logo top

 

 
 

TOP cherubini

 
 

 
       
 
 
 

VETRINA DI LBRI: "Ragioni e sentimenti".

Sabato 16 aprile 2016 Sala dei Giochi di Villa Favard, ore 16.30

PRESENTAZIONE DEL LIBRO DI RENZO CRESTI

Ragioni e sentimenti nelle musiche europee dall’inizio del Novecento a oggi

Con l’intervento del Prof. Claudio Josè Boncompagni

Seguirà un concerto con musiche del Novecento storicoa cura delle classi di Musica da camera dei Proff.ri  Rolando Russo e Fulvio Caldini

 

Programma del concerto

 

 

Arthur Honegger                                       Sonatina per clarinetto e pianoforte H 42

(1892-1955)                                                  

Modéré
Lent et soutenu
Vif et rythmique

                                                            

Jean Françaix                                                Tema con Variazioni per clarinetto e pianoforte

(1912-1997)

Francesco Darmanin clarinetto

Mattia Fusi pianoforte

 

 

Dmitrij Šostakovič                                        4 Walzer

(1906 –1975)                               

1 - Fruehlingwalzer
2 - Scherzwalzer
3 - Walzer
4 - Drehorgelwalzer
Alice Cinotti  flauto e ottavino
Luca Nicolo' clarinetto
Diana Rotari  pianoforte 

 

Renzo Cresti è docente di Storia della musica presso il Conservatorio di Lucca (dove è stato anche direttore e dove tiene un corso di Storia del jazz). Esperto della musica del Novecento ha curato l’imponente Enciclopedia italiana dei compositori contemporanei (3 volumi e 10 compact-disc, Napoli 2000) e le Autoanalisi dei Compositori Italiani Contemporanei (Napoli 1992); ha scritto Verso il 2000 (Pisa 1990), libro dove sono raccolte oltre 100 schede sui compositori italiani, L’arte innocente, con cdrom (Milano 2004), Firenze e la musica italiana del secondo Novecento (Premio Firenze 2005); inoltre, è stato direttore della Collana I linguaggi della musica contemporanea (Milano 1990-2000, per la quale sono stati pubblicati 14 volumi); dal 2009 al 2012 ha diretto il Progetto musica per l’editore Del Bucchia (sono usciti 7 volumi); infine ha scritto una lunga serie di monografie sui grandi compositori italiani (molti autori gli hanno dedicato loro composizioni e il suo archivio sulla musica contemporanea è fra i più importanti in Italia): libri su Donatoni, Clementi, Margola, Chailly, Castiglioni, Gaslini, Giani Luporini e altri; saggi su Nono, Berio, Bussotti e altri. Come didatta si ricorda l’ipertesto La vita della musica (VI ed., Panzano in Chianti 2008), inoltre Puccini e il Postmoderno con English Version e in traduzione giapponese. È stato direttore della rivista «Il Pasquino Musicale» e ha collaborato e collabora con molte riviste anche straniere (tiene un rubrica fissa sulla rivista «FaLaUt»); alcuni suoi testi sono stati tradotti in inglese, tedesco, francese, portoghese, spagnolo e giapponese. È stato consulente del teatro del Giglio di Lucca, ideando, fra l’altro, Anfiteatro jazz (1994 ancora in corso).Fa parte di giurie di numerosi concorsi di composizione e di esecuzione (per molti anni è stato presidente del concorso Barga Jazz al quale ha dedicato anche un libro). Attivo conferenziere, è direttore artistico di alcune manifestazioni e associazioni, fra cui Cluster di Lucca (lo è stato del progetto della Comunità europea Sonata di Mare). Il suo ultimo libro Richard Wagner, la poetica del puro umano, LIM, Lucca 2012, è uscito contemporaneamente anche in edizione inglese. Ha al suo attivo anche racconti letterari e saggi di critica d’arte (il romanzo La terra che canta è stato finalista al Premio Pisa 1998).

Si tratta di un volume di grandissima importanza, sotto il profilo didattico e artistico, della Storia della musica del Novecento e dei primi anni del 2000. Una fondamentale mappatura, assente fino a oggi, del panorama italiano e internazionale della musica e dei musicisti contemporanei. Una vera “enciclopedia” che offre la conoscenza di 742 compositori analizzati, di cui 321 italiani, oltre ad altrettanti autori esaminati in breve. Un elenco approfondito, dunque, della musica di oggi. Il titolo del volume mette in evidenza come non vi sia un’antinomia fra ragioni e sentimenti; come la facoltà di pensare non sia mai scissa da quella del sentire; come l’intelligenza appartenga anche all’emotività; e, non ultimo, come vi sia una saggezza della sfera affettiva. Questo testo presenta la più aggiornata e autorevole Storia della musica europea dall’inizio del Novecento a oggi, con le poetiche, le estetiche, gli stili, le tecniche e le forme che si sono succedute e intrecciate: dalla pan-tonalità alla dodecafonia, da una nuova concezione del tempo e dello spazio musicale al rapporto fra musica colta e popolare, dalle esperienze para-classiche alle ricerche sul rumore, dal teatro engagé all’opera politica, dallo Strutturalismo alla musica aleatoria, dalla musica materica a quella negativa, dal Minimalismo alla musica spettrale, dal Moderno al Postmoderno, dal ritorno della tonalità alle ultime generazioni di compositori. Inoltre, la musica elettronica, quella per film, la crescita del jazz europeo e italiano, il rock e il pop e i loro intrecci.


Read 3595 times
 
     

AEC Logo transparent

banner_2_sito.jpg

 
   
         
   
   
Conservatorio di Musica
Luigi Cherubini

Piazza delle Belle Arti 2
50122 Firenze
Tel. +39 055 298 9311
Fax +39 055 239 6785
Posta certificata (PEC): protocollo.consfi@pec.it
Codice Fiscale 80025210487
© 2014

Area Riservata
Docenti
Referenti
Amministrativi
Coadiutori