logo top

 

 
 

TOP cherubini

 
 

 
       
 
 
 

BONUS STRADIVARI - Vademecum

Introduzione

Al fine di rendere più chiare la norma e le procedure del Bonus Stradivari, abbiamo redatto questo vademecum, pensando che possa chiarire tante domande sui beneficiari, sulla tipologia di strumento, sulla procedura, sul funzionamento del credito d’imposta.

Per eventuali ulteriori chiarimenti, ci si può rivolgere alla pagina Facebook del Progetto Stradivari o all’email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.               

Raffaello Vignali
(autore della proposta del Bonus Stradivari)

La norma

Art. 1, comma 984, Legge 28 dicembre 2015, n. 208, Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge di Stabilità 2016):

Per l'anno 2016, agli studenti dei conservatori di musica e degli istituti musicali pareggiati, iscritti ai corsi di strumento del precedente ordinamento e della laurea di 1 livello del nuovo ordinamento, è concesso un contributo una tantum di 1.000 euro, non eccedente il costo dello strumento, per l'acquisto di uno strumento musicale nuovo, coerente con il corso di studi, nel limite complessivo di 15 milioni di euro. Lo strumento musicale oggetto di agevolazione deve essere acquistato presso un produttore o rivenditore, dietro presentazione di un certificato di iscrizione rilasciato dal Conservatorio o dagli Istituti musicali pareggiati da cui risultino cognome, nome, codice fiscale e corso di strumento cui lo studente è iscritto. Il contributo è anticipato all'acquirente dello strumento dal rivenditore sotto forma di sconto sul prezzo di vendita ed è a questo rimborsato sotto forma di credito d'imposta di pari importo, da utilizzare in compensazione ai sensi dell'articolo 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241. Con provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle entrate, da emanarsi entro trenta giorni dall'entrata in vigore della presente legge, sono definiti le modalità attuative, ivi comprese le modalità per usufruire del credito d'imposta, il regime dei controlli nonché ogni altra disposizione necessaria per il monitoraggio dell'agevolazione.”

Provvedimento del Direttore Generale dell’Agenzia delle Entrate - VAI AL DOCUMENTO

Da quando parte il Bonus?

Il bonus sarà attivo a partire dal 28 aprile 2016

Nel frattempo si può:

  • - Farsi rilasciare il certificato d’iscrizione dal conservatorio
  • - Prenotare lo strumento dal produttore/rivenditore

Chi ha diritto al bonus?

  • - Il contributo spetta esclusivamente agli studenti dei conservatori di musica e degli istituti musicali pareggiati iscritti, nell’anno 2016, ai corsi di     strumento secondo il precedente ordinamento e ai corsi di laurea di primo livello secondo il nuovo ordinamento.

Quali sono i Conservatori?

http://www.afam.miur.it/argomenti/istituzioni/conservatori-di-musica.aspx

Quali sono gli Istituti Pareggiati?

http://www.afam.miur.it/argomenti/istituzioni/istituti-superiori-di-studi-musicali.aspx

Quali sono i corsi di strumento?

