logo top

 

 
 

TOP cherubini

 
 

 
       
 
 
 

Chiave di Vino, ascoltare il vino degustando la musica

Martedì 11 luglio, ore 21 
Museo San Francesco, Greve in Chianti

 F. SINATRA «Strangers in the night, My way»- Castello VICCHIOMAGGIO «IGT San Jacopo Rosé 2016»

E. PIAF «Les amants de Paris, La Vie en rose»- Podere CASTELLINUZZA «Chianti Classico Docg 2014»

A.PIAZZOLLA «Oblivion, Libertango»- VIGNAMAGGIO «Chianti Classico Docg Terre di Prenzano»

I. BATTISTON «Postcards»- Castello di QUERCETO «Chianti Classico Riserva Docg 2014»

Sassofono : Simone BRUSONI
Fisarmonica : Antonio ZAPPAVIGNA

_______________________________________________

Il Chianti e i suoi vini protagonisti della seconda edizione di un “eno-concerto” Chiave di Vino a Greve.
Musiche jazz e tango per celebrare i vini che hanno fatto della Toscana un luogo privilegiato e apprezzato in tutto il mondo

Due giovani talenti del Conservatorio L. Cherubini di Firenze per un abbinamento originale di strumenti capaci di esaltare le note degustative dei vini presentati

Greve, 11 luglio 2017 - Chiave di Vino, l'originale circuito di “eno-concerti” (dall'eloquente sottotitolo “ascoltare il Vino degustando la Musica”) dedicati ai Vini che hanno fatto della Toscana un mondo evocativo di qualità e di benessere conosciuto e apprezzato in tutto il mondo, torna per il secondo anno consecutivo a Greve. L’appuntamento è fissato per martedì 11 luglio alle ore 21,00 presso la terrazza panoramica del Convento di San Francesco, sede da settembre 2002 del Museo di Arte Sacra di Greve in Chianti.

Una serata all'insegna delle emozioni, tutte giocate intorno all'originale format dell'evento: né un semplice concerto, né una degustazione vini. Chiave di Vino è molto di più: è un momento di ascolto-degustazione in cui Musica e Vino si racconteranno vicendevolmente con un linguaggio fatto di arte e di emozioni: la Musica, con le sue armonie capaci di esaltare profumi e aromi dei vini; i Vini, con le loro note fruttate capaci di trasmettere sensazioni emotive tradotte poi in note musicali.

Un programma largo e variegato per apprezzare un sassofono e una fisarmonica che raccontano il VINO, per capire quali affinità legano le modulazioni armoniche e ritmiche della musica di Frank Sinatra alle sfumature floreali del Rosè di Vicchiomaggio, quale connubio unisce i toni aggressivi e poi subitaneamente dolci e gioiosi delle canzoni di Edith Piaf al Chianti Classico di Podere Castellinuzza, come si spiegano i ritmi incalzanti del tango di Piazzolla con il gusto pieno ed equilibrato del Chianti Classico di Vignamaggio, come le note senza confini di Ivano Battiston ben si adattino a spiegare l'elegante tannicità supportata da un finale persistente e bilanciata del Chianti Classico di Castello di Querceto.

A introdurre la serata sarà il Dr. Garuglieri, geologo e Direttore del Museo S.Francesco. A lui il compito di raccontare il territorio, del come e del perché sono nate quelle vigne, del come e del perché sono stati prodotti quei vini. Dati storici e aneddoti tramandati nei secoli saranno le parole per far vivere il vino nelle sue diverse sfaccettature, quale elemento del buon vivere quotidiano e quale essenza culturale in grado di esprimere i valori identitari della terra che lo produce.

La musica sarà affidata a due giovani musicisti del Conservatorio Cherubini di Firenze. Giovani ma già affermati nelle loro capacità interpretative ed esecutive, si esibiranno con i loro strumenti di grande suggestione emotiva: il sassofono – dotato di una voce potente e di grande proiezione di suono- e la fisarmonica, fortemente legata alla tradizione popolare e al mondo del vino, suonata tra i filari delle vigne per nutrire le uve con l’armonia naturale delle note. Un abbinamento inconsueto e coraggioso, che vuole dimostrare come il perfetto combinarsi di strumenti tra loro solo apparentemente diversi sappiano in realtà costruire un messaggio sinergico e integrato capace di trasmettere i più sottili e nascosti rivoli della natura nel suo divenire vino.

La serata si concluderà con una visita riservata al Museo dove sarà possibile apprezzare, oltre ad alcune opere locali, una ricca documentazione sull’arte sacra del Chianti e sulle principali opere contenute nelle chiese e nelle pievi del territorio, costituenti nel loro insieme il cosiddetto “museo diffuso”.

L’evento è stato realizzato in collaborazione con il Comune di Greve –che ha reso Chiave di Vino un evento inserito a pieno titolo nella sua offerta turistica- e con il Conservatorio L. Cherubini –che ha accettato di far suonare il Vino ai suoi studenti nella convinzione di dare loro una nuova e interessante occasione di visibilità e di esperienza.

Le aziende che hanno offerto i loro vini da ascoltare sono il Castello di Querceto, Castello Vicchiomaggio, Podere Castellinuzza, Vignamaggio.
Ai titolari del biglietto di ingresso sarà consegnato un voucher valido per la visita ad una cantina e con 1 degustazione.

Contatti Susanna Parretti 333 8998569 Patrizia Parretti 338 4477506

Read 1455 times
 
     

AEC Logo transparent

banner_2_sito.jpg

 
   
         
   
   
Conservatorio di Musica
Luigi Cherubini

Piazza delle Belle Arti 2
50122 Firenze
Tel. +39 055 298 9311
Fax +39 055 239 6785
Posta certificata (PEC): protocollo.consfi@pec.it
Codice Fiscale 80025210487
© 2014

Area Riservata
Docenti
Referenti
Amministrativi
Coadiutori