la ricerca personale le possibilità sonore dello strumento. Ha collaborato con i maggiori compositori del nostro tempo: Luciano Berio, Pierre Boulez, Sylvano Bussotti, John Cage, Elliot Carter, Aldo Clementi, Luis De Pablo, Franco Donatoni, Brian Ferneyhough, Jean Françaix, Giorgio Gaslini, Adriano Guarnieri, Toshio Hosokawa, Ernest Krenek, György Kurtág, György Ligeti, Luca Lombardi, Bruno Maderna, Giacomo Manzoni, Olivier Messiaen, Ennio Morricone, Luigi Nono, Goffredo Petrassi, Henri Pousseur, Wolfgang Rihm, Jean-Claude Risset, Nino Rota, Nicola Sani, Giacinto Scelsi, Salvatore Sciarrino, Mauricio Sotelo, Karlheinz Stockhausen, Toru Takemitsu, Isang Yun, i quali gli hanno dedicato numerose ed importanti opere da lui eseguite in prima assoluta. Con Luigi Nono ha lavorato a lungo, presso lo studio sperimentale della SWF a Freiburg, aprendo e percorrendo vie nuove ed inusitate per la musica. Ha suonato come solista con i direttori Claudio Abbado, Luciano Berio, Ernest Bour, Riccardo Chailly, Sergiu Comissiona, Peter Eötvös, Vladimir Fedoseyev, Gianandrea Gavazzeni, Michael Gielen, Cristóbal Halffter, Djansug Kachidse, Vladimir Jurowsky, Peter Maag, Bruno Maderna, Diego Masson, Riccardo Muti, Zoltán Peskó, Josep Pons, Giuseppe Sinopoli, Lothar Zagrosek e con orchestre quali l’Orchestra della Scala di Milano, l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, le Orchestre della Rai, Orquesta Nacional de España, London Sinfonietta, LSO, RTL Luxembourg, BRTN Brussel, Orchestre Symphonique de la Monnaie, WDR di Colonia, SWF Baden-Baden, Deutsches Symphonie-Orchester Berlin, Bayerischer Rundfunks, Münchener e Berliner Philharmoniker. Ha effettuato concerti presso prestigiosi teatri ed istituzioni musicali: Scala di Milano, Filarmonica di Berlino, Royal Festival Hall di Londra, Suntory Hall di Tokyo, Sala Cajkowskij di Mosca, Carnegie Hall di New York e Teatro Colón di Buenos Aires ed ha più volte partecipato a festivals quali Biennale di Venezia, Maggio Musicale Fiorentino, Ravenna, Londra, Edimburgo, Parigi, Bruxelles, Granada, Luzern, Warsaw, Salisburgo, Wien, Lockenhaus, Donaueschingen, Köln, München, Berlin, St. Petersburg, Tokyo, Cervantino, Wellington. Ha inciso numerosi dischi molti dei quali premiati dalla critica ed è stato docente di flauto presso il Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze e del corso di alto perfezionamento presso l’Università Mozarteum di Salisburgo. E' autore di opere musicali e testi didattici adottati nei percorsi della didattica musicale internazionale, editi da Ricordi e Suvini Zerboni. Tra le sue recenti composizioni: Glacier in Extinction; Alchemies; Cantus; Suoni per Gigi; Quando sorge il sole; Zeus joueur de flûtes; Figaro il Barbiere (liberamente da Rossini); Grande, grande amore; Alluvione; Conversazione su Tiresia (di Andrea Camilleri).

XIV Edizione del Premio Nazionale delle Arti in Pianoforte

XIV EDIZIONE DEL PREMIO NAZIONALE DELLE ARTI IN PIANOFORTE
CONSERVATORIO “LUIGI CHERUBINI” DI FIRENZE 23-26 OTTOBRE 2019

Fa tappa a Firenze l’edizione 2019 del Premio Nazionale delle Arti, dedicato quest’anno al Pianoforte, e il Conservatorio di Musica “Luigi Cherubini” si fa carico di organizzarlo e promuoverlo.

Le quattro giornate dedicate al “Premio Nazionale delle Arti”, 23, 24, 25, 26 ottobre 2019, saranno un’occasione di incontro, di studio intorno al mondo del Pianoforte e della Cultura pianistica. La commissione giudicatrice, presieduta da Massimiliano Damerini, sarà formata da autorevolissime personalità, quali Bruno Canino, Fausto Di Cesare, Riccardo Risaliti, Daniel Rivera.

In tale occasione il “Cherubini” conferirà il “Premio alla Carriera” a Maria Tipo, che torna dunque nel suo Conservatorio a raccogliere l’applauso di una vita interamente spesa all’interpretazione pianistica e alla didattica. Nel corso delle giornate ci sarà inoltre la lectio magistralis di Piero Rattalino dedicata alla storia dell’interpretazione pianistica, opportunamente accompagnata da esecuzioni musicali affidate ai migliori studenti del “Cherubini”. Partecipa alle giornate, come ospite d’onore, il giovane pianista Antonino Fiumara, ex studente del “Cherubini” e vincitore della XII edizione “Premio Claudio Abbado”. La serata conclusiva del Premio prevede infine il recital del vincitore dell’edizione 2019 alla Sala del Buonumore “Pietro Grossi” del Conservatorio.

La storia del Premio Nazionale delle Arti ha inizio nel 2003, su iniziativa del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, prendeva vita questo premio destinato alla promozione artistica delle istituzioni italiane, dedicate alle Arti Figurative, alle Arti dello spettacolo, al Design e all’Interpretazione musicale. Da allora, ogni anno le istituzioni musicali hanno designato e sostenuto i propri studenti alla partecipazione al Premio Nazionale delle Arti, esaltando la vocazione all’arte e alla cultura del settore AFAM - Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica.

Il Conservatorio di Musica “Luigi Cherubini” di Firenze dà corso alla vocazione istituzionale a cui è votato, rinnovando e unendo le sinergie tra formazione e produzione. Anche attraverso la recente riforma dei Conservatori, strutturati in Dipartimenti, Consigli di Corso e Consulta degli studenti, è stato possibile ottenere una moltitudine di eventi e produzioni artistiche musicali in tutti i settori della didattica. Tra i risultati più significativi di questa nuova struttura c’è stato l’incremento degli iscritti del 10 per cento rispetto all’A.A. 2016/2017, nonché l’aumento delle iscrizione degli studenti stranieri e provenienti da ben 32 paesi del mondo: Albania, Argentina, Brasile, Cile, Cina, Colombia, Corea Del Sud, Costarica, Ecuador, Francia, Georgia, Germania, Giappone, Grecia, Iran, Italia, Kirghizistan, Kosovo, Malta, Messico, Mongolia, Polonia, Repubblica Ceca, Romania, Russia, Serbia, Spagna, Svizzera, Turchia, Ucraina, Ungheria e Usa. Già nelle passate edizioni numerosi studenti del Conservatorio “Luigi Cherubini” si sono segnalati nel Premio Nazionale delle Arti, nelle rispettive sezioni di strumentali.

