logo top

 

 
 

TOP cherubini

 
 

 
       
 
 
 

Il Cherubini per Strings City

STRINGS CITY

il primo festival diffuso di musica a corde in Italia
1 e 2 dicembre a Firenze la terza edizione, con momenti musicali fuori città e in treno

Oltre 50 ore di musica in più di 50 luoghi della cultura per 80 appuntamenti: sabato 1 e domenica 2 dicembre Firenze si trasforma in un grande palcoscenico per la terza edizione di Strings City, il primo festival diffuso dedicato agli strumenti a corda in Italia. Un programma articolato che spazia dalla classica fino al jazz contemporaneo, tra archi, pianoforti, arpe, chitarre e voci straordinarie.
Strings City è una iniziativa del Comune di Firenze, curata da Tommaso Sacchi, capo segreteria cultura e curatore dell’Estate Fiorentina, organizzata della Scuola di Musica di Fiesole con Conservatorio di Musica Luigi Cherubini, Maggio Musicale Fiorentino e Orchestra della Toscana, con la partecipazione di Amici della Musica Firenze e Orchestra da Camera Fiorentina e con Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana e Tempo Reale, il contributo della Città Metropolitana di Firenze, il sostegno di Fondazione CR Firenze e di SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori, il supporto di Trenitalia, vettore ufficiale del festival, la media partnership di Rai Radio Classica e la collaborazione di New York Film Academy, che si occuperà della documentazione video del festival.
Tutti i momenti musicali sono gratuiti. La maggior parte degli eventi sono ad accesso libero fino ad esaurimento posti, fatta eccezione per alcuni specificatamente segnalati sul programma, che sono solo su prenotazione attraverso il sito http://www.stringscity.it/ dal 20 al 29 novembre.

Ecco l'elenco dei concerti in cui il Conservatorio Cherubini è coinvolto a vario titolo:

Sabato 1 dicembre 2018, ore 10,30
ARCHIVIO DI STATO DI FIRENZE
Viale della Giovine Italia, 6
ingresso su prenotazione
Mario Castelnuovo Tedesco a cinquant’anni dalla morte
Traduzioni a cura di Doriana Tavano; Francesca Scarfi, Doriana Tavano soprani, Silvia di Folco voce recitante; Ilaria Pratesi chitarra
Classe di Canto prof.ssa Ester Castriota e Classi di chitarra proff. Francesco Romano e Francesco Cuoghi
Estratto Progetto Omaggio a Mario Castelnuovo-Tedesco (1968-2018)

I Songs presentati appartengono al lungo periodo americano del compositore fiorentino Mario Castelnuovo Tedesco che trovò, prima a New York e poi a Los Angeles, accoglienza per sfuggire alle leggi razziali, e il luogo ideale per una lunga e proficua carriera di compositore. Attratto da varie esperienze musicali del 900 includendo anche la musica da film, Castelnuovo si caratterizza per un linguaggio moderno ma lontano dagli sperimentalismi, elegante e misurato.

Sabato 1 dicembre 2018, ore 10:30
PALAGIO DI PARTE GUELFA, SALONE BRUNELLESCHI
Firenze, Piazzetta di Parte Guelfa
ingresso libero
Archi e una tastiera in concerto, tra barocco e classicismo
Musiche di Franz Joseph Haydn
Laboratorio Violino Solista e Archi del Conservatorio L. Cherubini di Firenze:
Violini I: Ginevra Tavani, Michele Pierattelli, Deng Jie Xin, Daniela Said, Haxiraj Gabriele
Violini II: Yin Baoyi, Diana Gaci Scaletti, Gioele Abbati, Andrea Pistelli
Viole: Khulan Ganzorig, Tommaso Morano
Violoncelli: Maria Chiara Gaddi, Francesca Fedi
Contrabasso: Camilla Badessi
clavicembalo: Alessio Casinovi,
Maestro concertatore: Claudio Maffei

Riconosciuto come il "padre" indiscusso della sinfonia e del quartetto per archi, Haydn ha lasciato anche un cospicuo numero di concerti per vari strumenti, in alcuni casi creando dei modelli, come per i concerti per tromba o per violoncello. Quattro sono quelli per violino, uno perduto, tra cui il più famoso è il primo dedicato al virtuoso italiano Luigi Tomassini primo violino alla corte degli Esterhàzy. Più tardo il "doppio" concerto per violino e clavicembalo, qui in veste concertante e non più solo di basso continuo.