CORSI DI STUDIO STRUMENTI MUSICALI ACQUISTABILI CON BONUS
Arpa - DCPL01 Arpa
Arpa diatonica P.O.
Arpa rinascimentale barocca - DCPL02 Arpa rinascimentale o barocca
Basso Elettrico - DCPL03 Basso elettrico
Basso tuba - DCPL04 Basso tuba
Basso tuba P.O.
Batteria e Percussioni Jazz - DCPL05 Batteria, strumenti a percussione (vari)
Chitarra - DCPL09 Chitarra classica
Chitarra P.O.
Chitarra Jazz - DCPL10 Chitarra acustica /  Chitarra elettrica
Clarinetto - DCPL11 Clarinetto (varie taglie); Clarinetto basso
Clarinetto P.O.
Clarinetto Jazz - DCPL12 Clarinetto (varie taglie)
Clarinetto storico - DCPL13 Clarinetto storico (barocco e classico)
Clavicembalo e Tastiere Storiche - DCPL14 Clavicembalo (e affini a pizzico), Clavicordo, Fortepiano, Pianoforte storico
Clavicembalo P.O. Clavicembalo (e affini a pizzico)
Contrabbasso - DCPL16 Contrabbasso
Contrabbasso P.O.
Contrabbasso Jazz - DCPL17 Contrabbasso acustico /Contrabbasso elettrico
Cornetto - DCPL18 Cornetto
Corno - DCPL19 Corno
Corno P.O.
Corno naturale - DCPL20 Corno naturale
CORSI DI STUDIO STRUMENTI MUSICALI ACQUISTABILI CON BONUS
Eufonio - DCPL23 Eufonio
Fagotto - DCPL24 Fagotto, Controfagotto
Fagotto P.O.
Fagotto barocco - DCPL25 Fagotto barocco
Fisarmonica - DCPL26 Fisarmonica e affini (Bandoneon, Bajan)
Fisarmonica  P.O.
Flauto - DCPL27 Flauto traverso (varie taglie), Ottavino
Flauto P.O.
Flauto dolce - DCPL28 Flauto dolce (varie taglie)
Flauto dolce P.O.
Flauto traversiere - DCPL29 Flauto traversiere
Liuto - DCPL30 Liuto (varie dimensioni e ordini di corde)
Liuto P.O.
Mandolino - DCPL32 Mandolino
Mandolino  P.O.
Musica applicata – DCPL60 Software dedicato (campionatori, librerie suoni,  sequencer), ecc. Hardware (mixer e macchine analogiche).
Musica Elettronica - DCPL34 Software dedicato (campionatori, librerie suoni,  sequencer), ecc. Hardware (mixer e macchine analogiche).
Musiche tradizionali - DCPL65 Strumenti di tradizione etnica
Oboe - DCPL36 Oboe, Corno inglese
Oboe P.O.
Oboe barocco e classico - DCPL37 Oboe barocco e classico
Organo - DCPL38 Organo
Organo e composizione organistica P.O.
Organo  e musica liturgica – DCPL66
Pianoforte - DCPL39 Pianoforte, Pianoforte digitale
Pianoforte P.O
Pianoforte Jazz - DCPL40 Pianoforte, Pianoforte digitale
Popular music - DCPL67 (+ sper.) Strumenti vari
Saxofono - DCPL41 Saxofono (varie taglie)
Sassofono P.O.
Saxofono Jazz - DCPL42
Strumenti a percussione - DCPL44 Strumenti a percussione (tutti quelli previsti dai corsi di studio)
Strumenti a percussione P.O.
Tastiere elettroniche - DCPL45 Pianoforte digitale, Tastiere elettroniche
Tecnico del suono – DCPL61 Software dedicato (campionatori, librerie suoni,  sequencer), ecc. Hardware (mixer e macchine analogiche).
Tromba - DCPL46 Tromba
Tromba e trombone P.O. Tromba o Trombone
Tromba Jazz - DCPL47 Tromba
Tromba rinascimentale e barocca - DCPL48 Tromba rinascimentale o barocca (naturale)
Trombone - DCPL49 Trombone
Trombone Jazz - DCPL50
Trombone rinascimentale e barocco - DCPL51 Trombone rinascimentale o barocco
Viola - DCPL52 Viola
Viola P.O.
Viola da gamba - DCPL53 Viola da gamba
Viola da gamba P.O.
Violino - DCPL54 Violino
Violino P.O.
Violino barocco - DCPL55 Violino barocco
Violino Jazz - DCPL56 Violino, Violino elettrico
Violoncello - DCPL57 Violoncello
Violoncello P.O.
Violoncello barocco - DCPL58 Violoncello barocco

 

Chi non ha diritto al Bonus?

 

Non hanno diritto al Bonus gli studenti iscritti a:

 

  • - corsi non di strumento dei conservatori e dei pareggiati (ISSM)
  • - bienni dei conservatori e dei pareggiati (ISSM)
  • - corsi preaccademici dei conservatori e dei pareggiati (ISSM)
  • - licei musicali
  • - corsi delle Istituzioni abilitate a rilasciare titoli riconosciuti AFAM. Si tratta di:
    • - Fondazione Siena Jazz
    • - Saint Louis Music Center, Roma
    • - Milano Civica Scuola di Musica
    • - Scuola musicale di Fiesole

Quale strumento è acquistabile?