Il Conservatorio “Cherubini” è onorato di essere stato scelto per l’organizzazione di questa edizione del Premio Nazionale delle Arti, poiché attraverso la fitta rete di scambio tra Conservatori e Istituti Superiori di Studi Musicali italiani viene offerta una preziosa opportunità di incontro e di confronto, nell’intento di dare un’opportunità alle migliori eccellenze presenti nel panorama italiano degli studi pianistici. Sostenere il Premio Nazionale della Arti significa pertanto valorizzare l’attività degli studenti, proiettarli nel mondo operativo dell’arte e della professione, incentivando la consapevolezza del proprio talento.

Firenze, 24 marzo 2019
La Commissione del Premio Nazionale delle Arti Conservatorio “Luigi Cherubini” di Firenze

 

  • Regolamento Sezione di Pianoforte e Domanda di partecipazione
  • Progetto artistico
  • Decreto - Nomina Commissione
  • Estrazione della lettera di chiamata
  • Calendario - Prova Eliminatoria
  • Calendario - Prova Finale
  • Collaborazioni e Sponsors

Tutti i documenti sono allegati a fondo pagina

Per la gestione dell’evento è attivato il seguente indirizzo e-mail: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

CALENDARIO DELLE PROVE ELIMINATORIE (scarica DOC)

Diffrazioni - Firenze Multimedia Festival

dal 26 al 31 marzo 2019 a Le Murate. Progetti Arte Contemporanea e all'Abbazia di San Miniato a Monte


DIFFRAZIONI FIRENZE MULTIMEDIA FESTIVAL
Un progetto culturale che fonda le proprie basi nella sperimentazione artistica in più ambiti: dal suono alla luce, dalla tecnologia alla scienza, dalla mente al gesto. Un festival in cui saranno ospitate opere e performance di oltre 150 artisti e scienziati provenienti da 26 paesi del mondo. Tra gli ospiti: Roberto Fabbriciani, Piergiorgio Odifreddi, Esther Lamneck, Maria Chiara Carrozza, Lamberto Maffei, Semir Zeki e molti altri ancora

 Oltre 180 opere multimediali realizzate da oltre 150 artisti provenienti da 26 paesi del mondo, 6 lectio magistralis di grandi personalità del mondo dell’arte e della ricerca scientifica, 3 sessioni di conferenze, concerti multimediali, installazioni, workshop e incontri. 

Dal 26 al 31 di marzo a Le Murate Progetti Arte Contemporanea e all'Abbazia di San Miniato a Monte arriva la terza edizione del Diffrazioni Firenze Multimedia Festival (ingresso libero).
Un progetto culturale, ideato e diretto dal compositore Alfonso Belfiore, docente del Conservatorio Cherubini, che fonda le proprie basi nella sperimentazione artistica in più ambiti: dal suono alla luce, dalla tecnologia alla scienza, dalla mente al gesto. Una settimana ricca di eventi che vedrà coinvolti molti artisti e scienziati di fama internazionale, che porteranno nella cornice fiorentina un accrescimento artistico culturale di livello internazionale a cui prenderanno parte opere e performance di oltre 150 artisti e scienziati provenienti da 26 paesi del mondo. Una finestra sulla contemporaneità di grande portata che ha spinto il progetto verso un incontro di grande suggestione, quello con le celebrazioni del Millenario dell’Abbazia di San Miniato al Monte.
Tra le tematiche affrontate dal festival: acustica musicale, arte e nanotecnologie, biorobotica, arte e sistemi di telecomunicazioni mobili, composizione algoritmica, Intelligenza artificiale e arte, linguaggi per la computer music e molto altro ancora. Un momento di incontro, di conoscenza, di festa, di riflessione e di crescita.

Diffrazioni Festival è reso possibile grazie al Conservatorio Luigi Cherubini di Firenze, con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze, con il patrocinio del Comune di Firenze e della Regione Toscana, con la collaborazione di MUS.E, Le Murate.Progetti Arte Contemporanea e con importanti partenariati con la New York University, l’Università Nazionale Kazaka delle Arti di Astana.

Il festival prenderà il via con una conferenza inaugurale martedì 26 di marzo alle ore 19:00 a cui seguirà, alle ore 21:00 il concerto di apertura del grande musicista, flautista e compositore Roberto Fabbriciani, personalità di fama internazionale, tra i principali esponenti della musica contemporanea, a cui i maggiori compositori del nostro tempo devono l’evoluzione della propria ricerca. Fabbriciani tornerà anche sabato 30 marzo guidando una giornata di studio sul tema “Contemporaneità e ricerca nella musica” con un suo secondo concerto alle 19:00.

Altra personalità di spicco internazionale è la musicista Esther Lamneck (clarinetto e tarogato), artista che coniuga la virtuosità strumentale con le più avanzate tecnologie elettroniche ed informatiche interattive. Moltissimi tra i maggiori compositori e ricercatori mondiali hanno lavorato con lei sviluppando nuovi linguaggi interattivi e multimediali. Il suo recital si terrà mercoledì 27 marzo alle 19:00 e ritornerà anche in altri due concerti del festival, anche in veste di direttore del MNT_Florence Ensemble. Esther Lamneck, condurrà per sei giorni consecutivi, anche un’intensa e interessante masterclass con la collaborazione di alcuni compositori di musica contemporanea e tecnologica, realizzando un programma da concerto con un gruppo di 11 musicisti strumentisti, studenti di altissimo livello. L’ensemble strumentale interagirà con strutture elettroniche e visual, componendo così improvvisazioni dove immagini, musica dal vivo e registrata diverranno un tutt'uno.
Oltre ad artisti di grande impegno per l’arte contemporanea come Roberto Fabbriciani, Esther Lamneck e numerosi altri, il festival propone 6 Lectio Magistralis di grandi esponenti della ricerca scientifica e artistica.
Vedremo ancora ospite del festival con una lectio magistralis, nell’ambito delle neuroscienze e della neuroestetica, dal titolo “Arte cervello creatività” il Prof. Lamberto Maffei, scienziato, presidente emerito dell’Accademia Nazionale dei Lincei. Lo scienziato, neurologo, Prof. Semir Zeki della University College of London, padre della neuroestetica, parlerà di “The Neurobiology of Beauty”.

La Dott.sa Maria Chiara Carrozza, scienziata, professore universitario di bioingegneria industriale, è stata anche rettore della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa e ministro dell’Università e della ricerca scientifica, interverrà con “Il Futuro della Robotica nella IV Rivoluzione Industriale”.
Il compositore Albert Mayr, artista di rilievo internazionale, approfondirà il tema molto importante del senso dell’arte “Dall’ Opera aperta all’Arte effimera - L’utopia di Pietro Grossi”, parlando anche del pensiero di Pietro Grossi, pioniere della musica elettronica ed informatica, fondatore in Italia della prima Cattedra di Musica Elettronica e del primo centro di computer music con il CNR di Pisa.

Altra interessantissima lectio magistralis sarà quella del Prof. Massimo Bergamasco, direttore dell’Istituto di Tecnologie per la Comunicazione, Informazione e Percezione della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa con una lectio magistralis intitolata “Virtual Humans”. Mentre nella scorsa edizione vogliamo ricordare tra gli eventi speciali l’intervento del Prof. Giacomo Rizzolatti, scopritore dei neuroni specchio, con una approfondita video-intervista.