Sabato 1 dicembre 2018, ore 11,30
GALLERIE DEGLI UFFIZI, SALONE MAGLIABECHIANO
Firenze Loggiato degli Uffizi
Ingresso su prenotazione
Un Quartetto "prussiano"
Musiche di W. A. Mozart
Quartetto Forsizia: Michele Pierattelli, Damiano Isola violini; Tommaso Morano, viola; Francesco Abatangelo, violoncello
Classe di musica d'insieme per archi della prof.ssa Alina Company

Scritto tra il 1789 e il 1790 appartiene al gruppo dei quartetti "prussiani", perché commissionatigli dal re Federico Guglielmo II di Prussia, dilettante di violoncello, strumento cui è riservata una parte quasi solistica; lavoro importante dell'ultima stagione creativa di Mozart, ricco di contrasti e di un sapiente lavoro contrappuntistico.

Sabato 1 dicembre 2018, ore 12,30
MUSEO BARDINI - SALA DELLA CARITÀ
Firenze, Via dei Renai, 37
ingresso su prenotazione
Replica ore 17:30 Sala del Buonumore Pietro Grossi
Firenze, Piazza delle Belle Arti 2
ingresso libero fino ad esaurimento posti

Dalle steppe dell'Asia centrale... con strumenti rari

N. Tlendiev: Ata tolgau, Akku
Sugir: Yngai Tok
Kurmangazy: Adai, Balbraun
Ykylas: Zhez kiik
Dauletkerei: Korogly
Kui Shashu
Folksong: Akbayan
Folksong: Balapan kaz
Folksong: Yapurai
Abai: Zhelsiz tunde jaryk-ai
Abai: Aittym Salem, Kalamkas
Abai: Kozimnin karasy
Kurmangazy: Saryarka
Gruppo folk della Repubblica del Kazakistan

Il gruppo folcloristico della Repubblica del Kazakistan presenta musiche che provengono dal repertorio secolare delle popolazioni di un territorio immenso e di antica tradizione. L'ensemble è formato da professionisti che si sono segnalati in festival nazionali e internazionali; loro caratteristica è che ciascuno suona su diversi strumenti tradizionali ricostruiti o restaurati. Il loro repertorio comprende brani folkloristici ma anche musiche nuove ispirate alla tradizione, in una continua ricerca creativa; il gruppo ama esibirsi indossando i costumi tradizionali.

Sabato 1 dicembre 2018, ore 14
PALAZZO MEDICI RICCARDI - SALA LUCA GIORDANO
Firenze, Via Camillo Cavour, 3
Virtuoso per 14 violoncelli
Musiche di L. Boccherini, N. Paganini, A. Vivaldi, D. Popper, G. Rossini
Florence Cello Ensemble
Giacomo Petrucci, Andrea Volcan, Corinna Belli, Francesca Ferri, Cecilia Chironi, Francesco Canfailla, Gioia Bertuccini, Teresa Mondati, Eleonora Mascia, Giovanni Agostini, Amelia Sharp, Tyler Stewart, Flavio Termine, Giuditta Ara.
Concertatore: Lucio Labella Danzi
Conservatorio Luigi Cherubini - Firenze - Classi di violoncello
ingresso su prenotazione

I migliori allievi delle classi di violoncello del Conservatorio si presentano a turno come solisti in brani tra i più popolari e suggestivi del repertorio per violoncello e orchestra, dove quest'ultima è composta di soli violoncelli per realizzare un insieme sonoro di forte impatto; momenti virtuosistici si alternano ad altri più cantabili senza tralasciare il puro divertimento sonoro.

Sabato 1 dicembre 2018, ore 14
OPIFICIO DELLE PIETRE DURE
Firenze, Via Alfani 78
ingresso su prenotazione
Un pizzico di mandolino, un pizzico di chitarra...
Musiche di B. Bortolazzi, R. Calace, C. Turco, M. Castelnuovo-Tedesco,
E. Carosio, C. Munier
Mandolino: Andrea Benucci,
chitarra: Federico Mariano,
Classe di chitarra prof. Francesco Cuoghi

Non è frequente poter ascoltare insieme chitarra e mandolino: se la chitarra ha ormai un consolidato repertorio nell'ambito colto è più difficile liberare il mandolino dalla connotazione popolare . Questo concerto propone invece un percorso tra i due strumenti, insieme o alternati, a partire dalla riscoperta sette-ottocentesca attraverso interpreti-autori che al loro tempo furono ammirati per il virtuosismo e ricercati dai massimi compositori.

