logo top

 

 
 

top cherubini

 
 

 
       
 
 
 

Produzione a.a. 2014

L’inaugurazione del nuovo anno accademico e della stagione culturale sarà il prossimo sabato 16 novembre alle ore 21 presso la Chiesa del Sacro Cuore di Firenze, con il Concerto d’organo, con l’esecuzione di brani organistici, da Frescobaldi a Bach; proseguirà domenica 17 novembre, presso la Sala del Buonumore, con la Maratona Musicale dedicata a Giuseppe Verdi e Richard Wagner, in cui saranno interpretati dai solisti del Conservatorio i capolavori dei due compositori, di cui ricorre l’anniversario (dalle ore 15 alle ore 20, in collaborazione con la Provincia di Firenze). Nel programma, anche trascrizioni poco conosciute e inedite, come la Cavatina di Ernani per chitarra, su spartiti custoditi nella Biblioteca del Conservatorio.
 
A seguire, da giovedì 28 a sabato 30 novembre, presso il Conservatorio Cherubini, l’evento speciale dal titolo Le festin d’Alkan, convegno sul pianista e compositore francese Charles Valentin Alkan (1813- 1888) a 200 anni dalla nascita. Musicista geniale e personalità borderline, tuttora poco conosciuto, colui che, insieme agli amici Chopin e Liszt, fa parte dell'apogeo della grande stagione pianistica romantica sviluppatasi a Parigi a partire dal 1830, sarà un ciclo di conferenze-concerto con maratona pianistica, tra prime fiorentine e nazionali, con la prima esecuzione assoluta dell’inedito inno per voce sola Paix à la Paix; interverranno ospiti internazionali, tra cui David Conway, membro della Alkan Society di Londra, oltre ai già citati Jonathan Powell e Roberto Prosseda.
 
Si terrà venerdì 29 e sabato 30 novembre la prima mostra in programma, dal titolo Il fondo Pitti: presso le sale della biblioteca del Conservatorio Cherubini, restaurate nel 2009 dopo i danni dell’alluvione del 1966, saranno in esposizione manoscritti e edizioni a stampa del fondo Pitti, in occasione del convegno ‘I concerti del principe’ (negli stessi giorni a Palazzo Pitti). Da lunedi 3 a lunedì 10 febbraio, invece, si svolgerà la mostra dedicata a Liszt e alla Firenze dell’800, corredata da concerti e visite guidate. In collaborazione con Fondazione Istituto Liszt di Bologna, Galleria dell'Accademia, Galleria d'Arte Moderna di Palazzo Pitti, Casa della Memoria Studio Piero Bargellini, nasce sulla proposta artistica di Gregorio Nardi, pianista e ricercatore fiorentino. Il percorso espositivo indagherà gli anni in cui Liszt venne a lungo in Firenze e in Toscana (una prima volta fra il 1838-39, una seconda dal 1864 e, in seguito, quasi tutti gli anni fino alla morte). Liszt a Firenze incontrò artisti e una comunità intellettuale, italiana e straniera, molto attenta. Saranno in esposizione la collezione di partiture, lettere, giornali e ritratti custodita al Conservatorio, e i busti di Liszt e della sua compagna, Marie d’Agoult, compiuti da Luigi Bartolini e conservati nella gipsoteca bartoliniana del Museo dell’Accademia.
 
Si rafforza, inoltre, per la stagione 2013/2014, la collaborazione con il GAMO: dal 12 dicembre al 30 gennaio la Sala del Buonumore torna ad essere location principale di riferimento per i concerti della 34° stagione concertistica dell’associazione, che qui ha organizzato alcuni degli eventi più importanti. L’inaugurazione sarà affidata al recital pianistico di Emanuele Arciuli, una delle voci più originali e interessanti della nuova scena concertistica. Pugliese, classe 1965, Arciuli collabora con direttori d’orchestra quali Roberto Abbado, Petr Altrichter, Andrey Boreyco, Yoel Levi, Wayne Marshall, James MacMillan, Kazushi Ono. A Firenze eseguirà musiche di Bartok, Crumb, Rosenzweig, Rzewski, Scelsi (evento in co-produzione con il Conservatorio Cherubini, ingresso a pagamento, per prenotazioni Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.); il 13 dicembre terrà poi una masterclass per gli studenti.
 
Tra gli eventi da segnalare, lunedì 27 gennaio, l’inaugurazione del nuovo ciclo Incontri con il Maestro, con Ennio Morricone: l’artista parlerà di sè e si racconterà al pubblico. Nel corso della serata ci saranno alcuni interventi musicali. Si inauguerà invece sabato 18 gennaio con la presentazione, in prima italiana, di Sinfonia di salmi di Susanna Pasticci, presso Villa Favard (via Rocca Tedalda, Firenze), la nuova edizione di Vetrina di Libri, ciclo di incontri annuale, ad ingresso libero, con esperti di musica, organizzato dal Conservatorio Cherubini di Firenze. Seguendo la suggestione del ‘caffè musicale’, in ogni appuntamento le presentazioni di libri saranno seguite da concerti e dibattiti, come nei caffè letterari. Tra le altre presentazioni in programma, la Biografia in lingua italiana di Britten di Alessandro Macchia, uno dei critici musicali più quotati, l’appuntamento di etnomusicologia sulla musica africana a cura di Maurizio Agamennone (15 marzo), l’omaggio a Mattias de’Medici di Sara Mamone (5 aprile), l’appuntamento musicologico con Piero Gargiulo, con l’esecuzione di una composizione di Machiavelli (12 aprile), il restauro delle chitarre ottocentesche con il liutaio Lorenzo Frignani (24 maggio), e, a settembre, la presentazione di Janacek, vita opere e scritti di e con Franco Pulcini.
 