Di grande importanza la presenza del Prof. Piergiorgio Odifreddi, noto matematico, logico, saggista e accademico italiano, che venerdì 29 marzo alle ore 18 terrà una lectio magistralis sul tema arte, matematica, scienza e tecnologia.

 

Gli appuntamenti all'Abbazia di San Miniato a Monte

Diffrazioni/ Firenze Multimedia Festival, ha sviluppato per questa edizione, un’importante collaborazione con le Manifestazioni per le celebrazioni del Millenario dell’Abbazia di San Miniato a Monte, curate dal Frate Benedettino Padre Bernardo, realizzando in questa sede di grande bellezza e profonda spiritualità due concerti multimediali di particolare intensità. Il primo di questi importanti appuntamenti sarà il concerto intitolato S.ilk O.n S.kin (mercoledì 27 marzo ore 21.30), che vedrà il Direttore del Conservatorio Paolo Zampini al flauto e Roberto Neri all'elettronica, oltre alla partecipazione di Elena Tereshchenko (voce recitante) e di Anna Tereshchenko (regia). Durante il concerto saranno eseguiti brani dello stesso Zampini, di Ennio Morricone, Giacinto Scelsi, Mario Davidovsky e Paul Horn.
Di Alfonso Belfiore è la composizione e la regia della performance multimediale The Waste Land, secondo appuntamento all’Abbazia (venerdì 29 marzo ore 21.30), per voce recitante (Massimo Tarducci e Emma Tarducci), percussione (Niccolò Crulli), fixed media e live electronics (Luca Tavanti). Un poema che intere generazioni prenderanno a simbolo di sé. Thomas Stearns Eliot lo concepì durante un viaggio in Provenza stendendolo quasi di getto a Losanna, nel 1920, ma prima di vedere la luce passò sotto le forbici di Ezra Pound che lo resero ancor più enigmatico e allusivo. Si articola in cinque sezioni dove in ognuna sono intersecanti i personaggi e i luoghi delle altre, una costante tensione verso il mito, anzi, la creazione di una vera e propria terra mitica che diventa la somma di ogni mito e di ogni tensione. I mille anni dell’Abbazia e la contemporaneità dell’uomo sono un incontro, un segno profondo a cui tutti possiamo guardare con rinnovata energia.

Altra attività di particolare rilievo sarà il workshop “Corpo Individuale Vs Corpo Condiviso” con Luca di Volo, Eleonora Tancredi, Roberto Neri, artisti ben noti legati alla città di Firenze. Il workshop offre un’esperienza realizzativa nell’ambito della sensoristica applicata al movimento di un performer; catturare il movimento di un performer e tradurre tale movimento in parametri che generano e trasformano eventi sonori (ovvero luminosi o video) induce ad affrontare il rapporto tra azione scenica e la relativa struttura sonora generata in funzione di una efficace complementarietà funzionale. Il workshop si articolerà in diverse giornate sfociando in una fantastica performance multimediale domenica 31 marzo alle 16.

 

Le collaborazioni internazionali

Questa terza edizione di Diffrazioni Festival è caratterizzata dalla grande attenzione rivolta alle esperienze tecnologiche e artistico musicali guardando verso gli Stati Uniti, rappresentati da numerosi artisti e ricercatori provenienti da diversi stati, guardando verso molti dei paesi europei, la Germania, la Grecia, la Francia, L’Inghilterra e anche verso Astana (Kazakistan) e contemporaneamente verso Teheran (Iran). Negli ultimi due anni si è infatti sviluppato un canale privilegiato con il festival Reza Korourian Award di Teheran, agevolando uno scambio di opere favorendo così la crescita di una conoscenza artistica reciproca. In questa prima parte di Diffrazioni saranno presentate opere di Mehdi Jalali, compositore e direttore artistico del festival nonché direttore di Yarava Music Group e di Amin Khoshsabk, vincitore del festival iraniano.

La collaborazione con l'Università Nazionale delle Arti del Kazakistan di Astana ha portato Aiman Mussakhajayeva, violinista di fama internazionale Rettore dell’Università Kazaka e recente ospite del festival Strings City, a commissionare al Maestro Alfonso Belfiore un’opera di visual art interattiva intitolata “I segni dell’arte” eseguita ad Astana il 18 maggio scorso alla presenza del Presidente della Repubblica del Kazakistan, Nursultan Nazarbaev. Un'installazione multimediale e interattiva che è stata riproposta nello scorso dicembre nell’anteprima del festival con la proiezione della trasmissione televisiva nazionale andata in onda in Kazakistan.

Il progetto, curato da Belfiore che ha guidato un team di studenti ed ex studenti del dipartimento di Nuove tecnologie e linguaggi musicali, ha consentito al Conservatorio Cherubini di Firenze di conseguire un risultato prestigioso ed è stato accompagnato dalla stipula di un protocollo d'intesa fra l'Università di Astana e lo stesso Cherubini per la realizzazione di futuri progetti comuni in cui saranno coinvolti studenti e docenti di entrambe le istituzioni.

Altri potenziali creativi si sono aperti con le collaborazioni avviate in Germania con l’University of Music Drama and Media di Hannover e in Grecia con il Department of Music Studies dell’Aristotle University of Thessaloniki. Preziosi per queste collaborazioni con l’Iran e con il Kazakistan, sono stati il contributo della musicista Gelareh Soleimani Lavasani, dell’Associazione culturale 8 ARTI e del Tenore Yerzhan Tazhimbetov.

Un Festival, il Diffrazioni, in cui non mancheranno le attività in cui lo spettatore sarà coinvolto in prima persona, molte delle performance necessitano proprio di quest'ultimo per prendere avvio: da un semplice tocco su un ipad allo sfioramento di una sorgente d'acqua, dall’utilizzo di tecnologie legate alla realtà aumentata alla registrazione di dati o rumori raccolti in diretta per poi essere modificati e diventare un flusso musicale.