Sabato 1 dicembre 2018, ore 16
PALAZZO MEDICI RICCARDI - SALA LUCA GIORDANO
Firenze, Via Camillo Cavour, 3
ingresso su prenotazione
Humoresque per 14 violoncelli
Musiche di C.Saint-Saëns, A. Dvořák, J. Brahms, N. Rimskij-Korsakov
W.A. Mozart, L. Anderson
Lorenzo Fuoco, I° Violino dei Cameristi del Maggio Musicale Fiorentino
Florence Cello Ensemble
Giacomo Petrucci, Andrea Volcan, Corinna Belli, Francesca Ferri, Cecilia Chironi, Francesco Canfailla, Gioia Bertuccini, Teresa Mondati, Eleonora Mascia, Giovanni Agostini, Amelia Sharp, Tyler Stewart, Flavio Termine, Giuditta Ara.
Lucio Labella Danzi concertatore
Conservatorio Luigi Cherubini - Firenze - Classi di violoncello
Collaborazione con il Maggio Musicale Fiorentino

I migliori allievi delle classi di violoncello del Conservatorio si presentano a turno come solisti in brani tra i più popolari e suggestivi del repertorio per violoncello e orchestra, dove quest'ultima è composta di soli violoncelli per realizzare un insieme sonoro di forte impatto; momenti virtuosistici si alternano ad altri più cantabile senza tralasciare il puro divertimento sonoro. L'esperienza è resa ancora più preziosa dalla collaborazione con Lorenzo Fuoco, I° Violino dei Cameristi del Maggio Musicale Fiorentino.

Sabato 1 dicembre 2018, ore 16 - 17 - 18
FENYSIA - SCUOLA DI LINGUAGGI
Firenze, Palazzo Pucci, Via de’ Pucci, 4
ingresso libero
Per corde pizzicate
Musiche di A. Hasselmans, J. Jongen, G. Fauré, M. Grandjany, D. Scarlatti, I. Albeniz, G. Regondi, A. P. Barrios-Mangorè, B. Britten, N. Rota, C. Debussy
Matteo Ierardi, arpa, Fabio Corsi, chitarra*, Stefania Scapin, arpa*

Classe di arpa della prof.ssa Patrizia Pinto e * studenti segnalati per l’interpretazione musicale nella sezione di arpa e chitarra al Premio Nazionale delle Arti tenutasi presso il Conservatorio “L.Cherubini” di Firenze - XIII edizione 2017/18

Un percorso che si snoda tra le raffinate sonorità di uno degli strumenti più antichi, l'arpa, e di uno strumento, la chitarra, che ha conosciuto fasi alterne ma che dal Romanticismo in poi ha trovato nuovi percorsi e grandi maestri che ne hanno saputo riscoprire la voce e le possibilità. Accanto ad un allievo del conservatorio due giovani talenti segnalati dall'ultima edizione del prestigioso Premio Nazionale delle Arti.

Sabato 1 dicembre 2018, ore 16,30
OSSERVATORIO ASTROFISICO DI ARCETRI - BIBLIOTECA
Largo Enrico Fermi 5 (entrata da Pian de' Giullari)
ingresso libero
Il canto del violoncello
Musiche di I. Pizzetti, R. Schumann
violoncello: Justina Orzekowska
pianoforte: Raffaele Puccianti,
Classe di violoncello del prof. Andrea Nannoni

Tra gli strumenti ad arco, il violoncello si è sempre distinto per una voce calda che lo ha reso particolarmente adatto ad ampi momenti cantabili, esattamente come mostra il brano di Pizzetti che non rinuncia ad una cantabilità austera, e il brano di Schumann originariamente pensato per corno a pistoni ma reso famoso in tante altre versioni tra cui spicca quella per violoncello, che esalta la qualità cantabile dei due movimenti.