Inoltre, fondamentale l’adesione del Conservatorio al progetto di teatro musicale Le chiavi della città, a cura dell’Assessorato all’Educazione del Comune di Firenze. Anche quest’anno i ragazzi delle scuole secondarie di primo grado della città di Firenze saranno coinvolti dal Cherubini in una serie di eventi di approfondimento, che culmineranno a maggio presso il Teatro della Pergola, con la messa in scena della piece di teatro musicale, in prima esecuzione, de La casa dei mostri – ‘Sei stanze drammaticamente musicali’, opera per ragazzi su musica di Paolo Furlani e testo di Maria Vago.
 
Oltre ad un’offerta didattica ‘moderna’, duttile e personalizzata, in linea con i dettami dello scenario europeo, da sottolineare inoltre, per l’anno accademico 2013/2014 l’importanza dell’internazionalizzazione come linea guida del Conservatorio: insieme agli scambi Erasmus già esistenti, è stata amplificata l’ospitalità verso maestri provenienti da tutto il mondo, come nel caso del seminario con i Sudha, gruppo di percussionisti che lavorano tra la Svizzera e l’India, in collaborazione con la HEM di Ginevra e le Università di Musica di Chennai e Kolkata. Sullo stesso piano, si pongono la maggiore attività di tirocinio all'estero e la nuova collaborazione con il Conservatorio Nazionale Superiore di Parigi, con cui sarà attivo tutto l’anno uno scambio tra gli studenti dei due istituti. Fa parte di questo progetto l’attività dell’Ensemble di musica contemporanea del Cherubini, seguito da Luciano Garosi, che a maggio lavorerà sotto la supervisione della violinista Hae Sun Kang. Infine, domenica 26 gennaio il Conservatorio Cherubini di Firenze sarà ospite a Budapest, presso la Fondazione Liszt, per rappresentare per una settimana la sua nuova produzione, Dido and Aeneas di Purcell, nata in collaborazione con l’Accademia delle Belle Arti di Firenze.
 
Per la produzione di alta istituzionalità, si sottolineano i concerti dell’Orchestra e del Coro del Conservatorio; tra questi, il concerto di Carnevale, il concerto di Pasqua, la Maratona d’Orchestra di Primavera, con le due orchestre del Conservatorio, la Sinfonietta e la Sinfonica. Domenica 27 aprile si terrà invece Una giornata particolare, incontro con musicisti diversamente abili, orchestre e cori giovanili, con l’Orchestra dei giovanissimi del Conservatorio, ragazzi diversamente abili dell’Associazione Astrolabio e studenti delle SMIM della Toscana. Eseguiranno L’opera delle filastrocche su testi di Rodari e musica di Virgilio Savona. Si segnala anche la rassegna di oltre 30 concerti de I concerti nelle biblioteche, ville e musei, che, dal 2007, il Cherubini propone in giro per la città, in luoghi chiave per la cultura, in collaborazione con Firenze Musei, e che coinvolge i musicisti di tutte le scuole del Conservatorio.
 
Infine, da mercoledì 5 a lunedì 10 marzo il Conservatorio Cherubini di Firenze, in collaborazione con la New York University, presenteranno Il corpo, la luce, il suono, la quinta edizione del festival dedicato ai linguaggi dell’arte contemporanea, ai confini della ricerca tra espressione poetica e tecnologia. La rassegna prevede l’esecuzione di opere multimediali prodotte da importanti solisti e giovani artisti del MNT - Dipartimento di Musica e Nuove Tecnologie del Conservatorio Cherubini, a cura di Alfonso Belfiore. Nello specifico, Il corpo, la luce, il suono si terrà presso la Sala del Buonumore del Conservatorio Cherubini, tra seminari e concerti gratuiti, interpretati da vari musicisti e dal gruppo strumentale interattivo MNT_Florence Ensemble, diretto da Esther Lamneck, artista di fama internazionale e direttrice del Dipartimento di Performing Arts della New York University. Saranno eseguite le opere di musica tecnologica ed interattiva, di arte e installazioni visive, in prima esecuzione.
Read 30641 times
 
     

AEC Logo transparent

banner_2_sito.jpg

MIUR AFAM

 
   
         
   
   
Conservatorio di Musica
Luigi Cherubini

Piazza delle Belle Arti 2
50122 Firenze
Tel. +39 055 298 9311
Fax +39 055 239 6785
Posta certificata (PEC): protocollo.consfi@pec.it
Codice Fiscale 80025210487
© 2014
Iscriviti alla Newsletter


Ricevi HTML?

Joomla Extensions powered by Joobi

Area Riservata
Docenti
Referenti
Amministrativi
Coadiutori