Dipartimento Nuove Tecnologie e Linguaggi Musicali

Scuola di Musica Elettronica
Prof. Alfonso Belfiore
Prof. Marco Ligabue

Diffrazioni Firenze Multimedia Festival 2019
Alfonso Belfiore, progetto e direzione artistica
Alfonso Belfiore, Giovanni Pucciarmati, coordinamento progetto
Daniela Bertini, direttore di produzione
Lorenzo Ballerini, direttore tecnico

staff tecnico-organizzativo:
Carlotta Ferrari, Cecilia Lucchelli, Angelo Marrone, Marina Pieroni, Serena Russo

staff tecnico
Jacopo Paolini, coordinatore/coordinator
Sepehr Baradaran, Giacomo Balli, Leonardo Guidi, Gian Maria Matteucci

Marco Aberghini, Davide Bartolacci, Fausto Caricato, Luca Del Fante, Mohsen Fazilatkhah, Gabriele Ginanneschi, Viola Luciotto, Flavio Maccari, Marta Materassi, Lorenzo Milani, Luca Mucci, Viola Romiti, Leonardo Salvadori, Mikail SIMSEK, Riccardo Viciani, Bernardo Zampini

mediatori internazionali
Carlotta Ferrari, Gelareh Soleimani Lavasani, Yerzhan Tazhimbetov

video streaming
Luca Tavanti, Accademia Musicale Ruggero Leoncavallo

riprese videofotografiche
Acusmatica/Produzioni Musicali e Multimediali - Andrea Bui, Vanessa Trippi

Programma completo della rassegna su http://www.conservatorio.firenze.it

 

DIFFRAZIONI FESTIVAL 2019/PROGRAMMA DEGLI EVENTI

1 OPENING CONFERENCE 1 SEMINAR
1 MASTERCLASS 8 CONFERENCE in 3 sessions
1 WORKSHOP 6 LECTIO MAGISTRALIS
1 PERFORMACE 11 INSTALLATIONS
19 MULTIMEDIA CONCERTS

 

CONFERENZA INAUGURALE - OPENING CONFERENCE
Martedì 26 Marzo - Thuesday 26th March
Ore 19:00 - 7:00 PM > Concert Hall, Le Murate.Progetti Arte Contemporanea, Piazza delle Murate, Firenze

M° Paolo Zampini, direttore del Conservatorio
Dott. Pasquale Maiorano, presidente del Conservatorio
Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze
Dott.ssa Valentina Gensini, Le Murate.Progetti Arte Contemporanea
Alfonso Belfiore, direttore artistico
Padre Bernardo, Abbazia di San Miniato al Monte
Comune di Firenze
Città Metropolitana
Roberto Fabbriciani, Esther Lamneck, Joachim Heintz, Luca Di Volo,
tutti gli autori delle installazioni

DRINKS
Martedì 26 Marzo - Thuesday 26th March
Ore 20:00 - 8:00 PM > Le Murate.Progetti Arte Contemporanea, Piazza delle Murate, Firenze

 

MASTER CLASS MULTIMEDIA ENSEMBLE LAB/direttore (director) Esther Lamneck
New York University - The Steinhardt School of Culture, Education and Human Development - Department of Music & Performing Arts Professions
Martedì 26 Marzo - Thuesday 26th March Ore 10:00/14:00 - 10:00 AM/2:00 PM *
Mercoledì 27 Marzo - Wednesday 27th March Ore 10:00/14:00 - 10:00 AM/2:00 PM *
Giovedì 28 Marzo - Thursday 28th March Ore 10:00/14:00 - 10:00 AM/2:00 PM *
Venerdì 29 Marzo - Friday 29th March Ore 10:00/14:00 - 10:00 AM/2:00 PM *
Sabato 30 Marzo - Saturday 30th March Ore 10:00/14:00 - 10:00 AM/2:00 PM *
Domenica 31 Marzo - Sunday 31st March Ore 11:00/13:00 - 11:00 AM/1:00 PM **

*Sala del Buonumore/Pietro Grossi, Conservatorio di Musica “L. Cherubini”, Piazzetta delle Belle Arti, 2 – Firenze
** Concert Hall, Le Murate.Progetti Arte Contemporanea, Piazza delle Murate, Firenze

 

WORKSHOP CORPO INDIVIDUALE VS CORPO CONDIVISO/ Luca di Volo - Eleonora Tancredi - Roberto Neri
Associazione Musique du Role
Martedì 26 Marzo - Thuesday 26th March Ore 10:00/14:00 - 10:00 AM/2:00 PM *
Giovedì 28 Marzo - Thursday 28th March Ore 10:00/14:00 - 10:00 AM/2:00 PM *
Venerdì 29 Marzo - Friday 29th March Ore 10:00/14:00 - 10:00 AM/2:00 PM *
Sabato 30 Marzo - Saturday 30th March Ore 10:00/14:00 - 10:00 AM/2:00 PM **
Domenica 31 Marzo - Sunday 31st March Ore 14:00/16:00 - 2:00 PM/01:00 PM **

* Sala Laura Orvieto, Le Murate.Progetti Arte Contemporanea, Piazza delle Murate, Firenze
** Concert Hall, Le Murate.Progetti Arte Contemporanea, Piazza delle Murate, Firenze

 

SEMINARIO/ SEMINAR “Contemporaneità e ricerca nella musica” Giornata di studio con Roberto Fabbriciani
Sabato 30 Marzo - Saturday 30th March Ore 11:00/13:00 - 11:00 AM/1:00 PM *
Sabato 30 Marzo - Saturday 30th March Ore 18:30/19:30 - 6:30 PM/7:30 PM *
* Concert Hall, Le Murate.Progetti Arte Contemporanea, Piazza delle Murate, Firenze

 

ESPOSIZIONE DELLE INSTALLAZIONI “LE MURATE.PROGETTI ARTE CONTEMPORANEA” / Exhibition Opening
Le Murate.Progetti Arte Contemporanea, Piazza delle Murate, Firenze

• Albert Mayr – Collassi (Italy)
• Marco Buongiorno Nardelli - Miniature Opera Project #1: UNKNOWN (USA)
• Giovanni Doro – SphaeraMundi (Italy)
• Università nazionale kazaka delle arti - Facoltà d’arte (Kazakistan)
• Iain McCurdy – Cipher (Republic of Ireland)
• Lorenzo Ballerini - Inside Bosch (a trip into the musical hell) (Italy)
• Violetta De Saga – Embodiment (Germany)
• Angelo Marrone – Ars Destruens (Italy)
• Ian Clothier - Light seen and unseen / Moonlight (New Zealand)
• Nazario Augusto – Ogni tempo è veste della tua carne (Italy)
• Conservatorio di Musica Bruno Maderna di Cesena – Opere (Italy)

 

Martedì 26 Marzo - Thuesday 26th March Ore 19:00/23:00 - 7:00 PM/11:00 PM *
Mercoledì 27 Marzo - Wednesday 27th March Ore 15:00/23:00 - 3:00 PM/11:00 PM *
Giovedì 28 Marzo - Thursday 28th March Ore 15:00/23:00 - 3:00 PM/11:00 PM *
Venerdì 29 Marzo - Friday 29th March Ore 15:00/23:00 - 3:00 PM/11:00 PM *
Sabato 30 Marzo - Saturday 30th March Ore 15:00/23:00 - 3:00 PM/11:00 PM *
Domenica 31 Marzo - Sunday 31st March Ore 15:00/23:00 - 3:00 PM/11:00 PM *