Sabato 1 dicembre 2018, ore 17
MUSEI DEL BARGELLO - MUSEO PALAZZO DAVANZATI
Firenze, via di Porta Rossa 9
ingresso su prenotazione
Lamenti et Sospiri: Duetti amorosi nel XVII e XVIII secolo
Musiche di M. Grancini, H. Purcell, G. Legrenzi, B. Strozzi, J. Dowland, G. F. Händel, C. Monteverdi
Francesca Cataoli, Anna Chiara Mugnai, mezzosoprano
Johanna Lopez Valencia, Viola da gamba
Dimitri Betti, Clavicembalo
Classe di canto barocco prof.ssa Patrizia Vaccari, di clavicembalo prof.ssa Anna Clemente, di viola da gamba prof. Paolo Biordi

L'affermarsi della scrittura per voce sola con accompagnamento di strumenti, la monodia accompagnata, si è rivelata il mezzo ideale per quella espressione degli affetti che per gran parte dei sec. XVII e XVIII assorbe gli interessi dei compositori. L'opera in musica, ma anche cantate e altri brani destinati all'uso privato, sono il campo di sperimentazione di un dinamico rapporto fra testo e musica dove sempre più spesso alla voce sola si affianca l'intreccio coinvolgente del duetto.

 

Sabato 1 dicembre 2018, ore 17:30
SALA DEL BUONUMORE PIETRO GROSSI 
Firenze, Piazza delle Belle Arti 2 
ingresso libero fino ad esaurimento posti
Dalle steppe dell'Asia centrale... con strumenti rari

N. Tlendiev: Ata tolgau, Akku
Sugir: Yngai Tok
Kurmangazy: Adai, Balbraun
Ykylas: Zhez kiik
Dauletkerei: Korogly
Kui Shashu
Folksong: Akbayan
Folksong: Balapan kaz
Folksong: Yapurai
Abai: Zhelsiz tunde jaryk-ai
Abai: Aittym Salem, Kalamkas
Abai: Kozimnin karasy
Kurmangazy: Saryarka
Gruppo folk della Repubblica del Kazakistan

Il gruppo folcloristico della Repubblica del Kazakistan presenta musiche che provengono dal repertorio secolare delle popolazioni di un territorio immenso e di antica tradizione. L'ensemble è formato da professionisti che si sono segnalati in festival nazionali e internazionali; loro caratteristica è che ciascuno suona su diversi strumenti tradizionali ricostruiti o restaurati. Il loro repertorio comprende brani folkloristici ma anche musiche nuove ispirate alla tradizione, in una continua ricerca creativa; il gruppo ama esibirsi indossando i costumi tradizionali.

 

Sabato 1 dicembre 2018, ore 17,30
MUSEO SALVATORE FERRAGAMO - PALAZZO SPINI FERONI
Firenze, Piazza di Santa Trinita, 5r
ingresso su prenotazione
Da Firenze all'America in Toscana e ritorno
Musiche di E. Desderi, M. C. Tedesco, L. Bernstein, A. Copland
Leonardo De Lisi, voce
Luca Trabucchi, chitarra

Il rapporto con l'America non ha interessato solo il mondo dell'industria ma anche quello artistico, caratterizzandosi per uno scambio di esperienze diverse capaci di influenzare profondamente il linguaggio dei rispettivi compositori. Alla base di queste esperienze, da una parte e dall'altra, sta l'attenzione per il mondo della poesia e della musica popolare, originale per tematiche, melodie e ritmi quello del Nord America, di antica tradizione quello italiano riletto con nuova attenzione.

Sabato 1 dicembre 2018, ore 19
BIBLIOTECA DELLE OBLATE - Sala Conferenze Sibilla Aleramo
Firenze, Via dell' Oriuolo, 24
ingresso libero
Duetti di timbri
Musiche di G. Rossini,A. Piazzolla
Michael Cotton, violoncello - Eugenia Barone, contrabbasso - Feyza Nur Sagliksever, flauto - Tommaso Tarsi, chitarra
Classe di musica da camera prof.ssa Daniela De Santis

Il più grande degli strumenti ad arco, il contrabbasso, ha dovuto aspettare molto più degli altri per poter trovare un ruolo adeguato alle sue possibilità che non sono solo quelle di base sonora ai gruppi strumentali, e ciò si è verificato tra 700 e 800, in un periodo in cui tutti gli strumenti subiscono profonde trasformazioni o addirittura ne compaiono di nuovi visto il grande interesse verso la timbrica di tutti i compositori romantici. Brillantezza e virtuosismo sembravano irrealizzabili ma grandi interpreti come Domenico Dragonetti portarono il contrabbasso a vertici mai visti prima, e fu proprio Dragonetti, incontrato a Londra nel 1824, ad ispirare questo duetto a Rossini. Intrigante l'accostamento tra la brillantezza rossiniana e l'avvincente atmosfera latina per flauto e chitarra. 