  • - Il contributo è concesso per l’acquisto di uno strumento musicale nuovo e coerente con il corso principale  (non corsi complementari) cui è iscritto    lo studente.
  • - È consentito l’acquisto di strumenti affini (es. flicorno per chi è iscritto a tromba) se conforme agli obiettivi disciplinari e, nel caso, va indicato sul       certificato rilasciato dal Conservatorio/ISSM.
  • - Nell’ipotesi di strumenti compositi (archi, percussioni) è possibile fruire del contributo anche per l’acquisto di singole componenti.
  • - Non è consentito l’acquisto di accessori (compresi amplificatori, pedaliere, sgabelli, ecc.)
  • - Il contributo - di importo non superiore a 1.000 euro,  e comunque in misura  non eccedente il prezzo dell’acquisto stesso - spetta per gli acquisti effettuati a partire dal 28 aprile 2016, una sola volta, anche in caso di acquisto di una singola componente dello strumento.
    • - ovvero, se lo strumento costa meno di 1.000 euro, il contributo è di pari importo (es: costo = 800 euro, contributo = 800 euro). Per importi superiori    a 1000 euro, la parte restante è a carico dell’acquirente.

Cosa deve fare il Conservatorio?

  • - Il Conservatorio è tenuto a rilasciare agli aventi diritto un certificato di iscrizione conforme a quanto previsto dal decreto dell’Agenzia delle       entrate, ovvero:
  • - Deve essere un certificato in doppia copia non ripetibile (una deve essere consegnata allo studente per il rivenditore, una trattenuta  dal conservatorio),    da cui risulti:
    • - Finalità per cui è rilasciato: “utilizzo del bonus ex  Art. 1, comma 984, Legge 28 dicembre 2015, n. 208, Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge di Stabilità 2016)”
    • - cognome e nome dello studente
    • - codice fiscale dello studente
    • - corso cui è iscritto
    • - anno di frequenza
    • - strumento musicale coerente con il corso di studi

Cosa deve fare lo studente?

  • - Il contributo è erogato sotto forma di sconto sul prezzo di vendita praticato dal produttore/rivenditore
  • - Per accedere al contributo, lo studente richiede al conservatorio o all’istituto musicale pareggiato, che è tenuto al relativo rilascio, un certificato d’iscrizione non ripetibile, da cui risulti: finalità  “utilizzo del bonus ex  Art. 1, comma 984, Legge 28 dicembre 2015, n. 208, Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge di Stabilità 2016)”, cognome e nome, codice fiscale, corso, anno di frequenza, indicazione dello strumento musicale  coerente con il corso di studi.
  • - Il certificato attesta la sussistenza dei requisiti per fruire del contributo, indica  lo strumento agevolabile, e va consegnato al produttore o al rivenditore al momento dell’acquisto.
  • - Lo studente deve conservare, a fini di eventuali controlli, la fattura o lo scontrino fiscale rilasciato dal rivenditore o dal produttore

Cosa deve fare il produttore/rivenditore?

  • - Il bonus è riconosciuto allo studente come sconto sul prezzo di vendita; il produttore/rivenditore recupera il bonus attraverso il credito d’imposta.
  • - Il produttore rivenditore è tenuto al rilascio di fattura o scontrino fiscale nel quale sono distintamente indicati il prezzo d’acquisto e lo sconto praticato.
  • - Lo sconto praticato è sul prezzo finale, comprensivo di IVA, non sul netto.
  • - A fronte dello sconto praticato, è riconosciuto al rivenditore o al produttore un credito d’imposta per un ammontare pari allo sconto medesimo, nel limite delle risorse  stanziate pari a 15 milioni di euro, assegnate secondo l’ordine cronologico di vendita.

Per fruire  del credito d’imposta il rivenditore o produttore è tenuto a:

  1. 1. conservare il certificato di iscrizione rilasciato dal Conservatorio , fino al termine entro il quale l’Agenzia delle entrate può esercitare l’attività di accertamento;
  2. 2. prima  di concludere la  vendita dello strumento musicale, è tenuto a comunicare all’Agenzia delle entrate i seguenti  dati: il proprio codice fiscale, quello dello studente e dell’istituto che ha rilasciato il  certificato di iscrizione, lo strumento musicale, il prezzo totale, comprensivo dell’imposta sul valore aggiunto, e l’ammontare del contributo.;
  3. 3. I rivenditori o produttori degli strumenti musicali effettuano le comunicazioni previste al punto precedente a decorrere dal 28 aprile 2016 utilizzando il servizio telematico Entratel o Fisconline dell’Agenzia delle entrate, in relazione ai requisiti da essi posseduti per la  trasmissione telematica delle dichiarazioni, o avvalendosi degli intermediari di cui all’art. 3, commi 2-bis e 3, del decreto del Presidente della Repubblica 22 luglio 1998, n. 322.
  4. 4. Al fine della compilazione e della trasmissione telematica dei file devono essere utilizzati i prodotti software resi disponibili gratuitamente dall’Agenzia delle entrate.
  5. 5. Per ogni comunicazione di cui al punto 2 inviata, il sistema telematico rilascerà apposita ricevuta attestante la fruibilità o meno del credito di imposta in ragione della capienza nello stanziamento complessivo di 15 milioni di Euro, della correttezza dei dati e della verifica dell’unicità del bonus assegnabile a ciascuno studente.
  6. 6. Il credito d’imposta maturato è utilizzabile dal secondo giorno lavorativo successivo alla  data di rilascio dell’apposita ricevuta che ne attesta la fruibilità, esclusivamente in compensazione, ai sensi dell’articolo 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, e successive modificazioni.
  7. 7. Il modello F24 deve essere presentato esclusivamente tramite il servizio telematico Entratel o Fisconline, pena il rifiuto dell’operazione di versamento.
  8. 8. Nel caso in cui l’importo del credito d’imposta utilizzato risulti superiore all’ammontare maturato, anche tenendo conto di precedenti fruizioni del credito stesso, il relativo modello F24 è scartato. Lo scarto è comunicato al soggetto che ha trasmesso il modello F24 tramite  apposita ricevuta consultabile sul sito internet del servizio telematico Entratel o Fisconline.
  9. 9. Con una ulteriore risoluzione dell’Agenzia delle entrate verrà istituito il codice tributo per la fruizione del credito d’imposta da indicare nel modello F24 e saranno impartite le istruzioni per la compilazione del modello stesso.
  10. 10. Nel caso in cui, successivamente alla ricezione dell’apposita ricevuta che attesta la possibilità di utilizzare il credito d’imposta, la vendita dello strumento musicale non si concluda il rivenditore o il produttore invierà una comunicazione di annullamento della vendita, utilizzando i medesimi servizi e prodotti software di  sopra, così da consentire allo studente di poter usufruire nuovamente del contributo.
  11. 11. Il rivenditore o produttore dello strumento musicale che avesse già utilizzato in compensazione il relativo credito di imposta dovrà riversarlo tramite modello F24 utilizzando lo stesso codice tributo di cui sopra.

Come funziona il credito d’imposta?

Il credito d’imposta maturato è utilizzabile dal secondo giorno lavorativo successivo alla data di rilascio del’apposita ricevuta che ne attesta la fruibilità (cfr. punto 6) esclusivamente in compensazione, ai sensi dell’articolo 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, e successive modificazioni;

  • - Il credito d’imposta è a valere, utilizzando il modello F24, su tutte le seguenti voci:
    • - Imposte sui redditi (Ires)
    • - IVA
    • - Imposte sostitutive di Ires e IVA
    • - Irap
    • - Contributi previdenziali e assistenziali
    • - Premi Inail
    • - altre

Credito d’imposta un doppio beneficio?

Oltre a recuperare immediatamente le somme anticipate come sconto su tasse/imposte/contributi, il credito d’imposta inoltre non concorre alla formazione del reddito ai fini delle imposte sui redditi, e del valore della produzione, ai fini dell’imposta regionale sulle attività produttive e non rileva ai fini del rapporto di cui agli articoli 61 e 109, del Testo unico delle imposte sui redditi di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917.

           

            (si consiglia di chiedere al proprio commercialista!)

 

Read 6667 times
 
     

AEC Logo transparent

banner_2_sito.jpg

 
   
         
   
   
Conservatorio di Musica
Luigi Cherubini

Piazza delle Belle Arti 2
50122 Firenze
Tel. +39 055 298 9311
Fax +39 055 239 6785
Posta certificata (PEC): protocollo.consfi@pec.it
Codice Fiscale 80025210487
© 2014

Area Riservata
Docenti
Referenti
Amministrativi
Coadiutori