* Le Murate.Progetti Arte Contemporanea, Piazza delle Murate, Firenze
CONFERENZA/SESSIONE 1 - CONFERENCE/SESSION 1
Mercoledì 27 Marzo - Wednesday 27th March
Ore 10:00 - 10:00 AM > Concert Hall, Le Murate.Progetti Arte Contemporanea, Piazza delle Murate, Firenze

papers
Francesco Pellegrino Compositore Entropia / Risonanza - Una metafora tra fisica, arte e spiritualità
Massimo Vito Avantaggiato Conservatorio di Milano Musica acusmatica e multimedialità
Leonello Tarabella ISTI – CNR Pisa Analogico e digitale: sensibilità e tecnologia
Andres Lewin-Richter Pompeu Fabra University, Barcelona PHONOS and the UPF MUSIC TECHNOLOGY GROUP

posters
Sever Tipei University of Illinois, Urbana Algorithmic Composition and Sound Design on High-performance Computers
Roberto Neri, Gregorio Panerai Conservatorio di Firenze Sonification: Analyzing Space Weather
Luca Tavanti Accademia Musicale “R. Leoncavallo” Dal riconoscimento vocale alla traduzione istantanea.
Utilizzo dei sistemi di dettatura vocale in ambito conferenzistico
From vocal detection to istant translations.
Using vocal dictation system for live conferencing

CONFERENZA/SESSIONE 2 - CONFERENCE/SESSION 2
Mercoledì 27 Marzo - Wednesday 27th March
Ore 15:00 - 03:00 PM > Concert Hall, Le Murate.Progetti Arte Contemporanea, Piazza delle Murate, Firenze

papers
Alberto Gaetti Conservatorio di Firenze Somma di segnali audio: crossover
Marco Ligabue Conservatorio di Firenze Noises Off
Donato Masci Studio Sound Service Acoustic designer for broadcasting next generation audio

CONFERENZA/SESSIONE 3 - CONFERENCE/SESSION 3
Venerdì 29 Marzo - Friday 29th March
Ore 15:30 - 03:00 PM > Concert Hall, Le Murate.Progetti Arte Contemporanea, Piazza delle Murate, Firenze

papers
Bill Hill Jacksonville University The Promethean Moment: Augmenting the REAL

 

LECTIO MAGISTRALIS

Mercoledì 27 Marzo - Wednesday 27th March
Ore 16:00 - 4:00 PM > Concert Hall, Le Murate.Progetti Arte Contemporanea, Piazza delle Murate, Firenze
Lamberto Maffei (Scienziato, neurologo, professore di neurobiologia alla Scuola Normale Superiore di Pisa, Presidente Emerito dell’Accademia Nazionale dei Lincei)
Arte cervello creatività

Giovedì 28 Marzo - Thursday 28th March
Ore 16:00 - 4:00 PM > Concert Hall, Le Murate.Progetti Arte Contemporanea, Piazza delle Murate, Firenze
Massimo Bergamasco (Dir. Ist. di Tecnologie per la Comunicazione, Informazione e Percezione della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa)
Virtual Humans

Venerdì 29 Marzo - Friday 29th March
Ore 16:00 - 4:00 PM > Concert Hall, Le Murate.Progetti Arte Contemporanea, Piazza delle Murate, Firenze
Albert Mayr (compositore)
Dall’ “Opera aperta” all’ “Arte effimera” - L’utopia di Pietro Grossi

Venerdì 29 Marzo - Friday 29th March
Ore 18:00 - 6:00 PM > Concert Hall, Le Murate.Progetti Arte Contemporanea, Piazza delle Murate, Firenze
Piergiorgio Odifreddi (matematico, logico, saggista e Accademico, Professore Ordinario dell’Università di Torino)
Arte, matematica, scienza e tecnologia

Sabato 30 Marzo - Saturday 30th March
Ore 16:00 - 4:00 PM > Concert Hall, Le Murate.Progetti Arte Contemporanea, Piazza delle Murate, Firenze
Semir Zeki (Scienziato, neurologo, professore di neurobiologia alla University College di Londra)
The Neurobiology of Beauty

Sabato 30 Marzo - Saturday 30th March
Ore 17:00 - 5:00 PM > Concert Hall, Le Murate.Progetti Arte Contemporanea, Piazza delle Murate, Firenze
Maria Chiara Carrozza (Scienziata, professore universitario di bioingegneria industriale, è stata anche rettore della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa, è stata Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca)
Il Futuro della Robotica nella IV Rivoluzione Industriale

 

DRINKS
Sabato 30 Marzo - Saturday 30th March
Ore 18:00 - 6:00 PM > Le Murate.Progetti Arte Contemporanea, Piazza delle Murate, Firenze

 

 

PERFORMANCE CORPO INDIVIDUALE VS CORPO CONDIVISO/ Luca di Volo - Eleonora Tancredi - Roberto Neri
Domenica 31 Marzo - Sunday 31st March
Ore 16:00 - 4:00 PM > Concert Hall, Le Murate.Progetti Arte Contemporanea, Piazza delle Murate, Firenze

 

 

CONCERTO I/ CONCERT I
Martedì 26 Marzo - Thuesday 26th March
Ore 21:00 - 9:00 PM > Concert Hall, Le Murate.Progetti Arte Contemporanea, Piazza delle Murate, Firenze

Roberto Fabbriciani
The Flute Experience

Bruno Maderna Musica su due dimensioni (1952) per flauto e nastro magnetico
Luciano Berio Sequenza I (1958) per flauto solo
Aldo Clementi Parafrasi II (2004) per flauto e nastro magnetico
Jean-Claude Risset Passages (1982) per flauto e nastro magnetico
H. Pousseur/R. Fabbriciani Zeus joueur de flûtes, Célébrant les dix octannies d’Orphée étoilé (Michel Butor) (2006) per flauto,
nastro magnetico e live electronics

Live electronics a cura di Lorenzo Ballerini

 

CONCERTO II/ CONCERT II (74:00)
Martedì 26 Marzo - Thuesday 26th March
Ore 22:30 - 10:30 PM > Concert Hall, Le Murate.Progetti Arte Contemporanea, Piazza delle Murate, Firenze

Kostas Daflos - Cipo_00 laterna, video /06:21 (Greece)
Gelareh Soleimani Lavasani, Maziar Boostandoost - IL DIALOGO DEL SILENZIO, video /05:50 (Italy/Iran)
Michele Seffino - army_pttrn, video /02:56 (Italy)
Epa Fassianos – CHROMATOCOSMOS, acousmatic /07:50 (Greece)
Jeff Morris - The Persistence of Elusion - Hard and Soft Dances, video /07:10 (USA)
Matteo Masi (voce recitante) – Poem /10:00 (Italy)
Massimo Vito Avantaggiato – AUTOPOIESI, video /06:15 (Italy)
Valerio Orlandini – Pharmakós, acousmatic /06:15 (Italy)
Giovanni Raschellà – EGG, acousmatic /06:44 (Italy)
Maurizio Montini, Francesco Pellegrino, Andrea Venturoli - UNLOCK THREE, live electronics /10:00 (Italy)

 

CONCERTO III/ CONCERT III (53:42)
Mercoledì 27 Marzo - Wednesday 27th March
Ore 17:00 - 5:00 PM > Concert Hall, Le Murate.Progetti Arte Contemporanea, Piazza delle Murate, Firenze