Sabato 1 dicembre 2018, ore 21.30
CONSERVATORIO CHERUBINI DI FIRENZE - Sala del Buonumore Pietro Grossi
Firenze, Piazza delle Belle Arti 2
Ingresso su prenotazione
Aiman Mussakhajayeva e Orchestra da Camera Fiorentina
Musiche di P. I. Čajkovskij
Direttore: Giuseppe Lanzetta
A cura di: Conservatorio di Musica Luigi Cherubini, Orchestra da Camera Fiorentina

Dal Kazakistan, grazie al protocollo d'intesa siglato fra il Conservatorio Cherubini e la Kazakh National University of Arts e con la collaborazione dell'Orchestra da Camera Fiorentina, arriva la violinista Aiman Mussakhajayeva, rettore della sopracitata Università Kazaca nonché artista UNESCO per la Pace nel 1998.
La violinista, che si esibirà con l’Orchestra da Camera Fiorentina alla quale si aggiungono alcuni elementi dell'Orchestra del Conservatorio Cherubini, eseguirà il Concerto per violino e orchestra di Čajkovskij.
Nel concerto diretto dal Maestro Giuseppe Lanzetta, l'artista si esibirà suonando un violino Stradivari Omobono 1732. 

Domenica 2 dicembre, ore 11
TEATRO GOLDONI
Firenze, Via Santa Maria 15
ingresso libero
Concerto Unitario

Un'unica orchestra costituita da musicisti provenienti da Maggio Musicale Fiorentino, Conservatorio di Musica Luigi Cherubini, Orchestra della Toscana, Scuola di Musica di Fiesole e Orchestra da Camera Fiorentina, diretta da Enrico Calesso.

 

Domenica 2 dicembre, ore 15,30
Strings City 2018 AREA METROPOLITANA
Marradi, Palazzo Torriani
ingresso libero
Da Bach a Tansman per chitarra
Musiche di J.S. Bach, F. Sor, A. Tansman
Luca Scofano, chitarra
Classe di chitarra prof. Francesco Cuoghi

Non poteva mancare, tra gli interessi di Bach, anche il liuto cui sono dedicate una manciata di composizioni, e ancora una volta come in questo Preludio Fuga e Allegro non manca la sfida a tessere un linguaggio contrappuntistico, evidente anche nella presenza di una fuga, una delle pochissime in forma ternaria e quindi con una sorta di ripresa alla fine: una sfida anche per gli esecutori e in particolare per i chitarristi che non potevano non appropriarsi di questi brani. Altre suggestioni nel brillante brano di Sor, influenzato dal virtuosismo dell'opera italiana, per arrivare al più eclettico stile di Tansman.


Strings City è una iniziativa del Comune di Firenze, a cura della Scuola di Musica di Fiesole, con Conservatorio di Musica Luigi Cherubini, Maggio Musicale Fiorentino e Orchestra della Toscana, con la partecipazione di Amici della Musica Firenze e Orchestra da Camera Fiorentina, e con Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana e Tempo Reale. Con il contributo della Città Metropolitana di Firenze, in collaborazione con i Comuni di Empoli, Figline e Incisa Valdarno, Marradi, Pontassieve, con il sostegno di Fondazione CR Firenze e di SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori, il supporto di Trenitalia, vettore ufficiale del festival, la media partnership di Rai Radio Classica e la collaborazione di New York Film Academy che curerà la documentazione video del festival. Il coordinamento organizzativo e della comunicazione di Strings City è curato da Accapiù mentre il progetto grafico è di Zetalab.
Strings City è anche in diretta sui social:
Facebook: www.facebook.com/stringscity/
Instagram @stringscityfirenze
Twitter @StringsCityFi

Read 416 times
 
     

DIDATTICA DIGITALE

AEC Logo transparent

banner_2_sito.jpg

2018 PNA

 
   
         
   
   
Conservatorio di Musica
Luigi Cherubini

Piazza delle Belle Arti 2
50122 Firenze
Tel. +39 055 298 9311
Fax +39 055 239 6785
Posta certificata (PEC): protocollo.consfi@pec.it
Codice Fiscale 80025210487
© 2014

Area Riservata
Docenti
Referenti
Amministrativi
Coadiutori