logo top

 

 
 

TOP cherubini

 
 

 
       
 
 
 

OPEN CLARINET DAY

Sabato 5 maggio – a partire dalle 11:30
OPEN CLARINET DAY
Villa Favard – Sala dei Giochi, via di Rocca Tedalda 451, Firenze
Ingresso libero

ore 11:30
Fisica acustica applicata al clarinetto Nuove frontiere
ore 16:00
Concerto Coro di Clarinetti

Questo tipo di formazione strumentale, che si definisce "Coro", trova la sua radice storica nella tradizione musicale di fine Settecento, con Mozart, Salieri e Pleyel, per citare alcuni grandi compositori che prestarono attenzione alle particolarissime sonorità che un insieme di clarinetti può offrire. Coro di clarinetti vero e proprio si definisce nell'Ottocento per opera del belga Gustav Poncelet, che per primo riunì tutti i componenti della numerosa famiglia dei clarinetti. In Inghilterra e in America, si svilupparono diversi ensemble ad opera di diversi clarinettisti europei, anche italiani. Per citarne uno, Samuel Bellison, che fondò un Coro di Clarinetti composto da 50 elementi; più recentemente Piet Jeegers ( Belgio ) e John de Beer ( Olanda ) sono eminenti musicisti che curano l'affermazione di rinomati ensemble. La versati- lità dello strumento fa sì che il repertorio possa muoversi liberamente in periodi storici e generi musicali molto distanti tra loro; si spazia, infatti, da J. Pachelbel , a Ennio Morricone, da George Gershwin a Trevor Jones che richiedono al gruppo un certo impegno tecnico e un maggior "ascolto dell’altro”. In rilievo quest’anno anche la sezione dedicata ad uno strumento solista che farà apprezzare ancor di più il co- lore timbrico e la versatilità dinamica del “ Coro di clarinetti ”.

Il progetto, giunto quest’anno alla sesta edizione, inizialmente era rivolto agli allievi di Clarinetto delle classi prime, seconde e terze dei corsi di strumento degli Istituti Comprensivi Statali ad indirizzo Musicale " Iris Origo " di Montepulciano e " A. Ce- salpino " di Arezzo. Il lavoro, sviluppatosi negli anni, ora si svolge stabilmente in- sieme a scuole di vario ordine e grado, il Liceo Musicale " Petrarca " di Arezzo, il Conservatorio " L. Cherubini " di Firenze, il Conservatorio “ A. Scontrino ” di Tra- pani, l’Istituto di musica " A. W. Henze " di Montepulciano e l'Istituto "Bonaventura Somma" di Chianciano Terme. I Docenti hanno voluto dare la pos- sibilità, ai loro alunni, di conoscere e sfruttare tutte le potenzialità, le sfumature tim- briche e tecniche dello strumento in un grande ensemble e avere l’opportunità di confrontarsi con gli allievi di scuole e livelli di preparazione diversi. Il progetto pre- vede la formazione di un grande gruppo di Clarinetti ( circa 60 elementi, che varia di anno in anno ) comprendente quasi interamente la famiglia dei Clarinetti ( piccolo mib, Clarinetto in sib, Clarinetto contralto, Corno di bassetto, Clarinetto basso in sib e contrabbasso ) che può ottenere sonorità veramente uniche, abbracciando quasi tutta l’estensione di una orchestra sinfonica.

Read 712 times
 
     

DIDATTICA DIGITALE

AEC Logo transparent

banner_2_sito.jpg

2018 PNA

 
   
         
   
   
Conservatorio di Musica
Luigi Cherubini

Piazza delle Belle Arti 2
50122 Firenze
Tel. +39 055 298 9311
Fax +39 055 239 6785
Posta certificata (PEC): protocollo.consfi@pec.it
Codice Fiscale 80025210487
© 2014

Area Riservata
Docenti
Referenti
Amministrativi
Coadiutori