Kosmas Giannoutakis - Bursty Exorbitance, acousmatic /08:45 (Greece)
Gian Maria Matteucci - Lunedì, il bis, live electronics /08:00 (Italy)
Epa Fassianos – ElectroSantouri, acousmatic /09:54 (Greece)
Adam Stanovic - Would be to Seek, acousmatic /09:54 (UK)
Leonardo Guidi – ANAMORFOSI, live electronics /08:00 (Italy)
Marco Alberghini - Kaddish [electroacustic retelling] /08:00 (Italy)
Giacomo Guerrini - THE ANN HARBOR, acousmatic /03:35 (Italy)
Giacomo Guerrini – YOU ALL, acousmatic /02:57 (Italy)

 

CONCERTO IV/ CONCERT IV
Mercoledì 27 Marzo - Wednesday 27th March
Ore 19:00 - 7:00 PM > Concert Hall, Le Murate.Progetti Arte Contemporanea, Piazza delle Murate, Firenze

Esther Lamneck, Clarinet and Tárogató
Solo Recital

Barbara Jazwinski - Solliloquy - clarinet solo, Esther Lamneck - video Alfonso Belfiore (USA/Italy)
Mara Helmuth/Esther Lamneck - Breath of Water - clarinet and computer (USA)
Erich Barganier/Esther Lamneck - Light Shards - tárogató and computer
Andres Lewin Richter – Signals - tárogató and fixed electronic score
Jean Angelus Pichardo - AZUL DE MAÑANA - tárogató, electronic score and video
Mara Helmuth/Esther Lamneck - Sound Dunes - tárogató and computer

CONCERTO V/ CONCERT V - CELEBRAZIONI PER IL MILLENARIO DELL’ABBAZIA DI SAN MINIATO AL MONTE, 1018/2018
Mercoledì 27 Marzo - Wednesday 27th March
Ore 21:30 - 9:30 PM > Abbazia di San Miniato al Monte, Via delle Porte Sante 34, Firenze

S.ilk O.n S.kin
con
Paolo Zampini, flauto
Roberto Neri, elettronica
con la partecipazione di Elena Tereshchenko, voce recitante - Anna Tereshchenko, regia

Giacinto Scelsi - Pwyll 05:00/ (1954)
Mario Davidovsky - Synchronism n. 1 05:00/ (1962)
Paul Horn - Inside 25:00/ (1968)
Paolo Zampini - S.ilk O.n S.kin 10:00/ (2015)
Ennio Morricone - Cadenza 10:00/ (1988)

CONCERTO VI/ CONCERT VI (70:42)
Giovedì 28 Marzo - Thursday 28th March
Ore 17:00 - 5:00 PM > Concert Hall, Le Murate.Progetti Arte Contemporanea, Piazza delle Murate, Firenze

Farhad Shirinzadeh – Risveglio (second prize "Reza Korourian Awards 2018), acousmatic /04:00 (Iran)
Andrea Cuccaro - Notturno Redi, acousmatic /06:09 (Italy)
Clovis McEvoy - DEATH WARMED UP, acousmatic /07:22 (New Zealand)
Clemens von Reusner – ANAMORPHOSIS, acousmatic /07:19 (Germany)
Elia Taddei – Strutture, acousmatic /05:04 (Italy)
Massimiliano Fortunati - СЪСТАВ333, acousmatic /08:08 (Italy)
Ewan Stefani - black drums rolled, acousmatic /05:28 (UK)
Fausto Caricato - Mirabilis Florescentia, acousmatic /06:09 (Italy)
Fernando Rincon Estrada - Pull (fixed media for eight loudspeakers), acousmatic /05:35 (Colombia)
Julius Bucsis - SOME WRITINGS OF SPRING, acousmatic /03:28 (USA)
Serena Conese – PianoAnimato, acousmatic /05:22 (Italy)
Dimitri Papageorgiou - Am I hearing voices within the voice?, acousmatic /06:38 (Greece) 

CONCERTO VII/ CONCERT VII (75:08)
Giovedì 28 Marzo - Thursday 28th March
Ore 19:00 - 7:00 PM > Concert Hall, Le Murate.Progetti Arte Contemporanea, Piazza delle Murate, Firenze

Ryne Siesky - ...grind..., acousmatic /08:15 (USA)
Felipe Otondo - NIGHT STUDY 3, acousmatic /08:56 (Chile)
David Gedosh – TrainSong, acousmatic /08:58 (USA)
Maja Cerar and Liubo Borissov - Autopoiesis - for violin, video, and computer music /05:34 (CH/USA)
Massimo Vito Avantaggiato - Et erit Lux Lunae sicut lux solis, acousmatic /10:20 (Italy)
Jeffrey Bowen - What Will Sound (was already sound) - for Violin and Live Electronics /12:47 (USA)
Gustavo Chab - Etérea Ethereal - for violin performer/fixed audio/live electronics /10:00 (Argentina/Spagna)
Esther Lamneck (tarogato), Maja Cerar (violin), Douglas Geers (computer) - “Oracle” /08:00 (CH/USA)

CONCERTO VIII/ CONCERT VIII (74:00)
Giovedì 28 Marzo - Thursday 28th March
Ore 21:00 - 9:00 PM > Concert Hall, Le Murate.Progetti Arte Contemporanea, Piazza delle Murate, Firenze

Mikel Kuehn - ...lilac shrieks and scarlet bellowings..., video /09:57 (USA)
Simone Olivari, Paola Lopreiato - Beyond Jago’s project, acousmatic /07:00) (Italy)
Joachim Heintz – ALMA, Improvisation for voice and live-electronics - Shaghayegh Bagheri (voice), Joachim Heintz (live electronics) /10:00 (DE/Iran)
Anna Terzaroli – Memento, acousmatic /05:03 (Italy)
Matteo Masi (voce recitante) – Poem /05:00 (Italy)
Antonio D’Amato - BÉATITUDES LYSERGIQUES, acousmatic /06:01 (Italy)
Kyong Mee Choi – Condolence, video /08:06 (Korea-ROK/USA)
Mick Marchan - INHALE / EXHALE, live electronics /04:43 (USA)
Daniel Mayer - Matters 1, acousmatic /08:34 (Austria)
Jeffrey Hass – CAPSULE, video /08:57 (USA)

 

CONCERTO IX/ CONCERT IX (87:45)
Giovedì 28 Marzo - Thursday 28th March
Ore 22:30 - 10:30 PM > Concert Hall, Le Murate.Progetti Arte Contemporanea, Piazza delle Murate, Firenze

John Gibson – Edgewater, video /06:30 (USA)
Mehdi Jalali - Afrodite op. 99 (2018) for Soprano, Electronic (fixed media) and Video In four movements /11:00 (Iran)
I. Love - II. Beauty - III. Pleasure - IV. Procreation
Composer: Mehdi Jalali - Video: Ashkan Rahbarian - Poets: Vahshi Bafqi and Jalal ad-Din Mohammad Rumi
Soprano:Shaghayegh Bagheri
Nicola Fumo Frattegiani – Gusseisen, video /05:53 (Italy)
Sever Tipei – Quilt, acousmatic /02:57 (USA)
Daniel Mayer - Matters 3, acousmatic /08:50 (Austria)
Kyong Mee Choi - Tender Spirit I, acousmatic /09:24 (Korea-ROK/USA)
Massimo Vito Avantaggiato – ATLAS OF UNCERTAINTY, video /07:13 (Italy)
Rosa Maria Sarri - Tout est Blu, acousmatic /08:11 (Italy)
Jeff Morris - VIOLET. SMASH, video /08:42 (USA)
Ofer Pelz - The Movement of the Mass, acousmatic /07:15 (Canada/Israel/France)
Phillip Sink - Frayed Cities, video /05:41 (USA)
Daniele Castellani, Tommaso Fondoni, Matteo Ghini - win, acousmatic /09:13 (Italy)

