logo top

 

 
 

TOP cherubini

 
 

 
       
 
 
     
 

Oltre il sipario - Musica a Palazzo Davanzati - Dedicato a David Bellugi

Maggio Musicale Fiorentino, in collaborazione con il Conservatorio L. Cherubini di Firenze

Oltre il sipario - Musica a Palazzo Davanzati

Sabato 7 aprile ore 17
Ingresso con il biglietto del Museo

“All’italiana”: cantabilità e virtuosismo nello stile del Barocco musicale italiano

Dedicato a David Bellugi

 

Elementi della classe di Flauto dolce e dell'Ensemble di musica antica del Conservatorio L. Cherubini di Firenze:
Doriana Tavano, soprano; Johanna Lopez, flauto dolce e viola da gamba; Giorgio Matteoli, flauto dolce e violoncello; Dimitri Betti, clavicembalo

 MAGGIORI INFORMAZIONI

Giovanni Battista Sammartini (1700/01-1775)
Triosonata VI in Re minore per due flauti dolci e basso continuo
Adagio - Allegro - largo - Allegro

Georg Friedrich Händel (1685-1759)
Sonata in Fa Maggiore HWV369 op. 1 n. 11, per flauto dolce e basso continuo
Larghetto - Allegro - Alla Siciliana - Allegro [Giga]
*Giorgio Matteoli - flauto dolce

G. F. Händel
Cantata “Nel dolce dell’oblio” (Pensieri notturni di Filli), HWV 134, per soprano, flauto dolce obbligato e basso continuo
Recitativo - Aria - Recitativo - Aria
*Giorgio Matteoli - flauto dolce

Arcangelo Corelli (1653-1713)
Sonata in Sol Maggiore op. 5 n. 10 per flauto dolce e basso continuo
Preludio Adagio - Allemanda Allegro - Sarabanda Largo - Gavotta Allegro - Giga Allegro
*Johanna Lopez - flauto dolce

Georg Philipp Telemann (1681-1767)
Solo X dagli “Essercizii musici”
Adagio - Allegro - Adagio - Allegro - Larghetto - Vivace
*Johanna Lopez - flauto dolce

 

Pensieri notturni di Filli «Nel dolce dell'oblio» (Testo di Autore ignoto)

Nel dolce dell'oblio benché riposi
la mia Filli adorata
veglia coi pensier suoi e in quella quiete
Amor non cessa mai con varie forme
la sua pace turbar mentre ella dorme.

Giacché il sonno a lei dipinge
la sembianza del suo bene,

nella quiete né pur finge
d'abbracciar le sue catene.

Così fida ella vive al cuor che adora,
e nell'ombre respira
la luce di quel sol per cui sospira.

Ha l'inganno il suo diletto
se i pensier mossi d'affetto
stiman ver ciò che non sanno.

Ma se poi
si risveglia un tal errore
il pensier ridice a noi
ha l'inganno il suo dolore.

Read 1378 times
 

AEC Logo transparent

banner_2_sito.jpg

 
   
         
   
   
Conservatorio di Musica
Luigi Cherubini

Piazza delle Belle Arti 2
50122 Firenze
Tel. +39 055 298 9311
Fax +39 055 239 6785
Posta certificata (PEC): protocollo.consfi@pec.it
Codice Fiscale 80025210487
© 2014

Area Riservata
Docenti
Referenti
Amministrativi
Coadiutori