logo top

 

 
 

TOP cherubini

 
 

 
       
 
 
 

Vetrina di libri 2018 | Mercoledì 28 marzo

Mercoledì 28 marzo 

Sala dei Giochi di Villa Favard, Firenze

Mirio Cosottini, "Metodologia dell'improvvisazione musicale", Pisa, ed. ETS, 2017.

Interviene Mario Piatti, direttore della rivista Musicheria.net
Attività collettive di improvvisazione a cura dell'autore

Ingresso libero 

Nuovo appuntamento per “Vetrina di libri”, il ciclo di presentazioni con interventi musicali 
di docenti e studenti del Conservatorio Luigi Cherubini di Firenze.
Mercoledì 28 marzo alla Sala dei Giochi di Villa Favard (via di Rocca Tedalda 451, ore 16:30 – ingresso libero) sarà presentato il libro di Mirio Cosottini "Metodologia dell'improvvisazione musicale" (Pisa, ed.ETS, 2017).

Che rapporto c’è fra suono e improvvisazione musicale? Perché è importante fare ricerca intorno al suono? Quali sono i metodi di studio dell’improvvisazione, e che differenza c’è fra il metodo di studio lineare e nonlineare? Quale senso dare all’ascolto, all’analisi e all’esercizio nella pratica dell’improvvisazione?
Le risposte che il libro di Mirio Cosottini delinea sono rivolte agli insegnanti che si occupano di didattica dell’improvvisazione, i quali troveranno indicazioni per arricchire la propria metodologia d’insegnamento; ai musicisti, che vi troveranno suggerimenti per studiare il proprio strumento, interpretare il repertorio, nuovi spunti per comporre e improvvisare; agli improvvisatori, poiché la consapevolezza della distinzione fra linearità e nonlinearità getterà luce sulla struttura della pratica improvvisativa, sul rapporto fra le varie temporalità implicate, sulle diverse strategie di studio, sul valore dell’esercizio, sull’importanza della grafia e sui modi di ascolto.
Il libro contiene numerosi esercizi d’improvvisazione suddivisi per area di ricerca (sull’ascolto, sull’attenzione, sul presente, sulla lettura e scrittura, sulla ricerca, sull’esame approfondito), uno studio del segno grafico che fornisce le chiavi per farne un uso creativo durante l’improvvisazione e infine l’analisi di alcune im- provvisazioni secondo i principi lineari e nonlineari. Al centro vi è l’improvvisa- zione, una pratica che allarga i suoi confini e induce riflessioni didattiche e filosofiche che investono il modo di ascoltare, di pensare e di vivere la musica.

 ___________________________________________________

Mirio Cosottini, musicista, filosofo e didatta, ha pubblicato numerosi articoli sull’improvvisazione musicale dal punto di vista filosofico (Invarianza, tempo e improvvisazione musicale, in Sistema e Libertà, «Itinera», rivista online di filo- sofia e di teoria delle arti, n. 10, 2015), didattico (Non-linearità per aprirsi al- l’improvvisazione musicale, «Musica Domani», Trimestrale di Cultura e Pedagogia Musicale - Organo della SIEM, Anno XXXIX, n. 151, EDT, 2009), e musicologico (Five Improvisations, in Ontologie Musicali, a cura di A. Bertinetto e A. Arbo, Aisthesis, Università di Firenze, 2013). Nel 2005 ha fondato il gruppo GRIM (Musical Improvisation Research Group) insieme a Alessio Pisani. Dal 2005 al 2010 ha tenuto il Laboratorio di Improvvisazione Musicale presso il Con- servatorio di Padova. Ha pubblicato il libro sul rapporto fra suono e silenzio Pla- ying with Silence per Mimesis Internationale (2015). Attualmente sta facendo il Dottorato presso l’Università di Udine/Trieste con una tesi sulla filosofia dell’improvvisazione musicale.

Read 779 times
 
     

AEC Logo transparent

banner_2_sito.jpg

 
   
         
   
   
Conservatorio di Musica
Luigi Cherubini

Piazza delle Belle Arti 2
50122 Firenze
Tel. +39 055 298 9311
Fax +39 055 239 6785
Posta certificata (PEC): protocollo.consfi@pec.it
Codice Fiscale 80025210487
© 2014

Area Riservata
Docenti
Referenti
Amministrativi
Coadiutori