 

CONCERTO X/ CONCERT X (80:10)
Venerdì 29 Marzo - Friday 29th March
Ore 17:00 - 5:00 PM > Concert Hall, Le Murate.Progetti Arte Contemporanea, Piazza delle Murate, Firenze

Diego Bermudez Chamberland - Buscando la luz, acousmatic /10:09 (Canada)
Edwin Lucchesi - Kathodic Karma, video /07:29 (Italy)
Sarah Keirle - Blue Lungs, acousmatic /05:00 (UK)
Kyle Vanderburg - Reverie of Solitude, acousmatic /09:59 (USA)
Fernando Rincon Estrada - Surfaces (fixed media for eight loudspeakers), acousmatic /07:00 (Colombia)
David Gedosh – Guitar Constructions #3: Hg-Cr-As, acousmatic /07:10 (USA)
Julius Bucsis - SENTINELS ALONG THE RIVER OF TIME, acousmatic /05:39 (USA)
Giacomo Guerrini - HIGH VOLTAGE, acousmatic /06:41 (Italy)
Lena Mathew - The Explorer, acousmatic /05:06 (USA)
Leonardo Bonetti – CHACARERA, acousmatic /07:31 (Italy)
M.O. Abbott - I Said Top-Top, acousmatic /08:56 (USA)
CONCERTO XI/ CONCERT XI (72:50)
Venerdì 29 Marzo - Friday 29th March
Ore 19:00 - 7:00 PM > Concert Hall, Le Murate.Progetti Arte Contemporanea, Piazza delle Murate, Firenze

David Quang-Minh Nguyen – Misprints, acousmatic /09:57 (USA)
Armando Vanzi - Solo Voce, per voce ed elettronica, Anna Romaldini voce /07:07 (Italy)
Reza Korourian (musica), Paola Lopreiato (video) - Green Lands, video /07:45 (Iran/Italy)
Theocharis Papatrechas - ...yet so terribly afraid of its endlessness, for sax and live electronics, Michele Bianchini, sax /08:47 (Greece/Italy)
Joachim Heintz - The Grief of the Fishes, acousmatic /12:00 (Germany)
Elly Stormer Vadseth - Snow Shifting, video /02:21 (USA/Norwegian)
Christianna Mariano - SUBTLE SUBMERGENCE, acousmatic /03:04 (USA/Italy)
Marco Marinoni - SIAMO SPORCHI DI GUERRA, acousmatic /09:59 (Italy)
P. Gav / Marcos Sánchez - MUFONIA DE BEAT, live 3D instruments and multimedia performance
Pablo García Valenzuela (l. Electronics) (Mexico)
Marcos Sánchez (Illuminu) (Mexico)
Gabriele Bazzechi (percussion) / 11: 30 (Italy)

 

CONCERTO XII/ CONCERT XII - CELEBRAZIONI PER IL MILLENARIO DELL’ABBAZIA DI SAN MINIATO AL MONTE, 1018/2018
Venerdì 29 Marzo - Friday 29th March
Ore 21:30 - 9:30 PM > Abbazia di San Miniato al Monte, Via delle Porte Sante 34, Firenze

THE WASTE LAND 59:00/ performance (nuova edizione 2018), per voce recitante, percussione, fixed media e live electronics
musica e regia di Alfonso Belfiore
su testo di T. S. Eliot
con
Massimo Tarducci, performer e voce recitante
Emma Tarducci, performer e voce recitante
Niccolò Crulli, percussione
Luca Tavanti, live electronics

voci fuori campo:
Beatrice Bertini, Antonella Fabbrani, Giuliana Giurlani, Simonetta Pardini (voce cantante), Massimo Tarducci, Beatrice Visibelli
con la partecipazione di Caterina Bueno

Il lavoro si articola in 5 movimenti

I. THE BURIAL OF THE DEAD
II. A GAME OF CHESS
III. THE FIRE SERMON
IV. DEATH BY WATER
V. WHAT THE THUNDER SAID

introduzione di
Andrea Bigalli

CONCERTO XIII/ CONCERT XIII
Sabato 30 Marzo - Saturday 30th March
Ore 19:30 - 7:30 PM > Concert Hall, Le Murate.Progetti Arte Contemporanea, Piazza delle Murate, Firenze

Roberto Fabbriciani
The Flute Experience

Nicola Sani I binari del tempo (1998) per flauto e nastro magnetico
Mauricio Sotelo A Roberto: la chiarezza deserta (2009) per flauto solo
Diego Minciacchi Ritual for the New Morning (1993) per flauto e nastro magnetico
Luigi Esposito Poema del gran solo (2018) per flauto contrabbasso solo (1a esec. assoluta)
Nicoletta Andreuccetti Notturno Sole for solo amplified flute and fixed media with multi-channel spatialization
Roberto Fabbriciani Suoni per Gigi (2007) per flauto, nastro magnetico e live electronics

Live electronics a cura di Lorenzo Ballerini

 

CONCERTO XIV/ CONCERT XIV (76:00)
Sabato 30 Marzo - Saturday 30th March
Ore 21:00 - 9:00 PM > Concert Hall, Le Murate.Progetti Arte Contemporanea, Piazza delle Murate, Firenze

Fabio Grandinetti - FIREWORKS, acousmatic /09:57 (Italy)
Christian Dimpker - N. 25 (2018) Utopia V | Klavierstück V: For prepared piano, contact microphones, Santiago Fernandez, piano /07:00 (Germany/Italy)
Anabela Costa – JAILBIRD, video /05:58 (Portugal/France)
Rosa Maria Sarri - Les Yeux de Mezzanotte, video /06:54 (Italy)
Matteo Masi (voce recitante) – Poem /05:00 (Italy)
Christian Banasik - "Tree Blossoms IV" (2018) electroacoustic music and video projection /10:07 (Germany)
Francesco Bossi - broken lines over the silence, video /03:15 (Italy)
Joao Pedro Oliveira – Storms, video /08:40 (Portugal)
Giacomo Grasso - FIAT LUX, performance /00:09:56 (Italy)
Giacomo Grasso - GEMINATIO, performance /00:09:07 (Italy) 

CONCERTO XV/ CONCERT XV (88:15)
Sabato 30 Marzo - Saturday 30th March
Ore 22:30 - 10:30 PM > Concert Hall, Le Murate.Progetti Arte Contemporanea, Piazza delle Murate, Firenze

Alessia Anastassopulos - La vita segreta dei dettagli, video /05:23 (Italy)
Epa Fassianos – Land Of The Sirens, acousmatic /09:52 (Greece)
Armando Vanzi – Emozioni, Alice Fratini (performer) video /06:00 (Italy)
Chen Si (Audio), Wu Ruoheng (Video) – Dystopia, video /05:16 (China)
Luca Tavanti, Teresa Morandini - Dal Vento, l'Elettricità, per flauto ed elettr., Teresa Morandini (fl.), Luca Tavanti (live el.) /07:30 (Italy)
Bernardo Zampini – ABISSO, video /06:04 (Italy)
Leonardo Guidi – MORGANA, video /05:00 (Italy)
Phillip Sink - Re:Cursive, video /05:20 (USA)
Takashi Miyamoto - Fragments for viola and computer, Tommaso Morano (viola), Takashi Miyamoto (computer) /09:08 (Japan/Italy)
Serena Conese - Il modo in cui percepisco il mondo, acousmatic /00:08:26 (Italy)
Robert Scott Thompson - Nullius in Verba, acousmatic /09:00 (USA)
Mikael Louafi - Digital Spaces, acousmatic /05:15 (Italy)
Carlotta Ferrari – Anima Nuda, performance /06:00 (Italy)

CONCERTO XVI/ CONCERT XVI (81:05)
Domenica 31 Marzo - Sunday 31st March
Ore 17:00 - 5:00 PM > Concert Hall, Le Murate.Progetti Arte Contemporanea, Piazza delle Murate, Firenze

Robert Scott Thompson - BREATHING OF TREES, acousmatic /10:05 (USA)
Lorenzo Egidi - Casa tua, un luogo da sperimentare, video /06:50 (Italy)
Gerald Eckert – CER, acousmatic /07:01 (Germany)
Giovanni Raschellà - Rising Star, video /05:30 (Italy)
Francesco Bossi - ACOUSMATIC SCATTERING, acousmatic /05:49 (Italy)
Giacomo Guerrini – SPIDERNET, acousmatic /06:30 (Italy)
Gregorio Panerai - 3 Perpetual Truths, acousmatic /05:26 (Italy)
Hubert Howe - Harmonic Fantasy No. 4, acousmatic /09:49 (USA)
Jacopo Paolini - Il pesce fuor d'acqua, acousmatic /08:00 (Italy)
Jeff Morris - Laurel is Yanny is Facebook is, acousmatic /04:54 (USA)
Daniel Blinkhorn – kibuyu, acousmatic /11:00 (Australia)

CONCERTO XVII/ CONCERT XVII (73:00)
Domenica 31 Marzo - Sunday 31st March
Ore 19:00 - 7:00 PM > Concert Hall, Le Murate.Progetti Arte Contemporanea, Piazza delle Murate, Firenze

Riccardo Culeddu, Davide Sardo - Anna's Lightness, video /09:58 (Italy)
Nicola Fumo Frattegiani – Polvere nera, acousmatic /05:48 (Italy)
Serena Conese - Nettuno&ilRamingo, video /06:27 (Italy)
Rafael Adolfo LLanos Parias – THRESHOLDS, acousmatic /06:34 (Colombia)
Young-Shin Choi – Sigan, video /06:39 (South Korea – ROK)
Gianluca Deserti - SYNCLOOP FIELDS, acousmatic /08:00 (Italy)
Francesca Placanica - Neither (I nor NOT I), video /11:52 (Italy/GA)
Giacomo Guerrini, Alessia Pazzaglia - Carta dei diritti umani (titolo provvisorio), performance /08:00 (Italy)
Angela Ianni, Jacopo Paolini - I miei quattro fidanzati, performance /10:00 (Italy)

 

CONCERTO XVIII/ CONCERT XVIII (67:43)
Domenica 31 Marzo - Sunday 31st March
Ore 21:00 - 9:00 PM > Concert Hall, Le Murate.Progetti Arte Contemporanea, Piazza delle Murate, Firenze

Nicola Fumo Frattegiani - Banlieue cuivrée, acousmatic /08:03 (Italy)
Rebecca Montalvo - Sway Delay _ [Animus], video /09:59 (USA)
Massimo Varchione - Our path, acousmatic /06:02 (Italy)
Robert Scott Thompson - A Wheel In The Pure Syntax Of Steel, acousmatic /08:39 (USA)
Matteo Masi (voce recitante), – Poem /05:00 (Italy)

MNT_Florence Ensemble Concert
artist director Esther Lamneck
Erich Barganier - Shame Loop - for ensemble and electronic score /08:00 (USA)
Peter Stollery - Of the Swan - 5-channel electroacoustic music - for ensemble and electronic score /07:06 (UK)
Atomic Tango (2002; music by Doug Geers & video by Christine Sciulli) /05:58 (Switzrland/USA)
Jorge Sosa – Cells - for ensemble and electronic score /08:00 (Mexico/USA)

MNT_Florence Ensemble
Francesco Anichini, flauto - Andrea Bocelli, chitarra - Valentino Coppi, tromba jazz e live electronics
Luca Del Fante, synth, drum, guitar and voice (baritone) - Marco Gallenga, violino e live electronics
Matteo Ghini, batteria e percussioni - Alessandro Levantesi, live electronics - Angelo Marrone, keyboards
Davide Martiello, chitarra e live electronics - Teresa Morandini, flauto - Alessia Pazzaglia, violino

 

CONCERTO XIX/ CONCERT XIX (70:00)
Domenica 31 Marzo - Sunday 31st March
Ore 22:30 - 10:30 PM > Concert Hall, Le Murate.Progetti Arte Contemporanea, Piazza delle Murate, Firenze

Davide Martiello, Giovanni Nannoni – Pura immaginazione, per Chitarra Elettrica Tastiera e Live Electronics
Giovanni Nannoni (keyboard), D. Martiello (guitar and live el.) /10:00 (Italy)
Lorenzo Ballerini – Relazioni digitali, performance audiovisiva con live el.
con Lorenzo Ballerini, Alberto Maria Gatti, Massimo D’Amato /15:00 (Italy)
Andrea Bui, Vanessa Trippi – Pulling In, C-acting Out, (no plant was harmed during the making of this piece),
per strumenti analogici a corda ed elettricità, analogica varia ed un cactus /15:00 (Italy)

Suite-Ω - “... Does Strategy Matters?”, per strumenti vari e live electronics, in audio spazializzato /30:00 (Italy)
instrumentist/performers:
Lorenzo Ballerini, Regia del Suono, Live Electronics
Andrea Bui, Buchla Synthesizer, Amplified Cactus
Massimo D’Amato, Live Visual, Live Electronics
Alberto Gatti, Regia del Suono, Live Electronics
Davide Martiello, Chitarra Elettrica, Live Electronics
Vanessa Trippi GRPA4 Synthesizer, Tenori-On, Electric Viola 

Page 4 of 86
 
     

AEC Logo transparent

banner_2_sito.jpg

 
   
         
   
   
Conservatorio di Musica
Luigi Cherubini

Piazza delle Belle Arti 2
50122 Firenze
Tel. +39 055 298 9311
Fax +39 055 239 6785
Posta certificata (PEC): protocollo.consfi@pec.it
Codice Fiscale 80025210487
© 2014

Area Riservata
Docenti
Referenti
Amministrativi
Coadiutori